Utente
Buongiorno.
Fino al mese scorso avevo retto abbastanza bene.
Anche i mesi duri di marzo aprile con l'esplosione della pandemia, ed il lockdown li avevo tollerati senza enormi disagi; qualche accenno di claustrofobia i primi tempi del lockdown (ho sofferto di attacchi di panico in passato) e basta.
Ho sempre rispettato scrupolosamente le disposizioni sanitarie.
Ora basta però.
E' uno stillicidio senza fine Ora nuova acceleraziine di contagi, nuove chiusure, nuovi lockdown.
La mia mente e stanca e stressata.
Odio e rabbia ai massimi livellli.
Odio tutto di questa pandemia:il virus, i contagi, i morti, i virologi, le mascherine, le persone che non puoi abbracciare, l'ansia senza fine, le attività che chiuderanno a causa dei lockdown e non riapriranno, la crisi sociale ed economica che scaturirà, la Cina responsabile e colpevole della pandemia.
Io perderò la sanità mentale questa volta; sarò costretto a prendere ansiolitici ed antidepressivi per sopportare tutto questo.
Avevo poche passioni prima, tra cui la musica Tutte spazzate via dall'ansia e dalla rabbia per questa pandemia.

[#1]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
che dirle? Purtroppo siamo tutti nella stessa barca. Qualcosa che avremmo creduto impossibile nel tecnologico terzo millennio, ci ha riportati al Medio Evo.
Tensione, paura, dolore e rabbia dilagano.
Si salvano quelli che conoscono la pericolosità del meccanismo per cui trasformiamo in ostilità le nostre paure ancestrali, la nostra sofferenza.
Chi si impegna nelle attività, specialmente in quelle socialmente utili, sta invece vivendo momenti di grande vitalità. Inventa nuove forme di incontro, nuovi strumenti per comunicare, e nel disastro sente di essere una pietruzza di un mosaico dotato di senso.
Provi ad entrare in quest'ottica. Scopra il positivo di una situazione che nessuno ha determinato (nemmeno i cinesi sono così potenti, credo) ma nella quale la nostra forza è nel dominio di noi stessi, nel poter dare qualcosa a noi e agli altri.
Provi a vedere cosa può elaborare in questa direzione, e ci scriva ancora.
Auguri, a lei come a tutti noi.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta Ha detto bene.Sembriamo nel Medioevo,ed invece siamo nel 2020.Nel 2020 la scienza ci propone le misure sanitarie della Repubblica di Venezia del 1309.Ogni commento è superfluo E bisognerebbe avere fiducia in qualcosa???Non credo di essere in grado di elaborare niente di buono Figuriamoci se riesco ad aiutare gli altri che manco riesco ad aiutare me stesso.Vendero' tutta la strumentazione musicale che tanto amavo...grazie pandemia di avere ucciso ogni passione e vitalità in me.

[#3]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
ma davvero nel fiore della vita vuol essere così passivo?
Oltretutto, se anche ci fosse un nuovo lockdown (escluso dal governo e dalle indicazioni internazionali) potrebbe suonare lo stesso: tanti musicisti hanno creato concerti da casa, o sono saliti regolarmente sul palco (parlo a ragion veduta: ho un genero, un cugino e due nipoti musicisti).
Del resto, la situazione è nera per tutti, ma di momenti oscuri ce ne sono tanti in ogni vita individuale: se ogni volta che una cosa va storta dovessimo buttare via tutto, il mondo sarebbe finito da un pezzo!
Dice Gandhi: "La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia".
Ringrazi la pandemia che la sta mettendo davanti ad uno specchio: quali sono davvero le sue risorse? Quanto ha costruito? E soprattutto, è in grado di capire quando ha bisogno di aiuto?
Voli da uno psicologo. Sono gratis o a costo di ticket alle ASL, al Consultorio, al Centro di Salute Mentale.
Non venda i suoi strumenti, anzi faccia progetti nuovi, solo avendo cura, con l'aiuto di uno psicologo, che siano realistici.
Ci tenga al corrente. Forza!
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#4] dopo  
Utente
Ci proverò,e la ringrazio per l'incoraggiamento.Tuttavia,ogni qual volta provo a tenere la mente distante e la mia vita non intaccata,da questa sciagurata pandemia,ti vomitano addosso volenti o nolenti,le catastrofiche notizie sul virus...il bollettino giornaliero,i due loschi messaggeri di sventura Crisanti e Galli,ecc ecc.Tenere la barra dritta non è semplice, soprattutto se hai problemi pregressi di ansia come il sottoscritto.Ad ogni modo l' informazione sulla malattia è penosa tutta volta a terrorizzare e sconvolgere le persone.

[#5]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Caro utente,
pensi che io non so nemmeno chi siano, Crisanti e Galli. Corro a vedere su Internet.
Lei corra invece a guardare i principi della Psicologia Positiva: rifuggire da quello che peggiora il nostro stato d'animo, cercare le cose che ci danno una sferzata di ottimismo e di allegria.
Le faccio tanti auguri.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#6] dopo  
Utente
Lei ha ragione e apprezzo questi principi psicologici positivi appunto,che mi sta dicendo.Fino a prova contraria tutti i miei cari stanno bene e non hanno avuto alcuna esposizione al virus Idem io.Provero' a rimittermi sotto con la chitarra già da oggi

[#7]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Bene! Metta qualcosa su Youtube e l'ascolterò volentieri.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it