Perdita desiderio sessuale in giovane età

Salve, sono un ragazzo di 24anni e da circa 2anni che gradualmente vado col passare dei mesi perdendo(fino a oggi quasi totalmente) il desiderio sessuale, fino all'estate del 2008 ero sempre stato fortissimo sessualmente, avendo sempre rapporti regolarmente sensa mai avere avuto alcun tipo di problemi, ai tempi fumavo poco ma regolarmente e giornalmente anche spinelli, dovendo fare degli esami universitari per una settimana non fumai ne ebbi rapporti sessuali(nessuna iaculazione), passata la settimana dopo l'esame ero un po in astinenza e al primo tiro di spinello che feci notai come un ronzio in testa e successivamente iniziarono man mano a comparire sintomi per tutto il corpo(mi e sorto il dubbio che puo avere influito l'astineza al fumo o la mancata iaculazione per una settimana), la cosa continuo a durare per 3-4 mesi e man mano il mio desiderio sessale andava diminuendo, i sintomi aumentavano e notavo che il colore rosa carne della pelle umana lo vedevo sempre meno acceso, fino a che non iniziai ad accusare anche una iaculazione precoce che si verificava sempre e comunque indipendentemente dalla partner e dopo poche penetrazioni.A quel punto un medico mi suggeri di smettere di fumare e bere, io smisi subito, passai da 20 a zero sigarette in un dì e mi accorsi che i sintomi scomparirono, ora mi chiedo perchè non mi stato suggerito subito prima da un'altro medico che invece mi consigliava una cura farmacologica che provata non ebbe effetto xke si trattava di benzodiazepine che mi davano effetti collaterali negativi facendomi aumentare i sintomi e peggiorare sulla sfera sessuale.Ora che sono passati due anni che non tocco piu una sigaretta ne una goccia di alcol non ho ancora risolto il mio problema, il colore della pelle umana lo vedo di colore tipo grigiastro, che si va man mano sbiadendo col passare del tempo, anche nelle foto, riviste, immagini tv questo colore della pelle lo vedo come se fosse in bianco e nero, penso sia dovuto al cervello che non lo recepisce e non lo focalizza perfettamente, il che mi comporta uno scarso stato di allerta del desiderio, un erezione abbastanza debole che termina con la iaculazione precoce, sempre e comunque come detto prima indipendentemente se si tratti di un rapporto costante con la stessa partner(la mia ragazza) o un rapporto occasionale con una partner diversa.Ciò non mi puo che far pensare che la cosa sia di tipo fisiologico, perchè dal punto di vista psicologico sto bene, sono consapevole di quello che ho e none sono a disagio essendone abituato ormai dopo 2anni, l'unica cosa che provo ogni tanto e un po di rancore per tutto ciò, cerco di affrontare la cosa sempre con grinta dal punto di vista caratteriale..nella vita o sempre messo il sesso e le donne in primo piano che ritengo siano una delle cose che contano di piu per un ragazzo come me di 24anni, spero che mi possiate essere d'aiuto per risolvere il mio problema, vi ringrazio anticipatamente e vi porgo i miei cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
>>> il colore della pelle umana lo vedo di colore tipo grigiastro
>>>

Gentile utente, potrebbe spiegare meglio che cosa intende? Si tratta di una sua percezione reale o di un'immagine metaforica?

Cordiali saluti

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
allora..cerco di spiegarle meglio, io il colore della pelle umana l'ho sempre visto di color rosa, insomma il colore chiaro della pelle di etnia europea intendo(fino a due anni fa questo prima dell'accaduto),tralaltro gli uomini le donne le vedono di colore piu acceso rispetto agli uomini, dico bene? e anche per me era cosi fino a due anni fa, poi col passare di 4-5 mesi dall'inizio di questo tipo di disturbo sessuale mi e venuta a mancar meno la percezione del colore piu acceso sulla donna, vedendo cosi gli uomini e le donne nella stessa maniera, successivamente nei restanti mesi fino ad arrivare ad oggi questo colore lo vado man mano vedendo mese dopo mese un tantino sempre meno acceso rispetto al mese di prima, quindi progressivamente il colore tende sempre ad essere sempre più spento col passare del tempo tendendo sempre di piu al bianco e nero, anche guardandomi io stesso nudo allo specchio mi vedo tipo in bianco e nero, percepisco un colore che sa di graduazione di grigio che non ha niente a che vedere con il colore di tonalità forte e acceso con cui vedevo le donne 2 anni fa
[#3]
dopo
Utente
Utente
corrego quanto scritto nelle ultime righe...non percepisco una graduazione di grigio, ma un rosa che col passare dei mesi perdendo sempre di piu di colore tende a diventare quasi un grigio
[#4]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
La sua associazione fra colore della pelle e desiderio sessuale è interessante e particolare, credo che meriterebbe di essere approfondita con dei colloqui di persona. Purtroppo da qui è difficile dirle altro, si rischierebbe di darle consigli inappropriati.

Ma se vuole aggiungere altro, la ascoltiamo.

Cordiali saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Lasciando stare come vedo il colore della pelle che è solo un dettaglio (tutto sommato mi va bene anche così ormai ne sono abituato) quello che più importa a me in questo momento e come gestire al meglio la situazione per la mia salute...cioè intendo dire cose la peggior cosa che ormai mi puo succedere da qui in avanti? posso recuperare il mio desiderio sessuale? posso guarire dalla iaculazione precoce? Puo avere inciso l'astinenza al fumo e al sesso per una settimana per come è scadurita la cosa inizialmente? Se ricominciassi a bere o a fumare cosa mi potrebbe succedere? Io penso che dal punto di vista caratteriare/psicologico sto più che bene..non le chiedo di scrivere tutto x email, ma almeno un accenno sulla corretta strada da intraprendere per capire almeno se ho sbagliato e in cosa ho sbagliato...grazie
[#6]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
L'astinenza al fumo è raccomandata perché fa bene al desiderio sessuale. L'astinenza alla cannabis ancor più raccomandata. L'astinenza dal sesso per una settimana, alla sua età, dovrebbe semmai aumentare il desiderio, non farlo diminuire.

Però tutto questo in generale, non si può dirle nulla di preciso senza conoscerla. Oltretutto se ha fatto uso di alcol, fumo e cannabis è possibile che ciò abbia influito e contribuito ai sintomi che ora accusa, anche se nel frattempo ha smesso.

Sarebbe opportuna una visita psichiatrica, per sondare bene questi aspetti.

Cordiali saluti
[#7]
dopo
Utente
Utente
Preciso, adesso che ho smesso di fumare e bere(da piu di un anno) non accuso più nessun sintomo. Già precedentemente ho fatto un paio di sedute psichiatriche e mi sono stati prescritti farmaci che non mi sono mai serviti a nulla, perchè si trattava di antidepressivi che incidevano sull'umore, (ma io non ho nessun problema ne di depressione ne di scarso umore) ma dal punto di vista sessuale non ho mai avuto alcun miglioramento, anzi all'assunsione di farmaci mi tornano quei sintomi che mi fanno peggiorare sessualmente, quindi mi sento sicuramente meglio sensa prenderne farmaci...quindi a parte che devo continuare a non fumare e bere, poi cosa posso fare? per poter cercare di recuperare il desiderio sessuale perso...
[#8]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Gliel'ho detto: non si può essere specifici senza prima conoscerla né aver fatto dei colloqui con lei. Attraverso questo servizio non si può intervenire direttamente né dare "consigli" terapeutici. Se ritiene di aver bisogno di questo devo rinviarla a degli specialisti, ma di persona.

Cordiali saluti
[#9]
dopo
Utente
Utente
ok, mi puo suggerire a chi rivolgermi? la ringrazio
[#10]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Purtroppo non conosco personalmente nominativi di colleghi nella sua zona.

