Ho paura di perdere me stesso

Buonasera,
mi ritrovo tutt'ora abbastanza confuso e nemmeno io riesco a capire bene cosa sia.
Contestualizzo, dopo la fine dell'anno scolastico 2017-2018, dove non ero minimamente stato correttissimo nell'atteggiamento, reso conto di ciò, ho cominciato a ragionare, e fino a 1 mese fa stavo finalmente tranquillo con me stesso e con gli altri, ero riuscito a trovare l'equilibrio nelle cose, e ad esprimere me stesso e le mie vere potenzialità.
Da qualche pensiero impulsivo, da cui non ho saputo minimamente reagire nel modo giusto, sennò non arriverei a scrivere qui, ho cominciato come ad avere una consapevolezza diversa delle cose, e fino ad adesso, che non riesco più a ragionare come prima, non riesco a essere nel presente, e a ritrovare quella situazione in cui ero prima.
Anzi, oggi a scuola mi è sembrato di avere atteggiamenti come quelli che avevo prima di fare tutti quei ragionamenti che mi avevano portato a stare bene.
Son tutte vocine che mi dicono cose non vere, poi un sacco di pensieri che danno molto peso alle persone, anche a me care, tipo: "non fare cosí sennò diventi come tuo fratello".
Non so minimamente cosa fare! Forse son tutte seghe mentali e se non penso più forse è meglio, ma come ho detto, non so cosa fare.
Chiedo aiuto scritto, non ho modo di andare da psicologi o altre figure professionali che mi possono aiutare.
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 110
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille, quindi ogni volta che affiorano questi pensieri mi devo ripetere nella testa "non tentare di risolvere questi pensieri"? Già mi sento un po' più "presente" nella realtà, spero di ritornare completamente cosciente perchè mi destabilizza anche negli ateggiamenti, nel socializzare e a scuola.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio