Omosessualità repressa

Sono una ragazza di 22 anni e attualmente sono in una relazione etero con un ragazzo che amo molto.
Da qualche giorno provo una forma incontrollabile di tristezza, con annessi dolori di stomaco e sensazione di bruciore al petto quando mi lascio prendere dallo sconforto.
Questa condizione non mi è nuova, tutt'altro: qualche anno fa ero in una relazione etero con il mio ex-fidanzato, che però non ho mai amato davvero, e che ho trovato il coraggio di lasciare solo dopo 3 anni e mezzo di sofferenza.
Anche in quel caso mi capitava di sentirmi depressa e di non capirne il motivo.
Un fatto che collega queste sensazioni e che mi mette molta paura è che in entrambi i casi la tristezza è arrivata a spiegarsi nella mia testa come un sintomo nato dalla mia sessualità repressa.
Mi sono informata riguardo ai disturbi ossessivo-compulsivi legati alla sessualità, ma non credo di ritrovarmi nella descrizione dei sintomi.
Elenco un po' di fatti che mi portano a pensare che potrei essere omosessuale o comunque bisessuale: quando ero piccola e giocavo con alcuni videogiochi sceglievo sempre il carattere maschio, e se il videogioco lo permetteva intrattenevo relazioni con personaggi femminili, o comunque così mi piaceva immaginare; all'età di 10-11 anni sfogliavo il giornale di mio papà alla ricerca di fotografie di donne nude, perché mi piaceva guardarle; ho sempre avuto un rapporto strano con le ragazze, e ho sempre fatto fatica a stringere amicizie sincere e profonde con loro, principalmente perché le ho sempre viste come "ostacolo" nel mio tentativo di mettermi in mostra e di farmi notare dai ragazzi; non sono mai stata una grande consumatrice di video pornografici, ma quelle poche volte che mi è capitato di guardarli ho sempre scelto quelli omosessuali tra donne.
Guardare video porno eterosessuali non mi eccita, anzi spesso mi disgusta.
Tutto questo nella mia testa è sempre rimasto abbastanza represso, nel senso che ho sempre avuto solo relazioni eterosessuali (solo 2 con attività sessuali) e ho sempre cercato di ignorare altre tendenze.
Con il mio ragazzo attuale ho avuto un'intesa incredibile, ci siamo innamorati da subito e il sesso con lui è molto soddisfacente, ma mi è capitato a volte di non riuscire a concludere per i troppi pensieri.
Il mio timore più grande è ferirlo dicendogli che forse dovrei provare esperienze omosessuali per accertarmi di quale sia il mio vero orientamento.
Temo molto anche il giudizio dei miei genitori, che sono sicura non capirebbero mai se dovessi dire loro che sono lesbica.
Temo il giudizio delle mie amiche, le poche che ho, perché non mi guarderebbero più allo stesso modo.
La tentazione di reprimere di nuovo il tutto è molto forte, ma so che il problema si ripresenterebbe prima o poi.
Non so che fare.
Nessuno non sa nulla di questi miei dubbi.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,9k 464 103
Gentile utente,

Lei sta cercando le prove che la tolgano dal dubbio di essere omosessuale,
compresa l'ipotesi che "..forse dovrei provare esperienze omosessuali per accertarmi di quale sia il mio vero orientamento."

Due le ipotesi.
O Lei è veramente omosessuale,
o è incappata in un loop "sarò forse omosessuale?"

Anzichè sfiancarsi in miliardi di dubbi,
di prove e controprove da andare a scovare fin nell'età infantile
e che non sono in grado di risolvere il Suo dubbio
che prosegue da tempo e che ha ricadute sulla sua coppia,
perchè non intraprendere un percorso psicologico specifico?

Molti tra coloro che ci scrivono adducono un motivo economico per non fare nulla.
Ma noi ribadiamo che lo/a Psicologo è a disposizione anche gratuitamente presso il Consultorio dell'Azienda Sanitaria (pure per i minorenni non accompagnati),
oppure presso le unità di Psicologia con prescrizione del medico di MG e ticket (pochi euro).
Ho colto l'occasione del Suo consulto per aggiungere queste info dato che ritengo veramente pesante stare a torturarsi con pensieri ingombranti,
mentre la soluzione/cura ci sarebbe.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test