Utente 216XXX
Salve gentilissimi medici, partendo dal presupposto dei limiti di un consulto online, e dal fatto che per le cure mi affiderò sempre al mio psichiatra, vorrei avere un parere sulla mia attuale terapia, e se fosse possibile sulla diagnosi che ho avuto molti anni fa.

Son anni ormai che non sono molto attiva, ma devo dire che la dismissione del depakin circa 1 anno e mezzo fa, sotto controllo medico, mi aveva aiutato molto.

Da qualche mese, intorno a settembre, ho cominciato ad uscire sempre meno di casa, a diventare sospettosa, nei confronti delle persone fino al ritiro sociale, i motivi erano e sono, che sento di essere derisa dalle persone.
Mi sentivo e mi sento inoltre, privata della mia privacy come se tutti potessero sentire cosa dico anche se bisbiglio.
Ho deciso cosi, commettendo un errore, di cambiare aria e andare a trovare il mio ragazzo per passare le feste a casa sua.
Oltre che non uscivo mai di casa, avevo il terrore di uscire anche solo dalla stanza per andare in bagno, non volevo vedere nessuno e avevo il terrore che mentre ero in bagno qualcuno potesse parlare male di me, quindi adottavo dei mezzi per non sentire le critiche, aprivo i rubinetti mettevo la musica dal cellulare, o facevo fare al mio ragazzo la guardia fuori.
Ho deciso cosi di tornare sperando che il mio rientro desse una scossa a questa situazione.
Sono tornata a casa mia e nulla è cambiato, anzi, ho cominciato a sentirmi fuori dalla realtà, depressa, con sensazioni strane tipo dejavu, e sentire voci.
Attualmente sono in lista per un ricovero a breve spero.

Vorrei gentilmente sapere, se fosse possibile, un vostro parere riguardo a questa terapia: Zoloft 50, mg trittico 2/3, abilify 20 mg e 10 gocce aldol.
La mia diagnosi è depressione ricorrente con caratteristiche miste.
Secondo voi corrisponde ai miei sintomi?
Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Può essere corrispondente o meno a seconda di quello che viene valutato direttamente poiché alcuni sintomi possono essere appartenenti a patologie dello spettro schizofrenico con necessità di trattamento continuativo con risvolti sull'umore.

Pertanto, per una chiarezza diagnostica deve sempre fare riferimento al suo psichiatra.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 216XXX

Grazie della sua risposta, per me è stato di beneficio anche solo scrivere qua, purtroppo riesco poco a esprimermi quando sono dalla psichiatra, mentre scrivendo, riesco a sfogarmi di più. Cercherò di fare chiarezza con la mia, perché ho bisogno di sapere a cosa sto andando in contro, e la mia "prognosi"