Utente cancellato
Buongiorno, volevo richiedere un consulto.


Sono un ragazzo di 23 anni che da un paio di anni ha cominciato ad avere problemi credo paranoidi.


Io sono stato sempre un po ipocondriaco, ma il tutto in generale si verificava nell'ambito dei disturbi relativi alle malattie, ora è un paio di anni che i disturbi sono diventati di tipo persecutori, vado a notare per esempio dei dettagli assurdi nelle cose e se non riesco a trovare una spiegazione a certe anomalie, comincio a credere in maniera irrazionale che tutto ciò è successo perché persona X sta costruendo un complotto contro di me, in maniera razionale so che è assurdo, ma il fatto che non trovo una spiegazione logica a determinata anomalia mi fa stare con l'ansia e faccio questi pensieri "Ok, ma perché dovrebbe fare questa cosa?
Perché dovrebbe avercela con te" e poi penso "Si ok, ma allora perché si è verificata questa anomalia?
Proprio adesso, mi pare un po strano, non può essere una coincidenza, inoltre come si spiega sta cosa?
" certe volte credo che creo io determinate anomalie e me lo dimentico.


Ormai il mattino mi sveglio e penso subito alla cosa che mi ha fatto ansiare il giorno precedente e quando riesco in un certo senso a metterci una pietra sopra, poi trovo qualcos'altro che mi crea ansia.


Comunque la situazione è peggiorata anche perché ho conosciuto una persona che mi ci ha un po portato ad essere paranoico perché lo è a sua volta e spesso ho pure paura che questa persona possa farmi del male o progettare cose contro di me.


In famiglia ho familiari con stati di ansia ecc...

Inoltre sono un po di anni che ho perso vita sociale (Prima ne avevo tanta) sono praticamente diventato un hikkikimori e credo che la solitudine mi stia portando un po alla pazzia.


Al momento non mi sto facendo seguire da nessuno psichiatra anche perché non ho soldi a sufficienza, ma comunque stavo valutando la situazione...

Sto cominciando a prendere lexotan ed ora che vi scrivo sono sotto effetto di quel farmaco.


Aggiungo che sono circa 2 mesi che questo disturbo si è accentuato, ora praticamente lo vivo quotidianamente

Volevo chiedere a voi magari una diagnosi più completa, dei consigli su che terapia prendere e su come muovermi.


Io voglio tornare a fare una vita normale, non voglio svegliarmi ogni mattina con ansie e paure di essere perseguitato, anche perché sono consapevole che sono paure irrazionali.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Una diagnosi richiede una visita, qui si possono solo fare commenti. In effetti, un pensiero che lei stesso classifica come irrazionale non fa pensare certo ad una psicosi, cioè un delirio. Se non ha disponibilità esistono canali di esenzione per avere visite nel servizio pubblico (non so poi a quale spese pensasse).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
583657

dal 2020
Gentile dottore, il fatto che tutto sommato io credo di essere una persona molto intelligente e logica, e forse questo mi aiuta a non entrare in una psicosi vera e propria, ho quel barlume di razionalità che mi salva, ma non le nego che ho avuto convinzioni assurde che mi hanno fatto stare male giorni interi per poi appunto realizzare fossero assurdi, ma la cosa più assurda è che certe volte anche se realizzo che un determinato pensiero è assurdo, magari un dettaglio mi fa tornare a fare di nuovo pensieri paranoici. In parole semplici, mi fa star male ogni anomalia a cui non trovo una spiegazione, mentre una persona normale se ci fa caso la ignora e basta. Faccio un esempio per spiegarmi meglio:
Magari salta la luce nel palazzo, una persona normale pensa è saltata la luce e basta, io comincio ad entrare in un loop di convinzioni paranoiche "Com è possibile che sia saltata la luce? È tutto a norma, per forza qualcuno ha messo mano perché vuole farmi del male" e poi il mio barlume di razionalità mi fa pensare che è assurdo, ma finché non trovo una spiegazione che mi convince faccio giri mentali. Ovviamente il mio era solo un esempio per fare comprendere meglio il mio disturbo che comunque non credo sia normale.
Cerco pure consigli su come alleviare sto problema prima di recarmi dallo psichiatria, ammetto per esempio che se faccio passeggiate ed esco un po, un po si allevia, il lexotan mi aiuta ma mi rimbambisce un pochino. Grazie mille

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" e forse questo mi aiuta a non entrare in una psicosi vera e propria,"

No, non c'entra niente. E' che ha l'ossessione di avere il controllo, e quindi il terrore di perderlo.

"Cerco pure consigli su come alleviare sto problema prima di recarmi dallo psichiatria"

No, strada sbagliata. Non ci sono consigli, ci sono trattamenti se mai.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it