x

x

tutto cio che faccio mi sembra sbagliato, vivo di sensi di colpa

Buongiorno gentilissimi dottori,
ho bisogno di capire se sono affetta da qualche disturbo o ciò che mi accade è normale e succede a tutti e sono io a farne un problema...
Cerco di riassumere in breve il mio vissuto fino ad oggi... Sono sempre stata molto timida sin da piccolissima e questo mi ha sempre portato ad essere esclusa dagli altri..tanto che ho pochissimi ricordi dall' asilo fino alle scuole medie. La situazione familiare è sempre stata precaria, un papà alcolizzato quasi sempre assente, e quando c'era ho assistito a molte scene violente. La mamma che ha sempre fatto le veci di entrambi i genitori senza farci mancare mai niente. C'è stato un periodo durissimo e difficilissimo nel quale ho dovuto essere molto forte, ma nello stesso tempo terrorizzata dal fatto che mio padre potesse fare qualcosa di male a mia mamma.. trascorso questo periodo, appena le cose sono tornate alla normalità io ho iniziato a soffrire di attacchi di panico e ansia, ho preso dei tranquillanti ma poi da sola ho deciso di smettere e le cose sono andate meglio. Non so se sia legato al mio vissuto, ma sono una persona abbastanza debole, mai sicura di quello che fa, tutto ciò che è mio mi sembra sempre di meno a quello degli altri. A volte mi basta uno sguardo strano o un comportamento strano da parte degli altri che già penso che sia denigratorio nei miei confronti, non sempre riesco a passare sopra le offese ricevute e se provo a difendermi dopo vivo con i sensi di colpa per aver ferito l' altra persona, magari quando la stessa mi ha ferito molto di più..e così non riesco a farmi rispettare che subito torno sui miei passi quasi come a prendermi delle colpe che non ho, pur di non vivere in astio... sono diventata mamma e a lavoro sono stata duramente attaccata sin dal primo giorno della gravidanza, perchè per loro non avrei dovuto..sono stata minacciata di licenziamento se non mi fossi sacrificata.. e a mio malincuore ho dovuto sacrificarmi e ho vissuto un periodo orribile pieno di rimorsi verso mio figlio... Diciamo che la mia gravidanza tutto è stata fuorchè un periodo felice..l' oppressione al lavoro, un' indelicatezza avuta da un familiare che mi ha rivelato delle cose che mi hanno fatto sprofondare e stare malissimo, con un bambino indifeso nella pancia..senza mai aver avuto da questa persona una parola di scusa, nulla..però nel momento in cui io mi sono difesa sono stata attaccata come cattiva...
Io non riesco a superare queste cose, la mia mente è affollata da questi fatti, le parole mi rigirano nella testa in continuo...ora è tutto ok sia in famiglia che nel resto, dovrei aver lasciato alle spalle questi avvenimenti, e invece non riesco..perchè?
Sono sempre nervosa e ne soffre mio marito e chi mi vuole davvero bene.... passo da momenti di serentà a stati d'ansia e frustazione da un momento all' altro. Come se ci fossero due me.
[#1]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6.3k 119 9
<o non riesco a superare queste cose, la mia mente è affollata da questi fatti, le parole mi rigirano nella testa in continuo..>

Gentile Utente,
non possiamo fare diagnosi da qui, tuttavia la sua sofferenza sembra avere radici antiche , quanto ci narra e ci ha narrato in precedenza della sua storia familiare avrebbe un ruolo in tutto questo.
Come le è stato suggerito in precedenza sarebbe opportuno che si rivolgesse a un nostro collega di persona, non aiuta chiedersi il perché ma comprendere il come riconquistare un migliore benessere, fare pace con il passato e con i dolori vissuti che continuano a riproporsi e a riverberarsi negativamente sulla sua quotidianità.
E' importante che si prenda cura di sé per stare meglio con se stessa e vivere esperienze, relazioni, matrimonio, maternità in modo più sereno anche per il bene del suo bimbo che potrebbe beneficiare di un suo migliore benessere.
Si può rivolgere anche al servizio pubblico presso le strutture ASL del suo territorio, Consultorio Familiare, Ospedali che offrono il servizio o centri convenzionati.

Cordialità

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille, mi rivolgerò senz' altro ad uno psicologo della mia zona.