Utente 581XXX
Buongiorno dottori, vi chiedo un altro consulto ma è un gran brutto periodo e non so cosa mi stia succedendo.
Dopo un ricovero ospedaliero, con una diagnosi di infezione batterica di cui sto ancora aspettando la coltura per iniziare la terapia, sono sprofondata in un baratro.
Mi hanno tenuta a casa in malattia per tre mesi, passati a piangere ininterrottamente immaginando terribili futuri per la mia salute.
Premetto che ho un lupus dall’età di 20 anni.
Sono in cura da una psichiatra che mi ha prescritto samyr e xanax due volte al giorno per leggera depressione e forte ansia.
Di umore mi sembra di stare meglio, non piango più e ci sono anche giornate buone.
Anche se dormo sempre poco e mi sveglio alle 5.30.
Il problema sono le giornate non buone.
Soffro di reflusso, sta migliorando ma persiste (soprattutto nelle giornate non buone) il dolore alla bocca dello stomaco e la nausea anche se leggerà.
A volte anche un leggero senso di sbandamento.
Sto avvertendo anche, a volte e soprattutto nelle giornate non buone, fastidi alle gambe e braccia.
Mi sembra di avere le gambe deboli, indolenzite, cosce contratte soprattutto verso le ginocchia.
Non avverto forte dolore ma una sorta di compressione.
A volte sento anche formicolio o prurito alle braccia, soprattutto quella sinistra.
Mio marito, medico, non fa che dirmi che è tutto riconducibile al mio forte stato ansioso e che se riprendessi ad avere la mia vita normale piano piano tutto tornerebbe alla normalità.
Io però ho paura che questi fastidi alle gambe e braccia siano segno di qualcosa di organico, di grave...ho paura possa essere SM, lupus o una malattia seria.
Secondo voi questi sintomi possono tutti essere ricondotti alla mia depressione tendente all’ipocondria, o devo preoccuparmi e andare da un neurologo?
10 giorni fa ho fatto un emocromo ed era tutto nella norma.
Grazie e scusatemi

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"se riprendessi ad avere la mia vita normale piano piano tutto tornerebbe alla normalità."

Mi pare un po' viceversa, no ?

Si sta curando per questo stato, che diceva essere depressione-ipocondria (tornerebbe, non so se è una diagnosi fatta o un suo modo di descriverlo) ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 581XXX

Si ha ragione, mi sono espressa male. Intende dire che se cominciassi ad uscire di più e provassi a non focalizzare ogni mio pensiero su qualsiasi sintomi io avverta forse piano piano ne usciirei. La diagnosi mi è stata fatta dalla psichiatra che mi ha in cura e mi fa prescritto 2 samyr al giorno e 6 gocce di alprazolam due volte al giorno. Secondo lei quindi i sintomi che avverto, soprattutto ai muscoli, alle gambe e i formicolii, possono essere ricondotti all’ansia? Mi conviene lavorare su quello o è necessario fare ulteriori controlli? Grazie sempre

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Intende dire che se cominciassi ad uscire di più e provassi a non focalizzare ogni mio pensiero su qualsiasi sintomi io avverta forse piano piano ne usciirei"

E' la stessa cosa, e ripeto, se mai viceversa.
Se uno non avesse la polmonite, smetterebbe piano piano di tossire. Non se uno smettesse di tossire, piano piano guarirebbe dalla polmonite.

Non ha una cura specifica per la sua condizione al momento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 581XXX

Ah ora ho capito cosa intende, mi scusi non avevo capito.
Quindi dottore, mi permetto abusare ancora della sua pazienza, dovrei valutare con la mia psichiatra una cura farmacologica per la depressione? Una volta impostata questa i sintomi fisici scompariranno? O quelli hanno necessità di ulteriori visite specialistiche? Mi scusi se ripeto sempre le stesse cose, non voglio tediarla, ma questi sintomi fisici mi preoccupano, non vorrei fossero il segnale di qualche altra malattia

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le domande sul futuro rimangono tali. Ma se uno ha una malattia, e ci son cure, va da sé che si dovrebbe procedere a curarla.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 581XXX

Va bene. La ringrazio davvero per la cortesia dimostrata

[#7] dopo  
Utente 581XXX

Buona sera, volevo aggiornarla..ho fissato una visita con la psichiatra per la prossima settimana e inizierò la cura che mi prescriverà. Ho effettuato anche una visita da un reumatologo, secondo lui tutti i sintomi che gli ho riferito avere non sono niente di preoccupante ma mi ha prescritto ugualmente delle analisi, tra cui alcune per i muscoli, che effettuerò lunedì. Spero che dalle stesse non emerga nulla di importante. Io però, e per questo mi permetto disturbarvi nuovamente, non riesco proprio ad accettare, e comprendere, che da una malattia psichica possano derivare simili e tanti problemi fisici. ovviamente, sono preoccupatissima che soprattutto i sintomi legati ai muscoli e la stanchezza possano essere indice di qualche malattia organica grave..nello stesso tempo però non faccio che chiedermi: è mai possibile che la forte ansia con cui convivo ormai da mesi può portarmi tutti questi problemi fisici? Sapevo dei sintomi legati allo stomaco, ma i muscoli?La ringrazio fin d’ora se vorrà rispondermi..buona serata

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Perchè non è così infatti. La malattia non è psichica, è fisica, parliamo di cervello. La manifestazione è sia psichica che somatica. Che il cervello condizioni la percezione, la presentazione e la preoccupazione per elementi corporei è normale. Non è "l'ansia" che produce sintomi, è l'ansia che è già un sintomo, e il cervello che le sta dietro produce sintomi. Il sintomo può essere corporeo associato all'ansia, può consistere in un'ansia di controllo che quindi produce sintomi indefiniti, può essere una preoccupazione per il significato di parametri o sintomi corporei, etc.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 581XXX

Se ho ben capito quindi è il cervello che va curato. E una volta curato quello, o quanto meno iniziato il percorso di cure, quello che è legato a lui dovrebbe curarsi di conseguenza..l’ansia si dovrebbe, o almeno spero, attenuare E con lei tutti gli altri sintomi indefiniti..

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certamente, anche perché curare "la mente" come oggetto non sarebbe possibile, si cura come risultato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 581XXX

Grazie davvero