Utente 432XXX
Sono una ragazza di quasi 30 Anni...quando ero bambina mi sentivo un maschio,negli anni ho accettato il fatto di essere donna...ma ho sofferto molto.Da pochi anni ho accettato di essere omosessuale.Il problema è che da quando ho terminato il Liceo non esco quasi più di casa perché sembro un uomo anche se mi vesto e preparo come una donna e gli altri mi indicano e si chiedano se sono maschio o femmina o mi prendono in giro.Questa cosa mi manda in crisi,non voglio essere un fenomeno da baraccone,però per esempio sono stata a Milano e ho vissuto la mia vita sociale benissimo,mi sono sentita libera,nessuno mi indicava per il mio aspetto fisico.Questa inettitudine mi manda in crisi anche perché ero una ragazza che voleva spaccare il mondo,ma tutte queste problematiche penso mi abbiano fatto cadere in una depressione cronica.Inoltre nessuno mi può aiutare perché ho una famiglia stupenda ma non mi capisce quando cerco di accennare per esempio alla mia omosessualità cambiano discorso.Inoltre fatico a trovare lavoro perché qui nella mia città si basano tutti sul turismo e per l'aspetto fisico non mi prendono.Vorrei uscire da questo limbo,ma non so come fare.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Armando De Vincentiis

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
gentile ragazza ha mai provato a confrontarsi con un terapeuta?
In molte occasioni può bastare davvero poco per vedere il "mondo" da una prospettiva diversa al punto tale da trasformare i propri disagi e i cosiddetti "difetti" in vere risorse.
ma è opportuno che su un argomento ci siano più occhi.
non so se ho reso l'idea
Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it

[#2] dopo  
Utente 432XXX

La ringrazio per la risposta.Ho capito cosa intende,ho consapevolezza di me da poco.Devo cercare un terapeuta che mi ispiri fiducia e che non sia molto costoso.