Utente
Ciao a tutti.
Ho deciso di scrivere qua per chiedere disperatamente aiuto.
Ad Aprile ho sentito più volte i miei genitori fare sesso.
Inizio col dire che so perfettamente che è normale ma purtroppo io l'ho presa come un trauma.
Da allora non riesco a stare tranquillo quando vado a dormire, addirittura non prendo sonno se non sono sicuro all 100% che I miei dormano e mi è capitato più volte di avere diversi attacchi d'ansia durante il giorno.
Siccome la situazione era molto seria e io non riuscivo più a sostenerla ho deciso di parlarne con i miei, che dopo un discorso di ore e ore mi avevano rassicurato che la situazione sarebbe cambiata e che avrebbero fatto di tutto per farmi stare tranquillo.

Purtroppo io tranquillo non ci sono mai stato tanto che dopo 5 mesi risuccede la stessa cosa, ossia li risento fare l'amore.
E tutti i disturbi che stavo provando ad eliminare sono ritornati.
Ne ho nuovamente parlato con i miei genitori e alla fine avevamo deciso di parlare con un terapeuta.
A causa del coronavirus ciò non è avvenuto.
Ieri sera risuccede la stessa cosa e non so più come comportarmi.
Ho il dubbio se farglielo presente nuovamente e provare una volta per tutte a trovare una Seria soluzione oppure provare a passarci su e magari provare a risolvere da solo.

Vi prego aiutatemi perché io così non riesco più ad andare avanti.
So perfettamente che è una cosa normalissima ma io non riesco a capire il motivo di questo mio trauma.

Spero possiate aiutarmi.

[#1]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
il suo è un disturbo che si inscrive in una sindrome nota.
Sarebbe meglio parlare subito con uno specialista di questa ossessione, slatentizzata o acutizzata, forse, dalla situazione della pandemia. Non a caso ha avuto il primo "trauma", come lei lo chiama, ad aprile, inizio del lock-down, e il secondo adesso.
Se ha confidenza col suo medico di famiglia gliene parli, e potrà prescriverle dei colloqui con uno psicologo alle ASL.
In ogni caso, non lasci sedimentare questo disturbo che colpisce anche la sfera privata e quindi la serenità dei suoi genitori.
Tenga conto che gli psicologi liberi professionisti attuano colloqui anche online.
Auguri.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#2] dopo  
Utente
Gentile dottoressa, la ringrazio vivamente.
Capisco ed ero già a conoscenza di questo bisogno di rivolgermi presso uno specialista. Farò il possibile nonostante io sia una persona molto chiusa e introversa.
Per il momento secondo lei sarebbe una buona idea, oltre che parlare nuovamente con i miei genitori, parlarne con mia nonna con la quale sono molto più aperto?
Questa opzione me l'avevamo già suggerita i miei genitori al "secondo colloquio".
La ringrazio e le auguro una buona giornata.
:)

[#3]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
i suoi genitori secondo me possono essere solo disturbati da questa intrusione nella loro sfera privata; e a maggior ragione se lei parlerà dei loro fatti intimi anche al di fuori, con sua nonna.
Provi ad immaginare come si sentirebbe lei, se qualcuno le dicesse che ascolta le sue pratiche erotiche e cercasse di attuare un'intrusione nelle stesse.
Che si tratti di un suo rapporto sessuale con una ragazza, della masturbazione, della visione di un porno o altro, mi sembra evidente che queste pratiche, con le emozioni che comportano, debbano rimanere nella sfera intima, del singolo e della coppia.
La sua intrusività ossessiva nell'intimità dei suoi genitori è indice di un disturbo che è bene curare, e anche presto.
Che lei sia "una persona molto chiusa e introversa" conferma il disturbo, e non preclude affatto, anzi promuove il ricorso ad uno specialista.
Noti la contraddizione. Lei dice di essere chiuso e introverso, credendo forse che ad uno specialista dovrà raccontare i suoi fatti personali, ma dall'altro "spia" i rapporti di una coppia la cui privacy dovrebbe rispettare, e medita addirittura di riferirne a terze persone.
Uno psicologo l'aiuterà a spostare su di sé certi vissuti emotivi e a svincolarsi da questo legame malato con la sessualità altrui.
Ci tenga al corrente e non perda tempo a curarsi. Anche sul sito Medicitalia ci sono bravi psicologi-sessuologi che operano online.
Auguri.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it