Peró ho paura che non mi tenga testa

Salve, ho 29 anni e convivo da un anno con una ragazza di 24 con cui sono fidanzato da due anni quasi. Sono in un periodo di confusione con la mia ragazza, non so il sentimento che provo nei suoi confronti sia amore vero (esiste e dura per sempre?) oppure affetto. Il vero problema é che pur essendo molto simili nei valori della vita, pur andando d'accordo, pur non litigando mai, non ho mai provato un attrazione fisica fortissima per lei, che reputo una bellissima ragazza peró non molto femminile (nel vestirsi e nel truccarsi) e tranne rarissime volte, per eccitarmi e avere dei rapporti sessuali (rigorosamente a letto, voglia di trasgressione da parte mia zero) dovevo ricorrere alla fantasia, cioe pensare ad altre, cosa che in passato con le mie ex non era mai successo. Lei inoltre é fantastica, paziente,dolce, peró ho paura che non mi tenga testa. Non ho piu la motivazione a far nulla di importante per lei e con lei. Come regolarmi? É vero che l'attrazione fisica dopo un po passa? Puo esser normale tutto cio? Posso continuare una relazione basando tutto su un sentimento di affetto, rispetto reciproco e star bene insieme? O mancando un po di pepe e attrazione fisica meglio chiudere? Richiederle di truccarsi o vestirsi in un certo modo non so cosa cambierebbe, ma probabilmente significherebbe solo snaturalizzarla. Scusate se mi sono dilungato.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,7k 459 103
Gentile utente,

<<É vero che l'attrazione fisica dopo un po passa? Puo esser normale tutto cio? Posso continuare una relazione basando tutto su un sentimento di affetto, rispetto reciproco e star bene insieme? O mancando un po di pepe e attrazione fisica meglio chiudere?<<

L'attrazione fisica può essere coltivata, nelle zone particolari della mente (o del corpo) di ognuno, dove essa nasce.

La ripetitività dei gesti e delle situazioni, ed es., non giova certamente.

Talvolta anche un eccesso di affettività,
in "quei" momenti
impedisce o rende difficile la liberazione della carica erotica:
per non ferire l'altro/a
per non sembrare assatanato/a
per non evidenziare tutto il <<pepe<< che c'è in sè.

Ci chiede cosa fare.

Ne ha parlato apertamente con la Sua ragazza?







Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si con lei ne ho parlato, prendendo la classica pausa di riflessione, proprio perche il problema non é solo l' attrazione fisica. Lei ovviamente non l 'ha presa bene
[#3]
Dr.ssa Sara Ronchi Psicologo 559 8 3
Gentilissimo,

Fate sempre bene a rivolgervi a noi anche solo per un parere.
E' vero la parte fisica è molto importante al pari della complicità, dei valori della vita, delle passioni comuni, ecc.
Mi sembrate troppo giovani per avere questa "mancanza".
Ha provato ad esternarle questa cosa?
Certo l'attrazione fisica è sempre in fase dinamica, può avere alti bassi, non esserci o essere molto presente.
La vita stessa è dinamica, nei periodi di stress spesso il lato sessuale di una coppia si affievolisce.
Provare solo affetto, mi sembra quasi considerarla come un'amica non trova?
Se lei sente questa mancanza è giusto che ne si parli;
L'andar del tempo cronicizzerebbe solamente questa situazione.
Si faccia coraggio e affronti l'argomento, se il rapporto è fondato su basi solide troverete un compromesso.

Cordialmente

Dr. Sara  Ronchi
sara71ronchi@gmail.com -3925207768
www.psicologa-mi.it









[#4]
dopo
Utente
Utente
Le ho detto che l' attrazione fisica non è quella dei primi tempi, non volevo ferirla dicendole che provo una scarsa attrazione nei suoi confronti. Certo ad oggi sembra piu un amica o una sorella per l'immenso bene che le voglio. Ce da dire che io non riesco a darle tanto quanto potrei anche fuori dal letto. Proprio per una mancanza di stimoli, probabilmente non solo dal punto di vista sessuale. Un grazie per i vostri preziosi ed esperti consigli.
[#5]
Dr.ssa Sara Ronchi Psicologo 559 8 3
Gentilissimo

Credo che a questo punto si debba prendere una pausa x capire la vera natura dei suoi sentimenti.
Cerchi di valutare pro e contro di questa relazione e se si può restare ancora uniti.
Se capisce che il sentimento è profondo provate ad andare insieme da un terapeuta di coppia.

Cordialmente
[#6]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,7k 459 103
Gentile utenre,

le pause di riflessione - se autogestite - sono frequentemente l'anticamera del lasciarsi. Soprattutto se si è alle soglie dei trent'anni, e dunque non più adolescenti alle prime "prove d'amore".
Pause spesso inutili proprio perchè non aiutano a capire il "perchè" della situazione, dello scivolamento verso il basso della relazione;
e dunque con la probabilità di ripercorrere lo stesso tragitto nella successiva relazione, come potra leggere in

https://www.google.it/search?q=brunialti+cervello+si+accende&ie=utf-8&oe=utf-8&client=firefox-b-ab&gfe_rd=cr&ei=h7PsV42zN6ig8wfv167YBw

Consiglio di contattare a breve, di persona, un nostro/a Collega Psicologo, a cominciare da Lei che dimostra il disagio iniziale.
La decisione se trasformarla in terapia di coppia
sarà presa assieme al/la terapeuta.



[#7]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 683
Gentile Utente,
Non trattasi di trucco o di abbigliamento, ma di tantissimo altro...

È veramente difficile nella vita coniugare affettività ed erotismo, capita molto di rado, ma è possibile - ove ci sono gli estremi - manutenzionare L'intimità e L'erotismo.

Nulla è per sempre, ma non significa che non si possa costruire una buona qualità della vita sessuale, mai disgiunta dall'affettivita.

Il desiderio ha bisogno di mistero.
la seduzione di sottili manipolazioni
la passione di contrasti e sussulti, di scambi e di manutenzione del legame amoroso.
La stabilità della vita quotidiana - indispensabile anche per l'erotismo - va sempre arricchita con la dimensione ludica e dell’immaginario, con la dimensione dell’attesa e del sotto bosco psichico, dando spazio alle zone d’ombra di entrambi i partners, senza paura e senza censura.

Mi chiedo se questo è presente in voi?
Nella vostra sessualità?

Lamentarsi della noia sessuale è facile e convenzionale, lavorare “per e con” la coppia è indubbiamente più difficoltoso ma più appagante, percorso capace di aprire la strada ad un “erotismo domestico ma non addomesticato”, che coniughi sessualità e vita domestica!

Ci provi, e se non riesce si faccia aiutare da un mio collega.

Le allego qualche lettura, ma troverà molto altro nel mio sito www.valeriarandone.it




https://www.medicitalia.it/news/psicologia/4916-alibi-sessuali-i-nemici-del-desiderio.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6137-che-fine-ha-fatto-il-desiderio-sessuale-desiderare-il-desiderio.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#8]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 683
[#9]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori,

Nell analisi introspettiva che sto eseguendo in questa pausa di riflessione, sono giunto ad un pensiero proprio questa mattina. Ovvero, il fatto che la mia compagna abbia sempre piu voglia di me di avere rapporti e prende sempre lei l'iniziativa, puo avermi fatto scadere il desiderio, magari non mi ha inibito, ma ha annullato il mistero e la voglia di dominare da parte mia. Come la vedete? Cosa fare?
[#10]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 683
Lei chiede una disamina del suo immaginario erotico e della sua psiche coniugata con la sessualità, assolutamente non fattibile online.

La sessualità è decisamente più complessa di qualche ipotesi.

Se deciderete di approfondire, diventa indispensabile trovare un setting aeguato .
[#11]
Dr.ssa Sara Ronchi Psicologo 559 8 3
Gentilissimo

Questo comportamento può magari aver fatto scattare in lei un' abbassamento di desiderio ma direi più di conquista.
Facendo così in lei i suoi stimoli di sono raffreddati e forse il suo lato dominante si e' trasformato in passivo e quindi di una persona che subisce le avances dell'altro.
Tutto però è dinamico e quindi può cambiare.
Le consiglio un percorso insieme.

Cordialmente
[#12]
dopo
Utente
Utente
Certo peró resta il fatto che io a differenza dei primi tempi non sono piu pronto ad avere un figlio da lei, e resta il fatto che per eccitarmi ed avere un rapporto sessuale con lei devo viaggiare molto con la fantasia pensando ad altre donne, donne che vedo in giro che conosco o non conosco, non per forza donne famose viste in tv. Puo essere una conseguenza o questo succede perche ci sono altri problemi?
[#13]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 683
Continua a chiedere diagnosi cliniche non fattibili online.

Le suggerisco una consulenza individuale o di coppia

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test