Utente 553XXX
Buongiorno,

soffro di fobia di volare fin da bambino.
Ho trovato il mio equilibrio con una pastiglia di alprazolam da 0,5 prima di partire e se necessario anche la sera prima, prescritta dal medico curante 2 annetti fa. Se il viaggio è molto lungo dopo un paio d'ore prendo uno zolpidem per dormire (raramente). Non prendo benzodiazepine per nessun altro disturbo.

Tendo a prendere circa 2 voli al mese il che significa che assumo per viaggiare dalle 4 alle 6 pastiglie nell'arco di 3 giorni, 1/2 volte al mese.

La situazione nel tempo è molto migliorata, prima ero in ansia una settimana prima adesso qualche ora prima di partire. Ho provato con delle sedute psicologiche ma con scarsissimo successo.

La mia preoccupazione è che a lungo andare, nonostante passi del tempo tra un viaggio e l'altro possa sviluppare una forma di assuefazione e non trarre più giovamento dalla pastiglia, è possibile?

C'è un trattamento psicologico particolare da consigliarmi, visto che le sedute fatte non hanno dato nessun riscontro?

Grazie per il vostro aiuto.

[#1]  
Dr.ssa Isabella Sgarlata

16% attività
8% attualità
0% socialità
RAGUSA (RG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
Buongiorno, per quanto riguarda l'assuefazione dal farmaco nel suo caso penso sia improbabile, data la sporadicità dell'assunzione. Come mai lo chiede? Ha notato differenze nell'efficacia recentemente?
Poi sarebbe interessante capire se l'ansia si manifesta solo per la specifica evenienza del volo, o se si estende ad altre circostanze di vita.
Inoltre, quando parla di sedute psicologiche con scarsi risultati, a cosa si riferisce esattamente?
Nel suo caso potrebbe giovarle una terapia cognitivo-comportamentale.

Saluti
Dr.ssa Isabella Sgarlata
Psicologa

[#2] dopo  
Utente 553XXX

Buonasera Dottoressa, Grazie per la risposta.

L’ansia è presente anche in altre attività in maniera leggera, ma il volo è l’unica in cui mi blocco.

Per quando riguarda la terapia sono andato da un medico che vantava esperienza in fobie, mi ha detto che sarebbero bastate 1/2 sedute è tutto sarebbe passato.
La prima seduta mi ha fatto una simulazione in stile rilassamento guidato che non mi ha lasciato davvero nulla di positivo, nessun miglioramento.

Per quanto riguarda il medicinale la domanda deriva dal fatto che prendendolo ormai da un annetto, non capisco sinceramente quanto sia un effetto placebo e quanto sia l’effetto della pastiglia. Infatti non sento un vero rilassamento, anzi mi rilasso di più una mezz’ora dopo l’inizio del volo. C’e un modo per capirlo?

Grazie