Com'è possibile una tale differenza tra il sogno e la realtà

Cari dottori, dall'ultima volta che vi ho scritto per parlarvi delle fantasie che avevo nella prima adolescenza, è sorto un altro problema! Da quel giorno pur essendo tranquilla con me stessa ho cominciato a fare una serie di sogni proprio a sfondo omosessuale, durante i quali mi è anche sembrato di avvertire delle contrazioni a livello vaginale (non so se definirlo orgasmo perchè confrontandolo con quello che ho in realtà con il mio fidanzato è molto ma molto meno imponente, potrei definirle pulsazioni flemmatiche). In questi sogni non ho mai rapporti con l'altro sesso, immagino di averli oppure immagino proprio di eccitarmi, come se mi concentrassi proprio per avere quelle "pulsazioni" e che quelle immagini mi diano solo l'imput. E' contorta da spiegare come cose quindi scusate la confusione, ma spero comunque che vi arrivi almeno un minimo di quello che intendo. Continuo ad essere convinta che le donne non mi piacciano, tant'è che delle cose che sogno durante la notte nemmeno una mi eccita da sveglia! Mi è capitato di svegliarmi un secondo dopo aver avvertito le pulsazioni e non solo di non sentire più niente a livello fisico ma anche di non essere minimamente eccitata riguardo ciò che stavo sognando!! Mi sembra di sdoppiarmi! Com'è possibile una tale differenza tra il sogno e la realtà? Ok, nel sogno si è in uno stato di incoscienza, ma possibile che io riesco così bene ad allontanarmi da quelle che sono le mie emozioni in realtà? Insomma, ho provato anche a vedere dei film erotici per capire su chi è che il mio sguardo si posava, e automaticamente ciò che mi eccitava era l'uomo e il suo aspetto fisico mentre la donna mi lasciava completamente indifferente,sebbene fosse carina (Non è mio solito vedere certi film però non capivo ed ho voluto provare). Sapete dirmi il perchè di questi sogni? perchè io non riesco a trovare nemmeno una connessione con me stessa!
[#1]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4,1k 93 43
Gentile Ragazza,
la questione resta sempre la stessa, anche se si tratta di sogni.
La realtà non è quasi mai o bianca o nera, ma presenta una variegata gamma di tonalità sfumate.
Non è certo continuando a "testarsi" che supererà i suoi dubbi e le sue ansie.

Cordiali saluti e auguri per il nuovo anno.

Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
ASTI-3315246947-paola.scalco@gmail.com

[#2]
dopo
Attivo dal 2011 al 2011
Ex utente
Auguri anche a lei dottoressa e grazie per le risposta, sia per questa sia per quella della domanda che avevo posto precedentemente!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio