Utente
Mio fratello di 10 anni stasera mi ha detto che vuole morire.

Spiego un po' la situazione, mio fratello è sempre stato un bambino molto sensibile e ha risentito molto della situazione pandemia e scuola chiuse, inoltre abbiamo avuto problemi familiari con mio nonno che ha avuto un infarto ed è stato operato d'urgenza e casa nostra che stava per crollare (al momento infatti siamo costretti a vivere dai nonni).
In particolar modo quest'ultima situazione gli è sempre stata stretta; è facilmente irritabile, si innervosisce velocemente e a volte è intrattabile e dice continuamente di volere le sue cose e i suoi spazi (ormai sono già due mesi che siamo qui).
Già una settimana fa su per giu in seguito ad un rimprovero per la frustrazione ha detto che voleva morire ma la cosa era finita lì.
Stasera durante un gioco ha detto che si sente sempre triste quando non è distratto e che fa brutti pensieri, alla mia domanda che pensieri?
ha detto di nuovo che vuole morire.
Il primo istinto è stato quello di dirgli di non pensare queste cose, che è un bambino e che ha tutta la vita davanti con tante cose belle che lo aspettano.
Poi gli ho chiesto se era triste anche quando giocava con me e mi ha risposto no o quando sta con lo skate (suo hobby da mesi) e mi ha risposto no, ma mi ha ribadito che sono distrazioni.
Poi gli ho chiesto se si sentiva così da quando stavamo in casa dai nonni e mi ha detto che non lo sapeva ma forse si.
Cosa fare?
Ho parlato anche con mia madre di tutta questa conversazione e non sappiamo come comportarci quindi eccoci qua.
Questi pensieri e questi stati d'animo possono essere dovuti alle varie situazioni che stiamo vivendo?
Dobbiamo seriamente preoccuparci di quanto detto?
Quanto peso attribuire a queste parole?
Come comportarci se dirà di nuovo questo?
Quando ho sentito queste parole stasera stavo per scoppiare a piangere ma ho cercato di mantenere la calma e la lucidità davanti a lui per non caricarlo di sensi di colpa non so se è stato giusto comportarsi così.
Non so se queste altre informazioni possono essere utili, a scuola sta andando bene anche se è svogliato da sempre.
Va a dormire molto tardi la sera anche questo comportamento l ho ha da sempre, è sempre stato una buona forchetta ma da quando siamo dai nonni ancora di più, si sente spesso con gli amichetti o a telefono o on videochiamata.

[#1]  
Dr.ssa Barbara Pender

16% attività
8% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Salve,
La sua ipotesi è fondata, ovvero di sicuro la situazione che state vivendo (pandemia, casa dei nonni, scuole chiuse) influisce negativamente su suo fratello. Credo anche che la modalità di risposta sia stata corretta, nonostante le preoccupazioni comprensibili. Molto spesso questo tipo di dichiarazioni sono solo una richiesta di aiuto ma spesso a 10 anni non ci si rende conto dei rischi reali né delle conseguenze di alcuni comportamenti per cui le consiglio di prestare attenzione a suo fratello senza che lui se ne accorga. Sicuramente gli farebbe bene parlare con uno specialista. Lei, intanto, provi a interagire maggiormente con lui e lo spinga a dedicarsi allo skate con più frequenza, dato che sembrano entrambe attività a lui gradite. Se l'umore cala e resta basso ogni giorno anche in presenza di attività piacevoli contatti un professionista per un consulto.
Dr.ssa Barbara Pender
Psicologa - Psicoterapeuta