Lei non riesce più a venire

Salve a tutti, innanzitutto vi ringrazio in anticipo e spero in un vostro consulto sul mio problema.


Sono un ragazzo di 21 anni e ho una relazione con una ragazza di 17, da due anni.
Nella sfera sessuale ci siamo trovati sempre molto bene, ed era facile per lei avere un orgasmo clitorideo, (poiché vaginale non l’ha mai avuto) che non è mai mancato a parte i primi tempi di conoscenza.
Un po’di tempo fa ci siamo distaccati per qualche settimana perché litigavamo spesso, ma un mese fa circa ci siamo riavvicinati e uniti di nuovo.

Dall’inizio sembrava molto presa, ma durante i nostri rapporti di ora non riesce più a venire, la vedo più distratta e meno coinvolta
Le ho chiesto quale fosse il problema o se non aveva più voglia con me, ma ha detto che è presa da me e le piace ma quando le pratico sesso orale o masturbazione non si sente stimolata sul clitoride (a volte anche secco), e non riesce a concentrarsi e avere l’orgasmo.
Nonostante ciò continua a cercarmi lei prima del rapporto, e all’inizio ha desiderio di farlo

Tra l’altro la prima volta che non è riuscita a venire si è posta subito il problema e ho pensato potesse essere entrata in un circolo vizioso, o ansia da prestazione
Non riesco a capire se sono io il problema o no, se non è più attratta da me.
Questo mi preoccupa molto, ho paura in un calo di desiderio o compressione della coppia, dato che ci trovavamo molto bene in questo ambito.


Vorrei chiedervi nonostante i dati insufficienti cosa possa essere o a che potrebbe portare, o come comportarmi
essendo inesperto in ciò.

Vi ringrazio tanto e confido in un vostro consiglio

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

la disfunzione sessuale, che ci presenta nel suo post, sembra avere alla sua base anche alcune cause di carattere psicologico e relazionale; la invito a leggere questo mio articolo, pubblicato sempre sul nostro sito, su queste problematiche:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/2347-disturbi-sessuali-femminili-di-natura-organica-in-urologia.html

e poi indirizzo il suo post anche in area "Psicologia".

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

prima la Sua ragazza aveva l'orgasmo ed ora no.
Ora è asciutta; è prima no?

E' evidente che qualcosa è cambiato.
Non tanto - ritengo - nella sesssualità quanto nella relazione.
Provate a parlarne apertamente.
Dopo averlo fatto, se ritiene, ci riscriva.

Tenga conto che spesso il funzionamento sessuale nella donna è una variabile dipendente da molto altro.
E il funzionameto orgasmico in particolare, di cui potrà leggere qui:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/5274-orgasmo-e-donna-difficolta-cause-soluzioni.html ; è un articolo che consiglio di leggere in coppia.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa, parlando con lei le ho anche chiesto apertamente se fosse un problema di attrazione verso i miei confronti, lei dice di no e che le piace,tra l’altro mi cerca prima del rapporto.

Inizialmente non è asciutta ma stimolando quel punto e poco alla volta arriva ad esserlo o sente di meno,nonostante le piaccia (a quanto dice).

Ha espresso come se sentisse quel punto stressato e sensibile e dopo un po’ appunto,le da fastidio.

Inoltre se posso chiedere essendo inesperto, come dovrei comportarmi? Dovrei evitare quel punto per ora?
ho il timore che questa mancanza possa compromettere il desiderio che c’è, ma il resto durante il rapporto sessuale pare vada bene.

Sarei molto grato per un suo consiglio o ipotesi di quel che potrebbe essere.
Apprezzo la vostra disponibilità e vi ringrazio molto.
[#4]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

la modalità online non permette di entrare nei particolari.
Chiedete un consulto ad una Psicoterapeuta perfezionata in sessuologia clinica (ed es. in FISSonline, Albo),
è possibile che sia semplice risolvere.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio