Ipocondria estremamente forte

Buongiorno, sono un ragazzo di 18 anni, da ormai 12 giorni soffro di mal di testa persistente con un senso di stordimento e confusione e irrealtà con accompagnato occhi affaticati sopratutto quello a destra, sono già andato dal medico e ho fatto delle analisi del sangue e mi ha detto che non ho nulla, io sono convinto di avere un tumore al cervello, tanto che ormai la mia testa sta pensando a come prenderla appena i medici me lo diranno, tralasciando i sintomi che provo e non sapere con certezza cosa ho, volevo intanto chiedere qualche consiglio qui, è da quando sono piccolo che ho degli episodi durante gli anni di sintomi forti che mi fanno pensare a qualcosa di grave, da infarti a tumori allo stomaco, sta volta però mi sembra diverso, sento davvero questi sintomi e sto letteralmente impazzendo, sono ossessionato e cerco i miei sintomi e vedere se combaciano con i sintomi di un tumore al cervello, inutile dire che ormai non vivo nemmeno più bene ma vivo con l’angoscia di avere qualcosa di grave al cervello, non so più cosa fare
[#1]
Dr. Elisa Paravati Psicoterapeuta, Psicologo 10 4 1
Salve, ho letto la sua mail e direi che sia utile fare due considerazioni. La prima legata ai sintomi che ha.... La seconda alle azioni che dovrebbe intraprendere.
I sintomi che ha che potrebbero sembrare di natura ansiogena, in realtà potrebbero essere legati anche allo stress. Problemi di addormentamento, senso di confusione, ansia, problemi di attenzione, questi sono alcuni dei sintomi che scatena lo stress. E lei sicuramente è stressato perchè tutto il giorno pensa a cosa potrebbe avere, pertanto lei rumina, ovvero ha costanti pensieri che non riesce a fermare.
E qui veniamo alla seconda parte. Lei deve rivolgersi ad uno specialista e farsi aiutare. Ha bisogno prima di tutto di abbassare i livelli di stress e poi di iniziare una psicoterapia.
Se non mette in atto queste azioni la situazione potrebbe peggiorare, perchè lei non riesce a controllare l'ansia. Cerchi di trovare dei momenti, in luoghi che le danno tranquillità e dove si sente al sicuro, in cui dedicarsi alle cose che le piacciono. Ascolti musica, legga, passeggi con un amico, vada a mangiarsi un gelato, ed eviti in questi momenti di parlare dei suoi problemi e di ciò che l'afflige. Cerchi di stare distante da persone ansiose e/o che alimentano le sue ansie e cerchi uno psicoterapeuta che possa aiutarla.
Comunque stia tranquillo perchè non ho nulla di grave, deve solo riequilibrare la sua vita, darle un senso, vivere i suoi 18 anni, mi creda che ne vale la pena.

Dr. Elisa Paravati

Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto