Rapporto di coppia e sesso

Buongiorno, sono una ragazza di 21 anni e da un anno e mezzo circa ho una relazione con il mio ragazzo. Nell'arco di questo periodo, mi sono resa conto di avere delle forti difficoltà ad accettare il passato di Lui, colmo di relazioni occasionali con parecchie ragazze a mio parere molto differenti da me, soprattutto a livello di immagine. Un'immagine che per diverso tempo (durante la nostra relazione) è andato a ricercare su facebook..Spulciando nella sua cronologia (qualcosa mi diceva di dover controllare) ho trovato una sequela di visite a foto di ragazze tendenzialmente di età inferiore alla sua (24) e alla mia.. ma anche foto di sue ex. Ho scoperto anche frequentazione di siti pornografici.. in cui ricerca minuziosamente determinati tipi di ragazze/donne che. ribadisco, sono completamente differenti dalla mia persona. Ora, per quanto riguarda le foto, la faccenda è stata risolta, mentre per quanto riguarda i video porno no. Vorrei specificare che passiamo la maggior parte del nosrto tempo insieme, e quando anche solo per un giorno o una notte non ci vediamo, lui torna sui siti porno.. Questa cosa mi fa molto soffrire e mi ossessiona, mi fa sentire inadeguata e non corrispondente ai suoi gusti..A volte mente dicendo che non li guarda piu, ma abitualmente scopro che li guarda e che cancella la cronologia.(negando di averlo fatto nonostante le mie accuse fondate) Nel complesso sono una bella ragazza ma non mi sento desiderata da lui. Lui dice di amarmi, di tenerci a me eppure noto nei suoi comportamenti qualcosa di strano.. facciamo l'amore solo dopo esserci coricati, mai una voglia improvvisa.. durante l'atto non mi spoglia mai e di conseguenza non guarda il mio corpo nudo, come se ne avesse timore o disinteresse. Si premura soltanto di scostarmi gli slip e di penetrarmi nelle solite 2 o 3 posizioni (questo per far capire la meccanicità dell'azione, la ripetizione abitudinaria) fino al raggiungimento dell'orgasmo. Non dedica mai piu di mezz'ora al sesso, e non pratica sesso orale su di me, nemmeno sotto richiesta..cambia "argomento" diciamo. Questa situazione mi fa stare veramente male e mi ha provocato un'ossessione di sapere cosa guarda cosa fa cosa pensa quando non sono con lui e soprattutto il fatto che cancelli "le prove" mi fa insospettire ancora di più. Ho provato a parlagliene senza entrare nei particolari come ho fatto qui, ma a suo dire è tutto a posto. Sembra quasi che voglia evitare il problema.. Ovviamente mi farò coraggio e ne parlerò piu approfonditamente con lui, ma ho voluto anche chiedere un parere medico, per capire se dietro a tutto questo modo di comportarsi si nasconde qualcosa di pericoloso, anche se pericoloso già lo è visto il mio stato d'animo.. Spero di essere stata chiara e di non aver tralasciato punti importanti, attendo speranzosa una vostra risposta..
Vi ringrazio anticipatamente !
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazza,

alcune precisazioni:

- è vero che guardare troppo i video porno può incidere sulla vita sessuale e quindi portare a dipendenza

- ma è anche vero che tutti i ragazzi guardano video porno, accadeva anche in passato, ancora di più oggi col facile accesso tramite internet.

Credo che il passato, così come il fatto che il tuo fidanzato si metta a guardare i video porno non debba farti sentire inadeguata, altrimenti rischi di creare un problema dove non c'è.

Piuttosto chiediti come mai vai a vedere sul pc del tuo ragazzo...

Se la vostra vita sessuale ne risente, sicuramente dovete parlarne con calma e molto apertamente.
Come sono gli altri aspetti della vostra relazione?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Ragazza,
Credo che il punto della situazione non sia quante volte lo fa e cosa guarda,ma " perche" lo fa.
I pedinamenti e gli spionaggi non aiutano ne' la coppia, ne' il suo more, ne' la fiducia, provi a dialogare serenamente con lui, magari facendo un bilancio del vostro rapporto.
Le allego un mio articolo sull' argomento

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2045-il-mio-ragazzo-marito-guarda-film-porno-mi-sento-tradita.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3]
Dr. Fernando Bellizzi Psicologo, Psicoterapeuta 1,1k 37 9
Gentile Utente,

Le rispondo anche io per portarLe il punto di vista maschile, e per farle cercare di sfatarLe alcuni miti sul mondo della pornografia... nonchè per falre notare che esistono le *differenze individuali* e che non siamo tutti fatti con lo *stampino* per cui dobbiamo essere tutti uguali ed omologati.
Questo anche per rispondere al fatto che guarda donne *diverse da Lei*.

> facciamo l'amore solo dopo esserci coricati, mai una voglia improvvisa..
Cosa intende per voglie improvvise?
State facendo la spesa ed improvvisamente avete un rapporto nel reparto di *pasta di semola di grano duro*? Dove le è capitato di avere *voglie improvvise* e soddisfatte?

> di penetrarmi nelle solite 2 o 3 posizioni
È vero che il kamasutra elenca 100 posizioni, ma specifica anche che non è necessario farle tutte e 100 e che per alcuni sono richieste anche abilità ginniche!

> (questo per far capire la meccanicità dell'azione, la ripetizione abitudinaria) fino al raggiungimento dell'orgasmo.
1. se lei comunque raggiunge l'orgasmo vuol dire che prova piacere e non noia
2. e se guarda i siti pornografici a scopo educativo per imparare nuove posizioni?
3. ma Lei non propone nuove posizioni? Ah, scusi, ma Lei come fa a sapere che esistono *altre posizioni*?

> Non dedica mai piu di mezz'ora al sesso,
... solo alcuni durano tanto, e gli attori dell'industria del porno durano ore... grazie al fatto che anche i film porno sono fatti di tanti *ciack* e di tante riprese *successivamente montate* insieme in modo da rendere l'idea di *una lunga durata*.

>e non pratica sesso orale su di me, nemmeno sotto richiesta..
... anche questo è un mito dell'industria del porno che a tutti piaccia il sesso orale e che tutti debbano fare sesso orale (di nuovo, mi scusi, ma a me sembra che ci siano un pò troppi clichè e che ci sia poco spazio per le differenze individuali...).
Poi ci sono degli accorgimenti anche per praticare il sesso orale, tra cui mangiare una *mentina* molto potente prima di procedere...

> anche se pericoloso già lo è visto il mio stato d'animo..

...e se fosse il *Suo stato d'animo* ad essere la causa di questa pericolosità percepita?
Ora, può essere che Lei abbia incontrato partner che si comportavano diversamente dal Suo attuale ragazzo, ma appunto è questione di diversità.
Forse anche Lei è ossessionata dai *siti porno*, in modo diverso rispetto al Suo attuale ragazzo, e forse anche Lei, in qualche modo, deve adattare le sue fantasie all'attuale realtà (tanto più che comunque raggiunge l'orgasmo), o modificare l'attuale realtà per adeguarla alle Sue fantasie.

Che ne pensa del punto di vista maschile?

Dr. Fernando Bellizzi
Albo Psicologi Lazio matr. 10492
http://www.ericksoniano.it/medicitalia/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto vorrei ringraziarvi per le tempestive risposte!! Cerco di rispondervi il più chiaramente possibile. Parto dal presupposto che il fatto che "tutti guardino film porno" non possa essere una giustificazione dell'atto, in quanto è vero che la maggior parte degli uomini lo fa ma esistono anche persone che non ne sentono la necessità.(oppure è cosi raro ormai trovarne?)ed è questo "bisogno" che non comprendo, è veramente necessario ? E' necessario praticare autoerotismo guardando un'estranea? Perchè non pensare invece al corpo della propria donna, alle sensazioni che trasmette, al contatto tra due corpi che si amano e si desiderano? Devo sentirmi "antica" nel mio modo di pensare? O semplicemente un individuo che sa ancora pensare con la propria testa e non lasciarsi traviare da giustificazioni del tipo: "lo fanno tutti"? Allora a questo punto se dovessi adeguarmi a questo punto di vista significherebbe non credere nella "diversità degli individui". Perchè gli individui ormai pensano che sia giusto e normale guardare film porno ad esempio.(e cosi come i film porno tantissime altre cose) Io credo molto nella "diversità degli individui" il fatto è che ormai la maggior parte delle persone sono tutte diversamente uguali. Chi si discosta dal pensiero comune ( come me in questo caso) è destinato solo a fare la fine di tutti gli altri facendosene una ragione, volente o nolente.. Oppure a rimanere nel proprio angolo di "piccolo mondo antico" escluso da quella che viene definita realtà. Questo è un discorso che mi tocca molto e che mi piacerebbe approfondire ma in questo caso finirei per non parlare del mio problema di coppia. Per quanto riguarda il controllare il pc sono la prima ad ammettere che sia un'azione controproducente e per niente costruttiva, purtroppo quando si ha un tarlo nella testa è difficile da scacciare, per questo mi sono rivolta anche a questo sito. Ho sentito la necessità di avere pareri diversi che non siano il mio o quello del mio ragazzo. Sulla questione del perchè controllo, non saprei dire con precisione.. all'inizio mi è venuto il sospetto, mosso credo dalla mancanza di fiducia di fondo che ho nei confronti delle persone. Dopo di chè è stato una concatenazione, dopo essermi sentita "tradita" la prima volta non ho piu smesso..Per quanto riguarda gli altri aspetti della nostra relazione lui accusa di vedermi troppo spesso e di non sentirsi libero di fare ciò che vuole a causa del mio "attaccamento".. Tornando al discorso sesso, non sono ancora riuscita a parlargli apertamente e quindi a chiedere del perchè guardi porno.. Vorrei precisare alcune cose al Dottor Bellizzi: come dicevo prima sono la prima a credere fermamente nella diversità degli individui, ma seguendo il suo ragionamento dovrei omologarmi al pensiero "comune" e di conseguenza mettere a tacere la mia individualità giustificando la questione con "lo fanno tutti" quindi va bene. Trovo della contraddizione in questo, con tutto rispetto ovviamente. Sul fatto che guardi donne diverse da me era più riferito ai gusti personali, non mi sento corrispondere ai suoi gusti sapendo quali sono e vedendo cosa va poi a ricercare. La mia lamentela riguardo le posizioni non voleva essere una critica, di certo non sono "un'atleta" e non pretendo niente di estremamente difficile. Per me conta la naturalezza con cui si fanno le cose, cioè non trovo naturale il suo modo di praticare il sesso, mi scuso per essermi espressa male. E questo riguarda anche per la "durata", non voglio avere un porno attore nel letto, però ripeto quello che mi turba è la non-naturalezza che mi trasmette.. E non sto dicendo di non raggiungere l'orgasmo, anzi mi sarà capitato 2 o 3 volte nell'arco di un anno e mezzo di non raggiungerlo ma fondamentalmente per questo problema, perchè magari mi fissavo a pensarci sopra non concentrandomi sul sesso.. non per altro. Ma credo anche che piu passi il tempo piu questo problema mi affligga, per questo vorrei risolverlo. Agli inizi di una relazione non ci si pongono tante domande, ci si lascia trasportare dalle cose.. e al dilà di questo credo che non sia normale che lui non provi desiderio di vedermi nuda ad esempio. Sulla questione sesso orale, non credo sia questione di "mentine", e la cosa non mi è cosi necessaria, ovviamente mi piacerebbe, il fatto è un'altro, io pur non amando la pratica, sapendo che è il mio ragazzo e sapendo che lo amo, non mi faccio problemi a farlo su di lui. O per lo meno so che lo desidera parecchio e io sono contenta di renderlo felice.. quindi non capisco cosa lo blocchi..e ovviamente questo dovrò chiederlo a lui... Infine vorrei precisare di essere una persona molto riflessiva a volte anche troppo, e riconosco che il mio comportamento possa diventare "pericoloso".. Lo è gia per me e ne sono cosciente, e non voglio che continui a rovinarmi i rapporti con le persone. Se non avessi preso consapevolezza di questo non mi sarei rivolta a questo sito. Mi scuso se mi sono dilungata troppo.. Nella speranza di ricevere ancora vostri pareri, vi ringrazio anticipatamente!!
[#5]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente, lei scrive:

"esistono anche persone che non ne sentono la necessità.(oppure è cosi raro ormai trovarne?)ed è questo "bisogno" che non comprendo, è veramente necessario ?"

In realtà ci sono uomini che fanno uso della pornografia e non lo dichiarano o non si fanno beccare e uomini che non ne fanno uso così frequente ma che potrebbero avere inibizioni o sentimenti di colpa, ecc...

Quello che Lei ha espresso è chiaro e legittimo, ma non crede che ci sia il rischio di creare un problema dove non c'è nella sua storia d'amore? (" Infine vorrei precisare di essere una persona molto riflessiva a volte anche troppo, e riconosco che il mio comportamento possa diventare "pericoloso"..)

Un cordiale saluto,
[#6]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4,9k 86 99
Gent.le ragazza,
condividere le riflessioni con il tuo ragazzo ti offrirà l'opportunità di "aprire una finestra" sul suo modo di vivere la sessualità nel rapporto con te, magari evitando di iniziare il discorso dall'accusa relativa alla visione di video pornografici, che provocherebbe solo una reazione difensiva. Condividere con il partner le proprie fantasie, il proprio vissuto durante il rapporto sessuale può facilitare il confronto e migliorare il livello d'intimità.

Dr.ssa SABRINA CAMPLONE
Psicologa-Psicoterapeuta Individuale e di Coppia a Pescara
www.psicologaapescara.it

[#7]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Ragazza,
Il punto della questione non e' se la visione di film pornografici, sia lecito, giusto, indispensabile, sostitutivo di un rapporto a due, ecc....ma il suo vissuto in merito alla questione.
Soltanto un dialogo aperto , sincero ed empatico, con il suo ragazzo, potrebbe aiutarla a superare questo momento di difficolta' della vostra coppia.
[#8]
Dr. Fernando Bellizzi Psicologo, Psicoterapeuta 1,1k 37 9
Gentile Utente,

Adesso non vorrei sembrare il paladino del porno, ma io ho il doppio dei suoi anni ed ho vissuto il Partito dell'Amore eletto in Parlamento; oggi il mondo del porno è diffuso perchè accessibile e gratuito, ma soprattutto è diffuso perchè è qualcosa richiesto, cioè attira. Noi, da giovani, non avevamo internet, ma le posso assicurare il porno circolava in materiale cartaceo ed in VHS. Credo che il 90% dei giovani maschi elettori conoscesse i membri (non è proprio il termine giusto) del direttivo del Partito dell'Amore. Poi con internet, ma non come lo consoce oggi Lei, già circolavano le prime foto (i filmati erano ancora lontani).

Non so se può consolarla, ma che la Sua situazione sia comune a molte donne è dimostrato dal fatto che il gruppo musicale "Il Genio" ha scritto una canzone di successo nel 2008, e Lei, tutto sommato potrebbe far sue le parole della canzone.

Che altro scriverLe? Le posso citare le parole della moglie di un mio amico: non sono contenta che guarda i siti porno, ma fintanto che le donnine nude le vede attraverso lo schermo del pc, va tutto bene, dato che l'alternativa sarebbe vederle dal vivo e questo proprio non riuscirei a tollerarlo e sarebbe un vero problema.

Perchè i maschi guardano più donne? Probabilmente fa parte di quel retaggio biologico per garantire la sopravvivenza della specie, laddove era necessario garantire tanta prole per bilanciare la mortalità durante il parto e la mortalità infantile, per cui un maschio doveva essere in grado di fecondare più femmine; e questo probabilmente spiega anche l'eccedenza di femmine rispetto ai maschi.

Rispetto a ciò che Le hanno detto le colleghe, mi sento di sottolinearLe il fatto di dialogare con il Suo ragazzo e di esprimere ciò che sente e di parlare del sesso, e dello scambio reciproco dei desideri e delle aspettative, ma anche rispettare i propri gusti e chiedere, ma anche saper dire di no a ciò che non Le piace! Amore è accettare sé stessi e l'altro per come si è!



[#9]
Attivo dal 2010 al 2016
Psicologo, Psicoterapeuta
Gentile utente, valuterei il problema che ci espone da una duplice prospettiva.

Un primo aspetto riguarda la sua insoddisfazione circa l'intimità con il suo ragazzo. Non è del tutto indipendente dalla fruizione di pornografia di cui accenna, sia perché è ipotizzabile una correlazione tra questa attività ed un calo del desiderio, sia perché il suo ragazzo potrebbe aver perso di vista molti aspetti dell'intimità sensuale, come la tenerezza, l'attenzione ai bisogni della partner, etc.
Riguardo questo aspetto un dialogo aperto con il suo ragazzo, magari stando attenta a tenere a bada colpevolizzazioni, accuse etc.,potrebbe aiutarvi a sciogliere questo nodo.

Altra cosa é valutare se lei adotta una modalità di giudizio morale un po rigida, e magari incontra difficoltà nel comunicare apertamente i suoi pensieri, bisogni e stati d'animo.

In entrambi i casi può provare ad apportare qualche correttivo al vostro dialogo di coppia di e, se sentisse di non farcela, eventualmente prendere in considerazione l'idea di una consulenza di coppia che aiuti il suo ragazzo a sintonizzati anche su di lei, prendendo le distanze da modelli e stereotipi che non hanno nulla di reale, e che aiuti lei a comunicare in modo più efficace e a dar voce ai suoi pensieri e stati d'animo in modo assertivo.

Cordialmente

[#10]
dopo
Utente
Utente
Buonasera a tutti, vi ringrazio di nuovo per la disponibilità. Leggendo consigli e pareri diversi sono riuscita a farmi un'idea piu ampia della questione e ho trovato finalmente il coraggio di esporre il problema al mio ragazzo! Senza ombra di dubbio la soluzione piu costruttiva è comunque il dialogo, ma grazie anche al "parere maschile" che mi è stato dato sono riuscita (sforzandomi lo ammetto) a dare un peso diverso al tutto, trovando la forza di discuterne.. Ho apprezzato anche il "collegamento musicale" che in effetti, nonostante sia dei miei tempi e nonostante io l'abbia cantato con leggerezza parecchie volte (nel 2008) , mi era sfuggito!! Nel rispetto di tutti, ho trovato le parole del Dott.Calì particolarmente adeguate, in quanto è vero che probabilmente una serie di fattori possano averGli fatto perdere di vista molti aspetti dell'intimità sessuale ed è vero anche che adotto una modalità di giudizio morale un po rigida,( su questo punto mi piacerebbe approfondire in realtà, in quanto ne derivano molti problemi per me). Sono molto contenta quindi di essere riuscita a trovare la forza di affrontare questo argomento insieme a Lui, e spero che in futuro avrò sempre meno difficoltà a confrontarmi su certi argomenti.. Per ora comunque abbiamo discusso riguardo il "porno", e con stupore mi sono resa conto che non lo fa per colpa di mie mancanze o insoddisfazione, ma semplicemente per il motivo per cui lo fanno tutti gli uomini..per Lui non è indispensabile e può evitare di farlo, magari solo ogni tanto.. Le sue parole mi sono sembrate sincere, credo di essermi approcciata al meglio, con un po di timidezza, insicurezza e si anche imbarazzo.. Ma tutta la tensione accumulata durante questi mesi è stata spazzata via dai chiarimenti, dalle risate e dalla voglia di fare l'amore..
Per quanto riguarda gli altri particolari, ho preferito aspettare..(cosa ne pensate?) per ora mi godo questa piccola fetta di serenità che sono riuscita a raggiungere..
Grazie ancora a tutti,

C.
[#11]
Dr. Fernando Bellizzi Psicologo, Psicoterapeuta 1,1k 37 9
Gentile Utente,

> per ora mi godo questa piccola fetta di serenità che sono riuscita a raggiungere..

Mi sembra un ottimo risultato! L'importante è comunicare e condividere!
Un passo alla volta si raggiunge la meta, ed un mattone alla volta si costruisce la casa!
Grazie a Lei per la fiducia accordataci!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio