Bevo troppo

Dopo il decesso di mia madre ho iniziato a bere, birra, cerco di non eccedere maa volte sono sbronzo, mi limito alla birra per non cercare di essere troppo ubriaco, diciamo al punto di avere ancora la coscienza di non prendere l'auto, ho 67 anni ed è una "scelta mia".
In casa ho mio nonno materno morto per cirrosi. Purtoppo caratterielmente somiglio a lui, carattere melanconico che tende a sollevarsi con l'alcool. So bene che non è giusto e che fa male ma bevo d'impulso.

Qual'è la strada, serd o psichiatra privato che posso permettermi?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34k 829 50
Se non è già una dipendenza può rivolgersi ad uno specialista privato.


La scelta è libera ed eventualmente verrà reindirizzato.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35k 861 226
Se è una scelta sua e dice di controlla la cosa, definisca meglio il problema. Cosa è che non va e che secondo Lei ha bisogno di un intervento ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#3]
dopo
Utente
Utente
Non ho astinenza se non bevo ma lo faccio in modo compulsivo. No, non è sotto controllo, se bevessi quello che vorrei bere non porrei il problema.
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35k 861 226
E allora non è una scelta, se non è sotto controllo. Certo, concordo che non porrebbe il problema se fosse libero di bere come vuole, ma nello scrivere aveva appunto detto questo , che è una "scelta sua", pur sapendo che non è "giusto." Invece non è questione di giusto, ma di controllo.
Detto questo, esistono terapie per problemi di questo tipo, che interferiscono con la tendenza agli eccessi alcolici.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#5]
dopo
Utente
Utente
Chiedo scusa ma ho fatto confusione, dopo una vita da astemio ho iniziato a bere qualche birra in lattina, mi migliorava il tono dell'umore ed essendo poca roba non mi preoccupavo, come spesso accade le cose cambiano lentamente e a volte mi sono trovato alticcio senza che lo volessi (tra l'altro la sensazione di non essere lucido non mi piace), mi son detto "basta bere meno" ma mi sono accorto che la cosa era diventava compulsiva.
Adotto accorgimenti come non tenere alcolici in casa e non frequentare bar ma non mi sento libero, vorrei non provare quella compulsione. Ho sentito parlare di farmaci che fanno stare malissimo dopo avere bevuto e penso che ingoiare una pasticca o due d'impulso mi sarebbe facile. Però so che dovré passare da uno psichiatra perché vorrei untono dell'umore un po' più elevato.
Saluti.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio