Ricerca modello femminile

Buonasera,
sono una ragazza di 21 anni, senza evidenti traumi o difficoltà a relazionarmi.
La mia famiglia è unita a modo suo, mia madre non è molto affettuosa, non ho mai ricevuto abbracci o carezze o parole dolci e a volte ho sentito i miei meriti non riconosciuti.
Mio padre tende a non farsi sentire, asseconda mia madre il più possibile, soprattutto nelle questioni che riguardano i figli. Credo di ricordare che da bambina mi divertissi molto con lui, ma ora non posso parlare di stima. Non ho stima nemmeno per mia madre. Ho una sorella di 7 anni più grande che quando ero bambina era abbastanza aggressiva ed impulsiva e mi spaventava, ora è lontana fisicamente e abbiamo un rapporto di amichevole indifferenza.
Ho un gruppo di amici a cui voglio moltissimo bene e con cui passo la maggior parte del mio tempo.
Scrivo perché ho notato che da tempo ricerco disperatamente un modello femminile. Fin da bambina l'ho cercato in maestre, educatrici; mi sono affezionata molto ad una professoressa del liceo.
Durante un lavoro stagionale mi sono 'presa una cotta' per una cliente, una donna elegante ed affascinante, sposata e con due figlie della mia età. Ogni giorno mi ripromettevo di andarci a parlare ed ogni giorno ero immobilizzata dalla paura e perdevo l'occasione.
Nella maggior parte dei casi i soggetti sono di età abbastanza più grandi di me, mi dedicano molte attenzioni (es. le professoresse) e io mi convinco che abbiano una buona opinione di me.
In generale però è il carattere che fa la differenza, indipendentemente dall'età: cerco una donna determinata, per la quale possa maturare la mia stima e che mi tenga in particolare considerazione (basta una parola in più per farmelo credere).
Intuisco che tutto questo sia legato a mia madre, ma ogni volta che perdo i contatti con una di queste donne soffro molto e mi sento abbandonata e mi chiedo come possano averlo fatto così a cuor leggero.
Mi considero bisessuale ma probabilmente anche questo aspetto è legato alla stessa radice.
Capita che provi repulsione per il corpo maschile.
La mia preoccupazione è: sebbene sia una tendenza che ho da molto tempo, passerà crescendo o mi conviene consultare uno psicologo?
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.7k 576 66
Gentile utente,

".. passerà crescendo o mi conviene consultare uno psicologo?.."

Considerato che scrive a noi,
lei vive con un dubbio importante.

Se per Lei è importante capire meglio,
non aspetti oltre a consultare uno/a psicologo,
perdendo tempo prezioso.

Se invece Lei "sta alla finestra" per osservare con serenità cosa Le succede crescendo
e questo dubbio - se è piccolo - non Le impedisce di vivere tranquilla anche la Sua vita relazionale,
può ancora attendere.

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dr. Brunialti.
Qual è il suo giudizio sulla situazionein generale?
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.7k 576 66
Questo espresso sopra.