Instabilità nelle relazioni. potrebbe trattarsi di un disturbo o solo di un blocco?

Scrivo perchè da un anno ho una situazione sentimentale turbolenta/instabile.
Ho intrapreso una relazione con una ragazza (quindi lesbo) dopo averla frequentata per 1 mese e mezzo.
Appena ci siamo fidanzate mia madre è mancata a seguito di una malattia.
Ero sola e con un padre che vedo poco che però mi è stato accanto (sottolineo che non viveva con me e mia madre, nemmeno ora che sono sola).
Questa perdita, oltre al fatto che era il mio primo fidanzamento, mi ha spinta a tenermi vicino e a dire "si" a lei che era l'unico affetto oltre alla mia migliore amica (una sorella, la vedo tutti i giorni da anni) presente nella mia vita in quel momento.
Ho iniziato quindi a stare con lei anche a casa mia a settimane alternate alla mia migliore amica che mi ospitava a casa sua.
Già poco prima del fidanzamento ho conosciuto un'altra ragazza sua amica (che era fidanzata anche lei) la quale ha cominciato a scrivermi e a mostrare un attrazione fisica verso me nonostante uscissimo a volte in 4.
All'insaputa della mia ragazza e della sua abbiamo cominciato a scriverci, io la reputavo una cavolata via chat e che finiva lì, essendo una che non dà retta a chi approccia a me sessualmente sin dal primo momento e dato che ero già impegnata e per giunta con la sua amica.
La cosa continuava via chat e mi intrigava in quanto nascosta e attraente per via delle attenzioni sessuali che mi andavano bene virtualmente.
Dopo un po' abbiamo cominciato a vederci.
Da qui arrivò il tradimento vero a livello fisico dopo che questa ragazza decise sotto mia provocazione di lasciare la sua ragazza, e dopo aver constatato che il suo non era solo un interesse fisico.
Io ho continuato a stare con la mia ragazza in quanto per me era lei la stabilità e la certezza.
Al contempo però mi compiacevano le attenzioni dell'altra e da lì continuarono le uscite clandestine per 8 mesi.
La mia ragazza ricevette segnali e scoprii qualcosa a riguardo.
Io mentivo sempre nascondendo tutto.
L'altra voleva una decisione o lei o la mia ragazza e io continuavo ad avere 2 relazioni, una senza etichetta.
Non sono mai riuscita a scegliere davverp in quanto una non aveva qualcosa dell'altra e in quanto a me stava bene così.
Tutto però diventava uno stress emotivo e psicologico per tutte e 3 (la mia ragazza aveva sospetti e paure, l'altra sopportava soffrendo io vivevo divisa in 2 ogni giorno e con orari diversi per vederle entrambe).
Tutto si ruppe quando scoprii che uscivo con lei senza però conferme da parte mia.
Prese la sua roba da casa mia e se ne ando.
Io cercavo lei e stavo con l'altra finchè sono stata costretta a scegliere e dissi"si" all'altra perchè la mia ex (a questo punto) mi aveva mollata e se avessi scelto lei perdevo l'altra (la scelta sapendo che la mia ex mi avrebbe cercata lo stesso).
Ora ci troviamo cosi e io non so cosa provo, vorrei tt e 2.

Cosa ho?
Sono instabile.
Mi sento apatica.
Non so cosa voglio.
La 2^ ragazza è border e anche io ho tentato l'autolesionismo quando la stavo perdendo.

Vorrei un'idea da esperti.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,8k 459 103
Gentile utente,

Lei titola il suo consulto " Instabilità nelle relazioni. potrebbe trattarsi di un disturbo o solo di un blocco?".
Se si trattasse "unicamente" di tradimento?

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test