Doc omosessuale

Buongiorno, sono un uomo di 40 sposato con due figli, ma sin dall'età' di 14 ho avuto la paura di essere omosessuale.
Ho avuto poche storie eterosessuali senza sesso da adolescente e hofatto sesso per la prima volta a 29 anni quando ho conosciuto mia moglie; in quel periodo sono caduto in una depressione che mi ha portato a fare psicoterapia per comprendere se fossi o meno omosex ma nn ho potuto andare fino in fondo.
Ora mi ritrovo di nuovo con questo problema in quanto mentre mi stavo masturbando con un porno etero mi sono eccitato guardando una donna, ma quando ho raggiunto la orgasmo ho visto il pene dell' uomo e ho paura di essere venuto perché mi piaceva il pene.
Ho sempre avuto paura che mi piacesse il pene, ma sono sicuro di non volerlo toccare e credo che non mi piaccia.
Mi sono dato come spiegazione che essendo in una fase di eccitazione, la paura che mi potesse piacere il pene mi abbia fatto cambiare di stato e di conseguenza sono venuto.
Secondo voi potrebbe essere possibile?
Se dovesse piacermi il pene vuol dire che sono gay?
Non ho mai sognato di avere rapporti con uomini e non mi pare di essere attratto da loro anche se quando vedo un bel uomo una voce dentro di me esprime complimenti e questo mi manda in confusione perché non capisco se sono attratto o meno.
So' solo che il fisico delle donne mi piace ma quando mi capitano queste cose non capisco più se mi piace la vagina o meno.

Grazie per chi potrà rispondere
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Gentile Utente,

potrebbe cortesemente chiarire questa circostanza:

"...in quel periodo sono caduto in una depressione che mi ha portato a fare psicoterapia per comprendere se fossi o meno omosex ma nn ho potuto andare fino in fondo "

La psicoterapia in questione, suppongo non terminata, Le ha fornito degli strumenti per gestire la problematica? Se sì, quali?


Lei scrive, inoltre: "...Ora mi ritrovo di nuovo con questo problema in quanto mentre mi stavo masturbando con un porno etero mi sono eccitato guardando una donna, ma quando ho raggiunto la orgasmo ho visto il pene dell' uomo e ho paura di essere venuto perché mi piaceva il pene "

Lei fa una associazione tra l'immagine del pene e il fatto di avere avuto l'orgasmo. Ma è un'associazione che fa Lei.
Provi a pensare se si fosse "distratto" e avesse pensato alle tasse da pagare o al coronavirus e avesse avuto l'orgasmo: che tipo di associazione avrebbe potuto fare?

Di solito, le persone che funzionano in questo modo sono ansiose, cioè ritengono che un pensiero possa corrispondere ad un fatto. Ad esempio si dicono: "Se l'ho pensato, allora è vero", oppure: "Se è successo, allora lo volevo ", ecc...

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno , si ho fatto psicoterapia per sei mesi e mi è stato consigliato di lasciare andare i pensieri; ma quando è capitato quell' evento in cui ho avuto la orgasmo mentre penso sia stato l immagine del pene la causa , tale evento mi ha completamente destabilizzato.
Ho pensato " ecco sono gay" questa è la prova .

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa