Domande per una paura costante che potrermi arrivare una denuncia

Ciao, chiedo un parere e un supporto psicologico a scopo informativo, perchè a causa di miei errori ho paura che possa arrivarmi una denuncia o querela per reati a mezzo internet.
Quindi pongo delle domande generali per farmi passare la paura: se un utente commette un reato contro una persona non identificata (vittima) per mezzo internet, che la vittima in questo caso non vuole denunciare, se dovessero acoprire il colpevole che ha fatto il reato (perseguibile d'ufficio) ma la vittima anomina non vuole denunciare, se il colpevole viene scoperto o denunciato da altri e ha scoperto il reato contro quella persona alla vittima (non denunciante e anonima) viene notificato qualcosa?
O no?, se poi alla vittima dovesse essere notificato di essere vittima di... se non è identiificata viene rintracciata tramite l'ip come si fa per il colpevole?, alla vittima identificata o no ma non denunciante le viene notificato qualcosa del genere?, se si cosa?

Grazie, cordiali saluti
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
"Quindi pongo delle domande generali per farmi passare la paura:"

Ecco invece che perde il filo. Ha identificato il problema, la paura, e la soluzione, cioè farsela passare. Poi sbaglia sul metodo, cioè ripetere o approfondire le domande che l'hanno portata a scrivere nella sezione "psichiatria", e non su un sito di legge e di avvocati.

Di fatto le domande che pone non cambiano nulla, e nessuna domanda placherà il fatto che ci stia a pensare, perché ne aprirà una nuova in maniera ultrarazionale, come se l'avessero pagata per scovare un modo di denunciarla (irrilevante per cosa o se sia una cosa da Lei amplificata).

Quindi se la cosa va avanti da un po', si curi eventualmente per questo, andando da uno psichiatra ovviamente per far porre la diagnosi precisa e accurata.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini