Utente
Vi racconto brevemente la mia storia per avere qualche rassicurazione perché non c'è la faccio più, Da piccolo piangevo sempre fino al età di 11 anni perché non volevo andare a scuola e volevo rimanere con i miei genitori e mi veniva un angoscia bruttissima e piangevo sempre poi scomparve, a 14 anni dopo un abuso di marijuana mi è venuto un attacco di panico con un ansia terribile un esperienza che non avevo mai provato una sensazione bruttissima che mi provocò un distacco della realtà e nei giorni seguenti sempre tachicardia e ansia fortissima, ma tutto magicamente scomparve anche perché ero un ragazzino non lavoravo non avevo pensieri nulla ero tranquillo però di tanto in tanto un pensiero veniva, tipo se fossi diventato pazzo, oppure se quello che vedevo fosse reale ecc però non mi pesava tanto.
25 maggio 2019 fidanzamento con una ragazza fantastica facevo di tutto per lei ero davvero felice mi ero innamorato davvero però era una cosa stressante perché lavoravo con turni di 15 ore come uscivo andavo da lei, tutto questo fino ad una mattina di Ottobre in cui ansia e panico sono tornati ed ecco la depersonalizzazione e la dere, ho deciso di chiedere aiuto ma nemmeno i medici mi hanno capito mi davano farmaci sbagliati che al posto di migliorarmi peggioravo sempre di più, poi il disastro il 25 maggio esattamente un anno mi ha lasciato la ragazza e qui che ansia e panico hanno preso il sopravvento su di me perché finché c'era lei stavo bene ora non più e sono passati 4 mesi.
4 mesi di inferno ogni giorno ansia e panico, però la cosa peggiore arriva ora più o meno 15 giorni fa, avevo un dolore toracico forte che pensavo fosse un infarto e li sono cominciati i pensieri che stavo morendo, oppure non volevo andare in giro perché pensavo di morire o svenire da qualche parte, ma la cosa più brutta e successa stamattina, sono cominciati pensieri di tipo sono l'unico al mondo gli altri intorno a me non esistono oppure sono dei robot ecc ho paura e tutto questo mi porta angoscia e ora come una volta non riesco a stare lontano da casa che mi viene da piangere voglio solo tornare a casa mia e stare qui a piangere e sperare che tutto questo passi perché io la vita la amò non voglio suicidarmi o altro anche perché non sono il tipo che ho paura anche della mia ombra però non voglio stare cosi.
Vi prego di tranquillizarmi e di dirmi cosa fare.
Grazie mille

[#1]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Soffre di depressione e attacchi di panico, non ha bisogno di rassicurazioni, ma di prendere appuntamento con uno psichiatra. I farmaci efficaci ci sono, però impiegano un po' di tempo a fare effetto, quindi prima si fa curare e prima starà meglio.
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottoressa per la sua risposta,ho già preso appuntamento per venerdì,volevo solo sapere una cosa ma questi pensieri strani sono normali? perché proprio questi mi portano questo senso di angoscia e di vuoto dentro premetto che stamattina mi sono alzato un po' meglio rispetto a ieri.

[#3]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Bene per l'appuntamento.
I pensieri che la fanno stare male sono molto frequenti negli stati di ansia e depressione. La paura di svenire, di avere un infarto e le rimuginazioni ansiose sono un classico, però chi ne soffre pensa di essere l'unico, quindi sta peggio. È normale avere queste paure e ci sono cure per superarle.
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille dottoressa lei mi ha reso un po' più felice oggi le farò sapere cosa mi dirà lo psichiatra

[#5] dopo  
Utente
Sono stato dallo psichiatra che tra l'altro fa anche psicoterapia,ho descritto benissimo tutti i sintomi ecc e mi ha prescritto un antipsicotico, e da una settimana che lo prendo,mi ha detto che lui lo usa a bassi dosi per ansia e attacchi di panico cronici e mi ha rassicurato che non sono schizofrenico o altro però io mi sento piatto non ho emozioni mi sento solo calmo è basta,che ne pensa dottoressa?

[#6]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Qual è il farmaco?
Franca Scapellato

[#7] dopo  
Utente
Zyprexa

[#8]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gli antipsicotici atipici, come olanzapina (Zyprexa) vengono utilizzati off label anche per altri disturbi oltre alla schizofrenia e il disturbo bipolare. Non dà assuefazione, però aumenta l'appetito e può far aumentare di peso. Una terapia di questo tipo ha senso se lei riesce, senza angoscia e somatizzazioni, a riprendere in mano la sua vita, a essere più attivo e meno sofferente.
Per quanto riguarda il distacco emotivo (che ci può essere anche con alcuni antidepressivi) se non si attenua va segnalato allo psichiatra.
Franca Scapellato

[#9] dopo  
Utente
Grazie mille dottoressa