Utente 123XXX
salve,sono un ragazzo di 28 anni.tre anni fa ho avuto degli episodi di attacchi di panico ma non mi sono mai curato.all'occorrenza pero'prendevo delle goccie di xanax quando mi capitavano questi episodi.un periodo pero' non riuscivo proprio piu' a dormire visto che questi attacchi mi capitavano di notte anche prendendo xanax.poi mi sono rivolto ad uno specialista questo un'anno fa dove quel giorno sono arrivato quasi piangendo visto che ero in una fase acuta,temevo pure di uscire di casa!lui mi ha fatto prendere 1 compressa di cymbalta da 60mg al mattino insieme ad una compressa di xanax 0,25 poi il pomeriggio xanax 0,25 e la sera minias per una settimana.sono subito stato bene e ho dormito.dopo una settimana la sera ho eliminato minias e ho preso xanax 0,50.dopo un mese sono passato solo ad una compressa di xanax 0,25 la sera e cymbalta la mattina.dopo sei mesi ho eliminato anche cymbalta e prendevo solo xanax 0,25.con questa cura sono stato benissimo!ora ogni tanto pero la sera faccio fatica ad addormentarmi e mi viene l'ansia pensando di ritornare alla situazione di prima ma la riesco a gestire ma comunque mi da fastidio.il neurologo dice che si tratta di disturbi dell'umore ora mi ha prescritto fevarin 0,50 la sera insieme a xanax 0,25.mi devo fidare?lui mi ha assicurato che e' piu leggero di cymbalta e che sono degli stabilizzatori di umore .è vero?o sono pericolosi questi farmaci?io sono sempre titubante a prendere questi farmaci visto che il giorno sto bene è solo la notte!aspetto una risp. grazie!!

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il decorso va bene ma la cura è durata poco (6 mesi). La cura prescritta è simile alla precedente, però non si capisce mai come mai non siano ripetute le cure con cui si è stati bene la prima volta.
"Disturbi dell'umore" è un poì vaga come diagnosi, c'è già una storia e si potrà fare una diagnosi più precisa.

Perché gli stabilizzatori dell'umore dovrebbero essere pericolosi scusi ? Non sono medicine date per curare ?
In ogni caso fevarin NON è uno stabilizzatore dell'umore, è un antidepressivo come cymbalta (antidepressivo non significa che tira su l'umore, serve a varie cose, è un'etichetta commerciale che dice solo parte delle caratteristiche del prodotto).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 123XXX

grazie per la risp. dottore!volevo precisare pero' che il mio problema maggiore è nella fase dell'addormentamento.ma non sempre.riflettendoci solo in particolari momenti di stress.ad esempio io svolgo un mestiere un po duro!faccio il carpentiere e d'estate un po il sole un po la fatica fisica ritorno a casa stanchissimo!e quindi succede tutto questo!ora siccome sto assumendo xanax 0,25 ogni sera quando accade questo pure verso mezzanotte ne prendo un'altra per addormentarmi ,per rendere meglio il giorno dopo!alrimenti e dormo poco il giorno dopo mi vengono degli alti e bassi bruttissimi e mi sento sfiancato!pensate che sia meglio assumere direttamente xanax 0,50 la sera presto o xanax 0,25 assieme a fevarin?poi volevo sapere è dannoso assumere sempre questo xanax 0,25 o è una dose leggera e quindi va bene?poi il dottore mi ha detto che fevarin è piu leggero di cymbalta è vero?un mese fa sono stato bene pure senzaprendere niente la sera ma ora eccomi qua' puo' essere il caldo,lo stress?curarmi o essere forte?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

termini come "leggero" "forte" o cose simili non significano niente.
Si parte con una diagnosi e si scelgono le terapie corrispondenti, secondo criteri che si basano in parte sul tipo di sintomi.
Lo xanax non è un farmaco di cui è indicata l'assunzione continuativa, induce assuefazione e legame psicologico, peggiorando l'andamento dei sintomi nel lungo periodo.
Ma non capisco perché si pone il problema prima di iniziare. Lei ha una prescrizione fatta da un medico e non può chiedere ad un altro medico che non la conosce se deve assumerla o meno.
L'unica cosa che potrebbe essere migliore è la diagnosi, che è vaga.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 123XXX

ieri il neurologo secondo la mia situazione mi ha prescritto entact da assumere verso le 7 di sera e xanax 0'50 verso le 21.io pero' ho paura degli effetti collaterali di questo entact.molta gente su internet dice che portano giramenti di testa ecc.dovro' assumerlo o aspettare visto che la mia situazione non e' troppo grave?ora e' una settimana che dormo benissimo anche con xanax 0'25!visto che ripeto queste notti di insonnia mi capitano solo nei momenti di maggiore stress!

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi la gente su internet secondo Lei conosce le cure meglio di un neurologo. Allora che ci va a fare dallo specialista se poi ascolta le opinioni di chiunque ?
Lei sta cercando di fare di testa sua commettendo lo stesso identico errore di tutte le persone con problemi d'ansia quando credono di sapere meglio del medico come usare le medicine. Abbiamo detto che xanax non è un farmaco curativo. Altro atteggiamento tipico: cerca di ritrattare dicendo che è ansioso per motivi di stress (concetto altamente soggettivo) e solo in determinati momenti. Una cosa talmente lieve e incostante che guarda caso la spinge a sentire un medico per curarsi: non torna il discorso.
La decisione di curarsi è sua, quindi se decide di ignorare la prescrizione del medico e di fare pasticci con le medicine sappia che semplicemente ha volontariamente ignorato le prescrizioni e si è messo nelle condizioni di continuare a star male e sviluppare una dipendenza da tranquillanti.
Segua le prescrizioni del medico senza porsi problemi inutili.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 123XXX

volevo chiedere un'aqltra cosa...ora sto assumendo fevaril 0,50 verso le 17:00 +alprazolam 0,25 verso le 21:00.pensate che sia unh dosaggio alto e mi possa causare dipendenza o e' un dosaggio leggero?sono molto preoccupato!!

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E' una domanda priva di senso, non è necessario né utile dare una risposta ad ogni preoccupazione più o meno logica. Lei ha una prescrizione ed è libero di seguirla o meno.
I commenti sono già stati fatti. Lei associa dei concetti semplicemente secondo un'immaginazione incentrata sul fatto paradossale che dalla cura debba avere delle conseguenze negative e fuori controllo. Direi che questo è più un sintomo d'ansia che una domanda da discutere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 123XXX

buongiorno!ora sono 9 giorni che assumo fevarin 50!volevo sapere pero dopo quanto tempo si cominceranno a vedere risultati!cioe' dopo quanto tempo fa effetto questo farmaco?

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ci vuole ancora, e a quella dose comunque è improbabile, presumo che nel tempo il medico intenda aumentarla. Non c'è fretta di farlo, l'effetto compare bene dopo almeno un mesetto di cura, ma a dose superiore. Comunque partendo a dose maggiori si tollera peggio e non si anticipa l'effetto. La scelta del farmaco mi sembra sia congrua con il tipo di sintomi che lei lamenta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Se continua a contare i giorni, secondo me non termina il mese che sospende da solo il trattamento.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#11] dopo  
Utente 123XXX

ora sono quasi 2 mesi che assumo fevarin 50 mg la sera,e da quasi un mese non prendo neanche xanax 0,25 per dormire...pensate che questa cura di fevarin dovrebbe continuare o vada bene visto che ora sto benone?poi volevo sapere ma questi antidepressivi sono curativi?o sono un po come allo xanax?grazie!

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Perde di vista la ragione per cui li prende. La malattia per cui li prende guarisce in 2 mesi ? Ha un andamento ricorrente ? Queste domande deve porle direttamente al medico che la segue per avere un'idea del tipo di rapporto futuro con la terapia, che fortunatamente a dose minima ha prodotto miglioramenti. Non è detto che il miglioramento a questa dose sia sempre soddisfacente. Dopo 2 mesi di terapia non si è consolidato alcun tipo di effetto curativo. Il fevarin non induce assuefazione e dipendenza psicologica, mentre riesce a far regredire i sintomi nel tempo, mentre l'assunzione protratta di xanax non ha stabile efficacia, e anzi può produrre peggioramento nel tempo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 123XXX

ora sono arrivato a tre mesi che faccio la terapia con fevarin 50 al giorno e sto benissimo...il mio neurologo dice che mi ha trovato benissimo e a fine novembre dovro' smettere la cura.voi pensate che devo interrompere direttamente o scalare prima da 50 a 25al giorno?si sentiranno effetti collaterali?

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Smettere la cura dopo pochi mesi è assurdo sia in caso di diagnosi di depressione, che di disturbo d'ansia. Credo che debba andare da uno specialista, questo tipo di programma terapeutico non mi pare sensato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it