Utente 493XXX
Buongiorno G.ili Dottori

Deciso finalmente a scrivere su questo importante portale per chiedere un aiuto pratico se possibile, vi spiego ;
E' da qualche tempo che vivo costantemente con la paura che possa sentirmi male all'improvviso, che possa morire da un momento all'altro, ci penso continuamente, ogni rumore fisiologico si trasforma in qualcosa per me di grave, l'ansia si accumula e credo di aver sviluppato una qualche fissazione per il cuore o di ipocondria, soffro di extrasistolia pertanto e faccio continuamente controlli in cerca di una rassicurazione ,l'ultima visita medico sportiva risale a febbraio con prova da forzo negativa ma non riesco più a praticare sport per paura che possa sentirmi male quindi ho smesso anche con lo sport da ben due anni!! ; Sono inoltre finito anche da un neurologo per ben due volte per fare una elettromiografia in quanto i muscoli tremano spesso , referto, sindrome delle fascicolazioni benigne , ho continui momenti anche di realizzazione come se la realtà fosse finta e come se mi sfuggisse di mano e sensazioni di capogiri non so' , due anni fa andai da una psicologa ma il problema inizio a farsi più pesante anzichè migliorare e smisi di andarci! non so più che fare, non riesco più a vivere con queste paure ed emozioni continuamente negative che ogni giorno pervadono la mia mente e la vita, vi chiedo; C'è qualcosa nell'immediato che possa darmi sollievo? qualche atteggiamento? qualche cosa pratica? anche qualche terapia farmacologica blanda , chiedo qua in quanto per motivi lavorativi non posso effettuare una visita da uno specialista al momento.

Vi ringrazio per le eventuali risposte.

[#1]  
Dr. Leano Cetrullo

32% attività
8% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANNICANDRO DI BARI (BA)
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
La paura di morire, di svenire, di sentirsi male, di avere un attacco cardiaco o fare brutte figure in pubblico sono tutte paure IRRAZIONALI correlate all'ansia e al panico.

Consiglio una visita da uno psicologo per comprendere meglio la situazione per indire un eventualmente trattamento.
Cordiali Saluti
Dr. Leano Cetrullo
Psicologo e Criminologo
Membro della American Psychological Association (APA)