Utente
Buonasera, cercherò di illustrare brevemente la situazione in cui vivono i miei genitori 70enni.

Mio padre soffre di patologia psichiatrica.
Tutto è cominciato quando io ero bambina, ha subito un ricovero in clinica psichiatrica, dalla sua malattia (non saprei dire la diagnosi precisa) ne è uscito con le cure e alternando fasi di serenità a fasi di crisi in cui straparla, delira, riferisce episodi del passato, pensieri ossessivi, aggressivita verbale nei confronti di mia madre.
Attualmente è in cura presso uno psichiatra ma credo che l'ultimo incontro non sia molto recente e dal suo comportamento recente ritengo che non stia bene ormai da circa un anno, non siamo sicuri che prenda i farmaci e che senta il suo psichiatra.
Soffre inoltre di diabete e ipertensione.

Mia madre ha diabete, ipertensione e insufficienza renale cronica di media entità.

Non posso raccontare tutto il loro passato.
Mi limiterò ad illustrare quanto avvenuto di recente che mi ha fatto scattare la molla in testa di chiedere aiuto a qualcuno (non so chi).
Premessa doverosa: mio padre non parla con mia madre, non le rivolge quasi la parola, la detesta, non la stima e quando è in preda alle sue crisi psicotiche è il bersaglio dei suoi deliri.

I primi di giugno mia madre ha avuto un grave malore, con perdita di coscienza, febbre alta, impossibilità di parlare e muoversi.
Io abito in un'altra città (ad un'ora di distanza) ed ero in contatto telefonico con mio padre.
Non so come altro dirlo ma mio padre ha mentito a me telefonicamente sulle reali condizioni di mia madre ed ha procrastinato la chiamata al 118 di 20 ore, facendo correre a mia madre un grave pericolo.
Mia madre giaceva sul letto priva di coscienza e con deficit neurologico (blaterava), non camminava, non si muoveva ed aveva febbre alta.
Di questo lei non ricorda nulla.
Io avevo notizie rassicuranti da mio padre (si sta riprendendo, non ti preoccupare, è solo molto debole, etc), ma una vicina di casa mi riferiva tutt'altro scenario ed io così dopo circa 20 ore ho telefonato al medico di famiglia che ha convinto mio padre ad allertare il 118 per portarla in ospedale.

Dopo questo evento io ho perso fiducia in mio padre.
Vivono sotto lo stesso tetto e temo ogni momento per la salute di entrambi.
Psichica di mio padre e fisica di mia madre, una donna anziana che non ce la fa più e che avrebbe serio bisogno di aiuto perché diventa ogni giorno che passa sempre meno autosufficiente.

Spero di aver descritto al meglio la situazione, sono cosciente che a distanza sia difficile dare un consiglio, ma vorrei sapere cosa è giusto fare: parlare con mio padre, convincerlo a curarsi, parlare col suo psichiatra, allertare le forze dell'ordine, gli assistenti sociali, un avvocato.
non so.
Io come figlia ho il dovere di aiutare entrambi e il diritto di sapere e prendere delle decisioni davanti ad una madre priva di coscienza.

Grazie e buona serata

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Inizi con il parlare con suo padre, poi eventualmente faccia valutare la sua situazione clinica attuale che potrebbe essere evoluta in qualche forma di deterioramento cognitivo.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto grazie dottore. Parlare con mio padre significherà litigare e scontrarmi o peggio ancora ottenere un "si ok mi curo" e poi non farà niente. Davanti ad un possibile scenario di questo tipo, come dovrei comportarmi?
Lui si proclama medico di se stesso. Si prescrive da solo farmaci e moltissimi integratori, fa diagnosi su di me (sei pazza ed esaurita) e su mia madre (il giorno del suo malore lui sosteneva che avesse avuto un crollo psicologico e fisico, poi era un infezione grave ai polmoni e alla vescica e dai sintomi pensavano i medici anche un'ischemia che poi non era per fortuna) e ci prescrive farmaci. Quindi io credo che potrei verosimilmente ottenere un rifiuto e una presa in giro.