Periodo di confusione

Salve, mi trovo in un periodo di confusione sotto tutti i punti di vista della mia vita.
Non mi fido più del mio ragazzo, dopo che ci siamo allontanati nel periodo estivo, non riesco più a guardarlo con gli stessi occhi ma lo vedo come una persona che potrebbe potenzialmente ferirmi.
Ho cominciato a guardarmi intorno cosa che non facevo prima, ma non riesco a lasciarlo andare, perché quando ci provo ho un grande senso di sofferenza e di vuoto.
Anche dal punto di vista universitario mi sento in confusione perché mi sento insoddisfatta e di conseguenza non riesco ad impegnarmi al massimo come in passato nello studio.

Ho cominciato ad avere problemi di fiducia anche nei confronti delle mie amiche.

Non so davvero che strada prendere e come uscire da questo tunnel che mi ha avvolto da mesi e mi impedisce di vivere in modo sereno.
Spero che qualcuno possa indicarmi qualche accorgimento o farmi luce su qualcosa che forse non riesco a vedere.
Grazie a tutti preventivamente.
[#1]
Dr. Giuseppe Ventrone Psicologo, Psicoterapeuta 42 1
Gentile Utente,
la confusione che vive parallelamente sul piano sentimentale, universitario ed esistenziale fa pensare che qualcosa in lei si sia bloccato, come può accadere nei momenti di cambiamento, per esempio quello dell'ingresso nell'età adulta. In questi casi in cui la difficoltà appare generalizzata, può essere opportuno il ricorso ad uno psicologo specializzato in psicoterapia, proprio al fine di "fare luce su ciò che non riesce a vedere", approfondendo cioè le dinamiche affettive che sono sottese ai sintomi riportati.
Cordiali saluti

Dr. Giuseppe Ventrone
Psicologo-Psicoterapeuta
Docente di Filosofia

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio