Superare un breve e intenso periodo di stress che provoca somatizzazioni

Salve, premetto che soffro di disidrosi trattata a livello medico anche con buoni risultati e che vivo in una famiglia con enormi problematiche psicologiche al suo interno, alcune non risolte altre in vie di miglioramento. Personalmente nonostante tutto mi ritengo una persona serena ed è per questo che non sono ricorsa ad una terapia psicologica più assidua. Sto vivendo un periodo di forte stress che so che a breve passerà ma che intanto mi ha posto in una situazione di forte ansia e stress e ritengo stia vanificando tutte le cure fatte durante l'estate per la mia disidrosi che all'insorgere dello stress è tornata in tutto il suo "splendore" riempiendomi mani e piedi di piaghe. Ovviamente il dolore e le ferite non fanno altro che acuire lo stress instaurando un circolo vizioso. Sta cambiando la gestione del posto in cui lavoravo, i nuovi gestori mi hanno contattata per lavorare anche con loro ma ancora non mi garantiscono nulla. In compenso mi hanno chiesto di non parlare dei nostri incontri agli altri miei colleghi costringendomi a mentire a degli amici. Lavoro come tecnico sportivo specializzato per disabili i cui genitori mi tempestano di telefonate per riprendere l'attività ma io non posso dare loro nessuna garanzia. Nuove famiglie mi stanno contattando per portarmi i figli e la situazione è la medesima. Tartassata di richieste che ho un desiderio fortissimo di accontentare e non avere nessuna risposta e nessuna certezza nè per me nè per loro.Non posso parlarne con gli amici ex-colleghi quindi non ho una valvola di sfogo e in più ho quasi paura di sentirli perchè non voglio mentire loro. Se con i nuovi gestori non dovesse andare bene l'alternativa sarebbe di mettermi in proprio e questo mi terrorizza per una infinità di motivi. Non riesco emotivamente a gestire tutte queste cose. So che tra un mesetto avrò le risposte a tutti i miei dubbi ma intanto i miei piedi sanguinano e sono nervosissima e intrattabile anche perchè mi sono fatta due mesi di cortisone per avere mani e piedi decenti. Ditemi per favore che non devo solo cercare di sopravvivere a questo mese. Ringrazio in anticipo chiunque abbia la cortesia di rispondermi.
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Gentile Utente,

probabilmente la situazione di forte stress che sta vivendo avrebbe avuto ripercussioni su chiunque, perchè vivere nell'incertezza destabilizza.
Tuttavia, poiché Lei ha un problema in più e lo stress incide molto sul Suo fisico, perchè non pensa di poter accostare alle terapie mediche anche un supporto psicologico?
Il medico che la cura non glielo ha mai suggerito?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa la ringrazio per la gentile risposta. Una decina di anni fa ho sofferto di depressione e mi sono curata sia con la terapia farmacologica che con la psicoterapia e ne sono uscita egregiamente. Tutto l'anno scorso sono stata in terapia familiare che però è risultata fallimentare perchè non tutti i membri della famiglia erano disposti a collaborare. E' per questo che ho un po' paura, perchè se la condizione di stress dovesse perdurare eccessivamente so che dovrei affrontarla da sola anche se ritengo che troverei la forza di farlo. So anche per esperienza che una terapia richiede dei tempi di approccio giustamente molto lunghi che quindi non mi risolverebbero il problema psicosomatico in tempo prima che possa degenerare di più. Inoltre i "residui" psicologici che mi porto dietro sono influenzati da altre persone che rifiutano di curarsi e quindi io ho trovato una mia forma di adattamento che mi permetta di non farmi turbare ulteriormente. Non so, forse ho richiesto un consulto sciocco in quanto privo di risposta ma mi sento sinceramente disarmata.
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Non è una richiesta sciocca, ma mi pare che Lei voglia una soluzione istantanea.
Invece, è opportuno trattare bene questo aspetto perchè i periodi di stress ci sono nella vita di chiunque ma, come ho già detto, nel Suo caso è opportuno tenere la situazione sotto controllo anche con un sostegno psicologico.
Approfitti per chiedere al curante l'indicazione per un colloquio psicologico.

Cordiali saluti,

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test