Come riconosco il doc da un omosessualità latente ??

15.10.
2020 11:42:20

Buonasera, sono un ragazzo di 20 anni e da circa 2 mesi e mezzo soffro con alti e bassi della paura di essere gay.


Mai avuto nulla contro i gay anzi, ne ho alcuni di amici che mi hanno detto che lo hanno scoperto in età adolescenziale, quindi dai 6 ai 14 anni...premetto che da quasi 2 anni soffro di ansia, inizialmente con attacchi di panico, poi con il susseguirsi del tempo ho iniziato ad avere l’ossessione di avere tutte le malattie del mondo, dal giorno alla notte su internet a cercare sintomi.


Dopo ho avuto paura di impazzire e poi di perdere la testa e uccidermi.


Da 2 mesi ho la paura di essere diventato gay nonostante io abbia una relazione di 2 anni e nonostante io abbia avuto un sacco o almeno una 10 ina di rapporti con altre ragazze prima di lei.


Da bambino pesavo 100kg ed ero alto 1, 50 mi prendevano in giro tutti e non riuscivo mai a sentirmi adeguato.


Mi sono rivolto a uno specialista e mi ha dato oltre alla TCC, una pastiglia di anafranil 75mg rilascio prolungato.


La mia domanda è; perché mi viene l’ansia ogni tanto come fosse una ricaduta.


Questa paura di essere omosessuale mi è venuta indossando un braccialetto di mia nonna e guardandolo mi sono chiesto ma non è che se indosso questo bracciale da donna vuol dire che sono gay e non lo so?



Io non voglio proprio questo e certe volte quando sto in ansia guardando gli uomini mi autosuggestiono, sembra che le donne non mi piacciono e gli uomini si...la mia vita sessuale è attiva e quando sto in forma senza pensieri mi sento un gran cavaliere.


Come mai ogni tanto questa paura ritorna sempre a darmi colpi?


Non è che sono diventato gay e non lo voglio accettare?


Perché ora quando vedo una ragazza provo forte ansia e sembra non mi piacciono, dopo che mi sono sempre piaciute

Oppure non l’ho mai voluto accettare?



Grazie a chi mi riesce a rispondere!!
Cordiali saluti a tutti
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.9k 584 67
Gentile utente,

vedo che alcuni Suoi consulti - tutti sulla stessa tematica - sono stati respinti.
Ipotizzo in quanto ripetitivi di un consulto di cui ha già ricevuto risposta solo 20 giorni fa, e contenente un orientamento che Le consiglio di rileggere:
https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/789082-e-doc-il-mio.html .

Come avrà visto nelle Linee guida, non è possibile ripetere il consulto già risposto,
si intasa inutilmente il servizio;
e il sistema respinge.

Cordiali saluti.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/