Assenza di interesse sessuale

Buongiorno, ho il terrore di essere omosessuale dall'adolescenza. Mai avuto rapporti con uomini o provato particolare attrazione sessuale, tuttavia il mio rapporto con le donne è insoddisfacente. Normalmente è scarso il mio interesse verso di loro, poche volte provo piacere nel guardarle e non hai mai avuto un rapporto, completo e non, soddisfacente. Tuttavia, ho avuto spesso desiderio sessuale, eccitazione, mi masturbo frequentemente pensando a donne e mi piace molto, nei sogni provo molto piacere con donne. Ma nella realtà, tranne rari casi, non provo quell'impulso che provano gli uomini quando vedono una bella donna e sembrano quasi impazzire. Se provo attrazione sessuale per una donna, mi basta eiaculare una volta per non provare più nulla, come se in realtà l'unico mio interesse fosse eiaculare e non per il piacere dato da quella donna in particolare. Tuttavia ci sono stati momenti in cui la donna mi piaceva in quanto quella donna, ma anche qui, una volta eiaculato perdevo ogni appetito sessuale e la donna nonmi dice più nulla. Per questo non posso avere una storia seria, perché non sono capace di dare il sesso che occorre nella frequenza. Mi eccito solo quando non penso, quando non è programmato ma capita tutto all'improvviso. Dopo questo quadro piuttosto semplificato e confuso, le mie domande sono:
A. Prima di sviluppare questa ossessione, fino ai 15 anni io ero estremamente attratto dalle donne, adesso, tranne rari casi è come se fossi frigido . È mai possibile che la mente possa deviare così tanto la realtà da farmi perdere ogni istinto o devo considerare l'eventualità che potrei essere gay?
2. Tra tutti questi dubbi, ce n'è uno che dubbio non è, ma che non fa che alimentare l'ipotesi di poter essere gay: non mi piace al vagina, non ne sono minimamente attratto. Sono molto attratto dal seno (seppur con le mie difficoltà), ma assolutamente non dalla vagina. Anzi, guardarla non mi piace neanche perché la trovo brutta. Mi piace "avere contatti" con essa e provare piacere ma dopo un po' mi annoio dubito. E comunque se identifico la donna nella vagina non provo nessun interesse. Al contrario, sento spesso tra amici, che loro ne vanno pazzi, che è una cosa bellissima. Un esempio è la classica minaccia scherzosa della fidanzata "se fai questo non te la do per un mese" come se fosse veramente una punizione. Se lo dicessero a me, non me ne fregherebbe nulla sia perché so che il sesso non mi soddisfa, sia perché come detto non provo interesse per la vagina. Anche qui, potrebbe influenzarmi la mente o potrei essere gay? Grazie mille
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103

Gentile utente,

La invito a rileggere il consulto (quasi identico) e le accurate risposte già ricevute qualche tempo fa in

https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/598092-presunta-omosessualita.html

Per risolvere il pensiero ossessivo non basta purtroppo consultare online,
motivo per cui invitiamo sempre a farlo di persona.

Sta continuando la psicoterapia che aveva cominciato?
Con quali esiti?
Il/la terapeuta sa che ha scritto qui?

Saluti cordiali.
Carlamaria Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
In realtà in quel consulto non c'erano risposte a queste due domande che ho posto. Ho cominciato da mesi la psicoterapia, fatico ancora ad aprirmi molto per paura di quello che sento quando parlo. Inoltre non ho molta fiducia nella psicoterapia. Io vivo costantemente sotto pressione, esempio oggi con questo dubbio assillante. Il prossimo appuntamento è giovedì, cosa faccio? Aspetto fino a giovedì? Poi venerdì mi viene un altro dubbio, cosa faccio? Aspetto un giorno a settimana dove tra l'altro quando esco da quell'incontro mi sento anche peggio?
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103

Se non ha fiducia nella psicoterapia
non serve a nulla andarci.

Ma perchè dunque rivolgersi a noi, pure Psicologi psicoterapeuti? ritiene forse che potremmo rispondere meglio di chi La conosce di persona?

Per la prossima seduta avrà pronte le Sue due domande.

Inoltre:
non confonda la difficoltà nell'aprirsi
con l'inefficacia della psicoterapia.

Saluti cordiali.
Carlamaria Brunialti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio