Utente
Salve,
sono in cura dal mese di maggio 2008 con ansiolitici (Compendium) e antidepressivi (Marpram) a causa di disturbi d' ansia con attacchi di panico che mi avevano portato una lieve depressione.
Ora a distanza di mesi vedo che la cura mi sta facendo veramente bene, al momento prendo 4 gg di compendium 2 volte al dì e 9 gg di Marpram la sera.
Ora però ho un problema grandissimo, dopo mesi che ho recuperato la voglia di fare tutto e che riesco a riandare a cena fuori e a ricondurre una vita alquanto normale (sono stata x mesi sempre a casa), mi è rimasto un grande ostacolo da superare: la scuola di ballo.
A giugno ho dovuta interromperla perchè come entravo lì dentro mi sentivo male e dovevo correre al bagno.
Ora sta per iniziare di nuovo e io da stamattina mi sono alzata con l' agitazione addosso. (visto che la prima lezione è stasera.)
Cosa mi consigliate?

[#1]  
Dr. Antonio Vita

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
RECANATI (MC)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica


Gentile utente,

Considerato che la cura fatta Le è andata bene ed ha superato numerosi ostacoli, vedrà che riuscirà anche a ritornare alla scuola di ballo.

E' riuscita a comprendere la genesi di questi suoi malesseri?
A volte serve, ma non sempre è indispensabile prendere coscienza della genesi dei disturbi. L'interessante è che si senta bene e abbia ripristinato tutte le sue attività.

La saluto con viva cordialità

Dott. Antonio Vita
62019 - Recanati (Mc)
antonio.vita@psicovita.it
sito web: www.psicovita.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta!
Vorrei poterla capire anche io la genesi dei miei malesseri, non lo so!
Mi mette pensiero spesso riandare nei posti dove mi sono sentita male!
Comunque ieri sera sono stata alla scuola e sono stata bene, speriamo che non mi farò più paranoie!!!!!!!
Grazie ancora.

[#3]  
Dr.ssa Ilenia Sussarellu

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
CREMA (CR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile Signora
è evidente che la cura farmacologica ha sortito gli effetti sperati.
Nei distrurbi d'ansia, ma sopratutto negli attachi di panico, accade che si instauri una paura complessa che è nota come "paura della paura", cioè sentirsi agitati al solo pensiero di doversi recare in posti in cui è capitato di stare male, in altre parole paura di provare ancora quella paura.

Sembra che ieri sia andata bene ma se dovesse ripresentarsi la tendenza ad evitare alcune circostanze per timore di stare male non esiti a consultare uno psicotarapeuta cognitivo-comportamentale,non sprechi il lavoro fatto in precedenza.

In bocca al lupo
Dr.ssa Ilenia Sussarellu, i.sussarellu@libero.it
Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale, Psicologo Cilinico-Forense

[#4]  
Dr. Daniel Bulla

52% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
concordo con il suggerimento della Collega Sussarellu. Nei disturbi d'ansia spesso il solo trattamento farmacologico non è sufficiente, ma è necessario un intervento psicoterapeutico

Se vuole può anche leggersi un articolo sull'ansia pubblicato sul nostro sito

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/205-caro-psicologo-mi-sento-ansioso-i-disturbi-d-ansia-e-la-terapia-cognitivo-comportamentale.html
Cordialmente

Daniel Bulla