Utente 413XXX
Buonasera
Ho 21 anni
È da quattro giorni che sto molto male emotivamente.
Sono stata dalla psicologa per 5 mesi...
stava andando tutto bene, fino quando non ho iniziato a provare una forte attrazione per lei.
Lei fin dalla prima seduta mi ha dato il suo numero di cellulare, in modo da mandare il mio diario personale e chiamarla quando avevo bisogno, mi ha detto di darla del tu e ci andavo una volta alla settimana.
Così 4 giorni fa , lei mi ha guardata e mi ha detto in tono brusco : so che sei innamorata di me , per questo chiudiamo subito la nostra seduta .
Così le ho detto : mi riuscirebbe almeno ad aiutarmi e a capire il perchè ho avuto questa città? .
E lei mi ha guardata e mi ha detto : no, lo devi capire da sola, con un altra psicologa e in più ti consiglierei di andare da una sessuologa .
Praticamente , con me era molto aperta, fino a un certo punto...e adesso ho smesso la terapia di netto...così dalla disperazione sono andata via di casa , e sono rimasta in un bar da sola a piangere , anche perchè la stessa sera sono stata lasciata dal mio ex fidanzato, così appena tornata a casa , mia madre si era preoccupata...
Io ero ormai combattuta , mi sono chiusa in camera e mi sono autolesionata le gambe...e ho pianto tutta la notte...e ho un vuoto incredibile.
Ditemi cosa posso fare????
Perchè sto diventando matta...non riesco a smettere di pensare lei...non riesco più a trascorrere la giornata senza piangere...ho un magone intenso..
In attesa di un Vostro gentile riscontro.

[#1]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
16% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2017
Gentile utente, forse per il suo stato di sofferenza, forse per altre ragioni che non è possibile sondare in un consulto a distanza, lei ci manifesta qualcosa che non appare né chiaro né verosimile.
Due mesi fa ci ha scritto una email in cui dichiarava di essere una persona sola e sofferente. Ora scrive che da cinque mesi tutto andava bene, aveva una psicologa e a quanto pare anche un ragazzo. Poi di colpo la psicologa sembra trasformarsi in una figura da incubo: la scaccia senza preavviso perché la ritiene innamorata di lei, si rifiuta di aiutarla a gestire il suo stato emotivo... eppure lei doveva averle detto, fra le altre cose, che si autolesionava, come ha fatto dopo il vostro brusco congedo. E guarda caso, in contemporanea il suo ragazzo la lascia!
Come le aveva scritto il mio collega nel consulto precedente, è opportuno che lei si rivolga ad un professionista senza indugiare oltre. Solo in presenza si può aiutarla davvero.
Nel suo caso accogliere la sua comunicazione a distanza potrebbe farle del male, perché la incoraggia ad indulgere in pensieri angosciosi non sempre fondati sulla realtà.
Sono solidale con la sua sofferenza, ma se si fa aiutare da un bravo psicologo vedrà che le cose andranno a posto. Glielo auguro con tutto il cuore.
Dr.ssa Anna Potenza (RM)

[#2] dopo  
Utente 413XXX

Buongiorno
Guardi io sono sempre stata una persona vera. I
Io ero in terapia da lei perchè , come avevo giá accennato mi sentivo una ragazza sola, con poche amiche ed emotivamente ero abbastanza instabile perché per motivi personali ho avuto dei rifiuti da parte di persone molto importanti per me.
In ogni caso quando lei si è accorta che mi sono innamorata , ha voluto chiudere la terapia, sono scoppiata in lacrime chiedendole se mi potesse aiutare a capire maggiormente il mio problema, ma non c’è stato niente da fare.
Così la sera stessa ,’presa dalla disperazione sono andata in un bar isolato , mi sono seduta , piangevo tantissimo e avevo bisogno di parlare con il mio ex fidanzato e così non appena mi risponde io gli ho chiesto se stava bene e lui : certo , però alla fine ci ho pensato è non provo i tuoi stessi sentimenti .
Sono rimasta malissimo, mi sono incamminata per prendere la macchina e sono stata via tutta notte , a girare come una vagabonda.
Arrivata a casa mia madre ,’giustamente mi ha sgridata e si era spaventata, mi ha urlato : ma dov’eri? Non potevi avvisare?
E solo che anche lì avevo un magone intenso...così sono entrata in camera e mi sono autolesionata le gambe , sulla coscia sinistra ho scritto il nome della Neuropsicologia , e sulla destra ho scritto : Miss you ....mi manchi.
Se riuscissi a mandarle le foto...
in ogni caso tutto è veritiero!!!!!
Io sono qua per farmi aiutare!!!
E non direi mai una cosa falsa o infondata!!!!!

[#3]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
16% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2017
Gentile utente, non volevo certo dirle che lei falsifica volontariamente la realtà, ma quando si è preda di forti emozioni si tende ad alterare sia le esperienze sia il loro ricordo. Per farle un esempio, nel suo primo consulto, come può verificare rileggendolo, lei ha scritto una frase che copio/incollo: "Così le ho detto : mi riuscirebbe almeno ad aiutarmi e a capire il perchè ho avuto questa città? .". Frase del tutto incomprensibile che si giustifica col turbamento che provava quando l'ha scritta, ma che certamente non ricordava; o sbaglio?.
Le dicevo che forse vede i fatti in maniera alterata perché una psicologa di norma non manda via senza preavviso un paziente perché si è innamorato di lei; invece può e deve inviarlo ad un collega se si accorge che non c sono più le condizioni per condurre la terapia nella maniera migliore.
Con la sua curante (a proposito, ma perché scrive "Neuropsicologia"?) dev'essere successo proprio questo. Provi a rievocare con calma, con l'aiuto di un altro professionista, come si sono svolte le ultime sedute.
La sua psicologa, nel salutarla, le ha fornito degli indirizzi di colleghi? In ogni caso, le consiglio di trovare subito un altro curante. Auguri.
Dr.ssa Anna Potenza (RM)

[#4] dopo  
Utente 413XXX

Si.
Pensavo anche io che fosse una psicologa ...invece ho saputo che è una neuropsicologa...
e anche questa cosa mi ha un po’ fatta arrabbiare...perchè il mio problema è che sono abbastanza instabile emotivamente ...
in ogni caso le Avevo detto se potevo ogni tanto contattarla in caso mi sentissi di umore depresso e così mi ha risposto un NO PRECISO!
E così mi ha detto : se vuoi posso darti alcuni nominativi, ma con il fatto che erano molto lontani le ho detto : mi dispiace ma per i kilometri preferirei una più vicina.
Così mi ha risposto : ora devi essere tu a capire il perché ti innamori di persone che neanche conosci e che sono irraggiungibili!
Così l’ho guardata e le ho detto : non so ...non riesco a trovare le risposte ...la prego almeno mi aiuti a capire.
E così mi ha detto : Mi dispiace , ora ci dobbiamo salutare.
Così nella stessa sera ho chiamato il mio ex ragazzo per sfogarmi e anche lui mi ha dato quella notizia orribile...ed ero in un bar dove sono stata malissimo...
sono arrivata a casa e mi sono autolesionata le gambe.
Così mia madre venendo a conoscenza di questa cosa, mi ha subito , prenotato una seduta da un psicologo NON CIARLATANO E SOPRATUTTO NON UN NEUROPSICOLOGO , MA PSICOLOGO!!!!
E mi tra l’altro ci sono rimasta malissimo perchè tutte le settimane andavo da lei e parlavo dei miei problemi , ma non era ancora riuscita ad aiutarmi a trovare delle soluzioni.
Quindi adesso sono da un’altra psicologa COMPETENTE ...che quando sono andata la sono scoppiata in lacrime e le ho raccontato del’accaduto e lei si è messa le mani sul viso e mi ha detto , adesso stia ferma, non pensi più a nulla, stia tranquilla che questa cosa la risolveremo...ma continuò a starci molto male ...e ho il cuore in pezzi....

[#5]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
16% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2017
Gentile utente, sono contenta che abbia trovato una professionista che la segue e spero che vorrà affidarsi a lei con fiducia, per ottenere i migliori risultati.
Vorrei dirle di stare tranquilla anche riguardo alla precedente terapeuta: in Italia il titolo di "neuropsicologo" senza quello di "psicologo" e quello di "psicoterapeuta" non esiste, per cui molto probabilmente era una psicologa specializzata in una scuola quadriennale di Neurologia.
Di tutti i professionisti trova i nomi e le qualifiche sugli Albi professionali. Può appurarlo guardando anche qui su Medicitalia: per ciascun medico e psicologo c'è il rimando all'Albo di appartenenza.
Auguri ancora.
Dr.ssa Anna Potenza (RM)

[#6] dopo  
Utente 413XXX

Buonasera
È quasi un mese che non sento più la mia ex terapeuta.
Il problema è che sto ancora malissimo per quello che è accaduto.
Sto provando ad andare da un’altra psicoterapeuta, ma la terapia non sta funzionando per niente bene.... a quanto pare , la mia attuale psicoterapeuta, mi ha detto che al momento non sa come aiutarmi e così mi ha dato il seroquel.
Prendendo lo stabilizzante d’umore sono stata male, ho avuto un mancamento , per fortuna ero in casa con mio padre.
Il problema è che non riesco più a prenderlo perchè tutte le volte mi fa stare male.
In più mi sento in colpa di non aver detto alla mia ex terapeuta che non volevo spaventarla e che mi dispiaceva se ho provato questo innamoramento per lei.
Anche se lei mi ha detto in parole chiare : a questo punto è meglio interrompere la terapia, e che persegui con un’altra psicologa .
Il punto è che piango tutti i giorni, tutte le sere, a volte piango anche al lavoro (facendo delle grandi figuracce)....non riesco a smettere di pensare a quello che mi è successo....
Non riesco a darmi pace.... tutte le volte che sto vicino a qualcuno alla fine mi ritrovo le persone che si allontanano.
Con la mia psicologa attuale, non c’è stato molto feeling ...anche perché mi ha guardata stupita e mi ha detto : lei per la sua età ha vissuto tanto .
Questo è vero, anche perchè sono stata adottata all’eta di 5 anni e mezzo, sono nata in Bulgaria , l’orfonatrofio non era dei migliori ...in più ho dovuto imparare l’italiano velocissimamente , ho avuto il sostegno (perché non sapendo l’italiano non capivo i significati di certe parole) così venivo derisa a scuola...non sono mai riuscita a farmi dei veri amici perché mi sparlavano e non hanno voluto conoscermi a fondo. (Altri per invidia e altri per i loro interessi).
Quindi sono sempre stata una persona molto sola.
E al solo pensiero di essere stata cacciata dalla terapia perché mi sono innamorata perdutamente della mia ex terapeuta , mi fa sentire in colpa.
Avrei voglia di scriverle e chiederle immediatamente scusa , ma non lo faccio perchè ho paura che mi denunci.
Quindi vivo costantemente con i sensi di colpa.
Il mio ex ragazzo mi ha lasciata senza nessun motivo , mi ha semplicemente detto : non mi piaci e non mi sento di continuare la storia con te , cose che una settimana prima ha detto che la nostra era una relazione è che gli piacevo!
mi sento a pezzi! Tutto nello stesso periodo!!!
Mi sono autolesionata tutta la gamba sinistra e il braccio ...al momento i miei genitori sanno poco di quello che sta accadendo.
Vi prego ditemi che non sono pazza...credo di morire un pò per volta!
In attesa di un Vostro gentile riscontro.