Non so se voglio lasciarlo oppure no

Buongiorno, volevo un consulto perché sto prendendo un momento di riflessione sulla decisione da prendere, ovvero se continuare con il mio fidanzato (da 4 anni) oppure mollarlo.
Mi sono resa conto che qualcosa non va, e che forse anche i miei sentimenti per lui sono cambiati poi che in questo momento mi sono presa una cotta per un ragazzo che è un po' opposto a lui, molto diverso e penso sempre a questo.
Penso sia accaduto perché con il mio ragazzo era più di un anno che si era in crisi, si litigava, ma i litigi partivano da me, non sopportavo più vederlo stare al telefono quando eravamo insieme, anche perché ora ci vediamo 1/2 volte ogni due settimane, e vorrei che il tempo fosse perfetto.
Poi va veloce in macchina e lo reputo mancanza di rispetto.
Spesso su argomenti anche di poco valore abbiamo idee diverse e vogliamo avere ragione.
Durante viaggi e vacanze capita che lui si innervosisca senza motivo e quindi io me la prendo, magari perché ho messo in disordine un utensile della cucina, oppure perché dice che sono poco sveglia che sbaglio a tirare/ spingere la porta (non lo fa sempre ma non sopporto questi suoi attacchi di nervosismo).
A volte arriva in ritardo di 30/40 minuti oppure se abbiamo un impegno arrivo a casa sua pronta per partire e lui si deve ancora cambiare e si ferma pure a parlare con la madre, mettendoci mezz'ora o più.
Durante alcune uscite come concerti lui non ha espresso mai emozione nonostante gli piacessero, non canta, non sorride non dice niente, sempre spento e io non ho più voglia di andare con lui in questi luoghi, oppure durante il capodanno siamo andati ad una festa, in mezzo alla gente e non ha accennato un sorriso per tutta la sera/notte.
Un giorno ad un festival gli dava fastidio la troppa gente.
Insomma con lui non si riesce a stare in contesti di socialità, musica, anche discoteche o locali affollati perché reagisce così, e non ti dà nemmeno spiegazioni.
Io ho accumulato una serie di brutti ricordi per questi suoi comportamenti, e lui non ha mai voluto risolvere niente di ciò nonostante io glielo facessi notare, per me era un serio problema.
Ogni vacanza che si fa è rovinata perché lui a cena sta al telefono, perché guarda la partita al posto di stare con me.
(lo chiedo almeno in vacanza), perché va veloce e non fa nulla per cambiare tutto ciò, non pensa neanche di avere torto.
Solo quando ora gli ho detto che non so se voglio continuare la relazione ha detto di voler cambiare, ha detto che ha trascurato me e tutto perché lui i problemi li evita, secondo lui amare vuol dire passare sopra ai problemi, così quelle poche volte che ci si vede non si sta a bisticciare.
Un altro problema che ha è che si addormenta sempre, sia guardando film a casa o al cinema, durante l'intimità addirittura, quando guida gli viene sonno e io sono stanca di fare questa vita che mi fa sentire più vecchia.
Di fatti ho cominciato ad uscire di più con le mie amiche.
[#1]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 4.1k 190
Gentile utente,
che lui abbia cominciato troppo giovane la relazione e se ne sia stancato, o che sia affetto da qualche disagio psicologico, al momento è meno importante della lucida conclusione cui arriva lei stessa: "Io ho accumulato una serie di brutti ricordi per questi suoi comportamenti, e lui non ha mai voluto risolvere niente di ciò nonostante io glielo facessi notare, per me era un serio problema".
La situazione adesso è tutta qui: un rapporto che anziché creare attaccamento ha generato irritazione e distacco; un partner che per quanto avvertito non ha voluto cambiare.
Perfino ora che lei gli dice che lo lascia, pur ammettendo di averla trascurata questo ragazzo afferma che "lui i problemi li evita, secondo lui amare vuol dire passare sopra ai problemi".
In pratica chiudere gli occhi fino a non vedere più l'altro.
A mio parere è il momento di dare un taglio. Sarà doloroso all'inizio, ma è doloroso anche così.
A volte, quando si è fatto di tutto per mettere l'altro sull'avviso, e lui/lei non ha colto i segnali, solo un taglio netto induce ad una riflessione che può portare ad una cambiamento.
In tal modo non si può escludere nemmeno un nuovo incontro dei due su basi diverse.
Continuare in questo modo, invece, lacera irrimediabilmente la relazione e voi stessi.
Le consiglio di conservare la lettera che ci ha mandato. Nei momenti di nostalgia, che non possono mancare, sarà utile rileggerla.
Buone cose.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) gairos1971@gmail.com