Legga quest'articolo:
https://www.medicitalia.it/minforma/psicoterapia/533-mini-guida-per-la-scelta-dell-orientamento-psicoterapeutico.html

Se volesse orientarsi verso un terapeuta di tipo strategico può consultare questa lista:
http://www.centroditerapiastrategica.org/ita/affiliati%20prof%20ita.htm

Cordiali saluti
[#11]
dopo
Utente
Utente
ho appena guardato la guida che mi ha inviato, io sono già stato da specialisti sia di tipo psicoanalitico che cognitivo-comportamentale, ma non ottenendo nessun risultato, perchè io effettivamente non ho nessun tipo di problema psicologico, ad un psicologo anche di presenza non ho niente di più da riferire, rispetto a quello che ho scritto qui sul mio primo messaggio. L'unico mio problema che è la mancanza del desiderio sessuale, lo ritengo qualcosa di tipo fisiologico, ho letto qui in una pagina del sito questa frase: "Quello sessuale è una pulsione, il sentimento che spinge un individuo verso un altro. Il desiderio sessuale, da un punto di vista neurologico, è prodotto dall'attivazione di specifici aggregati neuronali situati a livello del cervello, nel rinencefalo, che è la parte più antica del nostro sistema nervoso centrale. Questa zona del cervello controlla e influenza tutte le nostre complesse esperienze emotive e sessuali". Quindi se in passato con l'alcol e la cannabis si è guastato qualkosa nel mio cervello, la mancanza del desiderio dipende la questo e non penso che possa essere un psicologo a risolvere il problema nel mio caso.
L'unica tra le terapie elencate che non conosco è quella di tipo STRATEGICA, puo essere utile nel mio caso? visto che i primi di gennaio sarò a milano centro potrei andare lì da qualke specialista, tra queste dott.sse elencate ce qualkuna che lei conosce personalmente che mi puo consigliare?
[#12]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Entrambi i fattori neurologici e psicologici possono concorrere nel causare una riduzione del desiderio. Ecco perché a mio parere dovrebbe ricevere valutazioni chiare sia dal medico (psichiatra o neurologo) che dallo psicologo.

A dir la verità, la mancanza del desiderio sessuale è più spesso risolvibile per via psicoterapeutica, ma non posso dirle se nel suo caso sia così, dato che non la conosco.

La terapia breve strategica è molto efficace, come altre, e ha il pregio che quando non riesce a risolvere un problema lo si vede molto presto, dopo pochissime sedute. Se desidera nominativi diretti di qualche professionista a Milano può scrivermi privatamente.

Cordiali saluti
[#13]
dopo
Utente
Utente
..le ho appena scritto in privato. Posso chiederle un'ultima informazione, non trova che sia molto grave che io alla comparsa del disturbo sono andato subito da uno specialista psicoanalitico che dopo 3 mesi non mi abbia mai riferito che dovevo smettere di fumare e bere (in 6 sedute a sempre parlato l'altro sensa darmi mai questa informazione) informazione che ho avuto dal secondo medico dove sono andato, quindi ho smesso 4 mesi dopo, ma se avrei smesso subito avrei risparmiato tantissimo in salute e dal punto di vista sessuale non sarei in fase di stato cosi aggravante come lo sono adesso. E poi un'altra cosa, quanti sono i ragazzi della mia età che in italia soffrono di questo disturbo approssimatamente? 1 su 500 1 su 1000 e la probabilità che fumando uno spinello si venga a creare questo tipo di guasto neurologico...1 volta ogni quanto? ancora oggi mi chiedo come possa essere possibile..io neanche fumavo tantissimo, conosco gente che si fa di qualsiasi cosa da anni e scoppia di salute
[#14]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Purtroppo la suscettibilità agli effetti delle droghe non è la stessa per tutti gli individui. Ad alcuni può bastare un solo "tiro" di canna o una sola pillola per subirne gli effetti negativi. Ma nel suo caso, ripeto, non è possibile saperlo senza conoscerla. Le suggerisco di reinserire questa domanda in area Psichiatria per avere risposte dai colleghi medici, che potranno essere più indicative.

Cordiali saluti
[#15]
dopo
Utente
Utente
OK la rigrazio per l'attenzione, saluti cordiali

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio