Consulto in Psicologia

Buongiorno, sono un ragazzo di 18 anni e ultimamente ho problemi e malesseri legati all'attività sessuale.

Ora, non mi importa adesso esprimere qua i miei malesseri o disfunzioni sessuali che siano, volevo più che altro un consiglio sul come comportarmi.
Mi spiego: la mia psicologa, con cui comunque mi sono sempre trovato bene e mi trovo tutt'ora, è donna; ed essendo io uomo mi sentirei più a mio agio a parlare con un uomo.
Percui il confronto con gli amici o col medico di famiglia può secondo voi bastare?
Dovrei accennare dei miei problemi anche alla mia psicologa?
In linea generale sto parlando di difficoltà a lasciarsi andare e conseguente insoddisfazione dell'orgasmo.
Costantemente.

Grazie in anticipo per la risposta
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 18k 585 67
Gentile utente,

Riguardo alla sua richiesta inerente alla vita sessuale, ci chiede:
"..Dovrei accennare dei miei problemi anche alla mia psicologa?"

Seppure donna, sicuramente sì, parli con la Psicologa.
Il medico di famiglia e gli amici non bastano.
Nel caso la sua Psicologa non fosse attrezzatain materia, sarà lei stessa a comunicaglielo.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta