Paura di ingrassare e fissazione sul corpo e cibo

Buonasera, sono una ragazza di 25 anni,vi scrivo riguardo un problema che mi sta assillando da un po di mesi e più,io sono alta 1,65 cm e peso 54 kg (adesso),sono sempre stata di corporatura robusta e fino a qualche anno fa pesavo 58kg,il tutto è iniziato da quando per un problema di stomaco (helycobacter pylori) ho perso tanti chili fino ad arrivare a pesarne 45,dopo la cura ho recuperato i chili persi ma ho subito colto l'occasione per non ritornare più al peso precedente (58 kg),adesso ho sempre la "fissa" del bel fisico corpo asciutto,magro ,io voglio perdere peso ed arrivare a 52 kg cosi so di essere soddisfatta,bella,accettata,ho eliminato pane,pasta e dolci,per me sono diventati del "veleno",mangio cose sane e alimenti come la soia o snack dietetici,ho iniziato a bere tanto perchè l'acqua elimina i grassi del corpo,non vado neanche più a mangiare una pizza con gli amici per paura di ingrassare e se mangio un pezzettino di pane o esco fuori dalle regole mi sento subito in colpa,inoltre faccio sempre il conto delle kcal degli alimenti e mi chiedo quanti ne introduco al giorno per non ingrassare.Le persone che mi sono vicine dicono che io starei bene con qualche chilo in più,e che adesso sono magra e che cosi non sto bene, ma io non ci credo,penso che lo dicono solo per non offendermi,per non dirmi la verità che io in realtà sono grassa.Faccio sempre il confronto con le altre ragazze e guardo molto il fisico delle modelle su internet,vorrei essere cosi.Sto andando da una psicologa per problemi nello studio universitario e le ho accennato questo problema e lei mi ha proposto di andare da un dietologo per farmi misurare massa grassa e magra.Secondo voi è giusto? Le persone vicino a me dicono che secondo loro è sbagliato perchè io cosi posso peggiorare la mia situazione sapendo quanta massa grassa ho,perchè io non ne voglio avere...Mi sento sempre insoddisfatta,quando mi guardo allo specchio non mi vedo come vorrei essere,ma io non credo di stare esagerando mentre gli altri dicono che il mio comportamento può essere pericoloso per un futuro e diventare anoressica,a me sembra solo un modo di tenersi in forma in salute.la mia domanda è: secondo voi io ho qualche disturbo di alimentazione?cosi facendo posso andare incontro a problemi come l'anorressia o altro?è giusto andare da un dietologo?oppure dovrei andare da qualche psicologo specializzato in disturbi dell'alimentazione?
Vi ringrazio moltissimo per l'ascolto
[#1]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Quello che traspare è certamente ansia e preoccupazione, si dovrebbe dire immotivate, dato che è già sottopeso se i dati che ha indicato sono esatti. Il suo BMI è già a 19.

>>> Sto andando da una psicologa per problemi nello studio universitario e le ho accennato questo problema e lei mi ha proposto di andare da un dietologo per farmi misurare massa grassa e magra.Secondo voi è giusto?
>>>

L'indicazione potrebbe essere giusta ma superflua, dato che lei stessa riconosce che il problema è la fissazione sul cibo, non il dato di fatto oggettivo del peso, dato che è *già* sottopeso.

Perciò l'aiuto primario di cui lei avrebbe bisogno è quasi certamente psicologico più che medico.

Legga anche quest'articolo a proposito di quanto può essere controproducente mangiare solo cibi "sani":

https://www.facebook.com/saicomefarlo/posts/762284393887066

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Dottor Santonocito per la sua risposta.Ho letto con interesse l articolo da lei postato. Ma il solo pensiero di scegliere la qualità dei cibi mi spaventa.Dico sempre che le cose buone sono sempre quelle che fanno male che fanno ingrassare e si vede infatti la maggior parte delle persone con problemi di peso mangiano tanto e alimenti grassi!!.Se dovessi mangiare i cibi che mi piacciono a questo ora sarei obesa..La mia in realtà non è una vera e propria preoccupazione ma lo è di più per le persone che mi sono accanto. Il mio noto essere un problema di fiducia negli altri,io non credo di essere sottopeso anzi mi vedo grossa...oscillo tra i 54 e i 55 e questo mi terrorizza perché sono alta solo 165,se dovessi aumentare di peso sarà la fine per me. Quindi secondo lei hanno ragione i miei familiari e amici che se io continuo così posso diventare anoressica?secondo lei quindi dovrei andare da uno specialista ma so che così facendo sarei triste perché cederei e il mio obiettivo svanirà e diventerò grassa!!
[#3]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
>>> Quindi secondo lei hanno ragione i miei familiari e amici che se io continuo così posso diventare anoressica?
>>>

Se ne ha paura, probabilmente non lo diventerà. Ma continuerà a vivere nella paura: di diventare anoressica, di ingrassare, di mangiare male, di ricevere consigli sbagliati ecc. Le sembra più accettabile?

Il suo appare più un problema di ossessività, che ha per contenuto il cibo e il peso. Si tratta di ansia che si esprime come preoccupazione eccessiva per il suo aspetto e per ciò che mangia.

>>> io non credo di essere sottopeso anzi mi vedo grossa
>>>

Lei non lo crede, eppure per la scienza sembrerebbe di sì: il suo BMI è di 19,10, quindi già un pochino sottopeso.

>>> Dico sempre che le cose buone sono sempre quelle che fanno male che fanno ingrassare e si vede infatti la maggior parte delle persone con problemi di peso mangiano tanto e alimenti grassi!!
>>>

Lo dice sempre, ma anche quando siamo convinti di qualcosa possiamo sempre sbagliarci. La psicopatologia, infatti, consiste nel credere con troppa forza a qualcosa che sentiamo, pensiamo o crediamo.

Le persone grasse non ingrassano perché mangiano cibi buoni, ma perché trasgrediscono varie regole di igiene alimentare allo stesso tempo. E anche perché non trasgrediscono abbastanza... E perché non fanno esercizio. Che oltretutto è un'ottima cosa anche per tenere a bada l'ansia.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio