x

x

Relazioni sentimentali.. che vita confusa! potete aiutarmi con qualche delucidazione?

Salve a tutti.
Sono una ragazza di 25 anni, fidanzata da quasi due anni con un ragazzo conosciuto su un app di incontri.
Ho trascorso con lui i primi mesi di frequentazione con alti e bassi anzi piu bassi che alti perché lui su tante cose non era leale, ne "trasparente" poi nonostante ciò siamo andati avanti, ci siamo impegnati ma comunque non andava bene tra di noi, fino all ultimo periodo che vedevo lui che in ogni posto in cui andavamo se magari c era una bella ragazza non perdeva tempo per provare a filtrare! Oltre tutto, in passato trovai dei messaggi su WhatsApp facebook e instagram in cui lui chiedeva ad altre ragazze di uscire e di cui lui mi spiego che voleva conoscere altre perche con me vedeva che non andava bene siccome ci lasciavamo di continuo e c erano tanti tira e molla poi dopo che venni a conoscenza delle chat iniziai a vendicarmi e uscii con altri e glielo dissi pure e lui inizio a fare lo stesso.
Poi ci siamo resi conto che cosi facendo ci facevamo solo del male.
Ora pero c è un però... che io continuo a tradirlo a sua insaputa e poi pensando a cose passate che mi ha fatto mi sento ancora piu spinta nel farlo pero so che sto sbagliando anche se li per li mi sento soddisfatta, dopo sto male... inoltre, ultimamente è ritornato il mio ex.
Lui l avevo lasciato in breve perché era solo parole e gesti zero nel senso a stento mi corteggiava, cosa che invece quest attuale ragazzo fa ogni giorno soprattutto ora e che ora non passa giorno in cui non mi riempie di attenzioni regali e gesti.
Sta quasi tutti i giorni con me 6 giorni su 7.
Sembra tanto migliorato rispetto all inizio ed è da tempo che non trovo più chat conversazioni ecc con altre... ora pero non so cosa voglio perche di lui non mi fido tantissimo invece del mio ex si... poi a breve probabilmente per lavoro andrò a vivere lontano.
Col mio ex ci siamo ritrovati (purtroppo sto portando avanti due relazioni) a parlarne e invece con l attuale ragazzo no e anche il fatto di parlare quasi nulla sul futuro mi turba come mi turba il mio comportamento verso di lui.
Non so se lasciarli perdere entrambi o provare ad aggiustare le cose con lui anzi non so piu cosa provo... tanto penso che il mio ex non cambia e che se non è cambiato in un anno perche dovrebbe adesso infatti gia lo sto valutando... piuttosto mi dispiace per l attuale situazione che vivo e che ho verso il mio ragazzo, mi sto comportando davvero male, provo anche un po di vergogna nel raccontarlo qui. Ho anche pensato che il fatto di tradirlo possa essere una difesa mia nel momento in cui per ipotesi vengo a conoscenza di qualche tradimento da parte sua ma non posso continuare cosi. Come posso "riparare" un po tutto? Potete darmi un imput per capire se amo ancora il mio ragazzo. Dell altro, nonostante ne ho tanta di fiducia e lo ammiro tanto, purtroppo non penso mi interessi tantissimo come fidanzato. Vorrei pero esserne piu sicura anche di questo.
[#1]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 2.8k 145
Gentile ragazza,
l'attaccamento, l'abitudine e l'affetto non sono "amore", quindi forse lei non ama nessuno dei due ragazzi che frequenta.
Avrà avuto un flash di interesse per ciascuno dei due, poi ci si è fidanzata perché "così fan tutte", come dice la nota operetta di Mozart.
Un tempo ci si compiaceva di flirtare, oggi sembra di acquistare qualcosa in più iniziando una specie di fidanzamento anche se mancano tutti gli elementi: amore, progetti, solidarietà, nel suo caso anche la fedeltà, quindi la sincerità e la confidenza.
Mettersi ad analizzare cosa e come "riparare" dove mancano perfino le fondamenta può soltanto confonderla.
Prenda atto della conoscenza di sé che sta realizzando attraverso queste esperienze e lavori per correggere quei tratti del suo comportamento che più tardi, se vorrà una vera relazione, un amore, una famiglia, potrebbero risultare controproducenti.
Buone cose.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa, grazie per la risposta. È vero, io e lui abbiamo incominciato un qualcosa che per lui era un fidanzamento magari, quando effettivamente mancavano quegli elementi. Io mi sono solo "adagiata" al suo volere cosi anche per vedere se poteva essere il mio fidanzato o se comunque poteva migliorare qualcosa. Forse qua ho sbagliato. Sa, pero pensare di lasciare questo ragazzo, ci starei male, riconosco che ha tante qualità e mi mancherebbe anche.. oggi ci ho pensato un po di piu ma valuto... alla fine non voglio far del male a me stessa ma neanche a lui, merita il meglio nonostante tutto. Solo non ho compreso quali sono questi tratti da correggere. Tendenza ad essere infedele? O tratti di infantilità, narcisismo? Spesso con lui sono stata anche possessiva, e questo di me non mi piace.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa, dimenticavo.. il fatto che lui non mi parli di futuro, di progetti.. soprattutto ora che probabilmente darò una svolta lavorativa alla mia vita... non so come interpretare il tutto.. mi sento insoddisfatta.. cosa mi puo dire lei al riguardo?
[#4]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 2.8k 145
Gentile utente,
in base all'età che dichiara lei non è una bambina che può essere portata nel bosco dal lupo cattivo, ma un'adulta che fa le sue scelte, nel bene e anche nel male.
Come interpretare, allora, le manifestazioni di acquiescenza alla volontà altrui che riporto dalla sua email qui di seguito? "Io e lui abbiamo incominciato un qualcosa che per lui era un fidanzamento magari, quando effettivamente mancavano quegli elementi". Gli elementi a cui allude, citati nella mia precedente risposta, sono: amore, progetti, solidarietà, fedeltà, sincerità, confidenza.
Cominciamo dunque da qui: in assenza di tutto questo lei si è fidanzata; ma come poteva, il vostro legame, essere considerato un fidanzamento solo da lui?
Lei lo spiega così: "Io mi sono solo "adagiata" al suo volere cosi anche per vedere se poteva essere il mio fidanzato o se comunque poteva migliorare qualcosa".
Alla sua età voleva giocare ai fidanzati come una bimba delle elementari? E non capiva che la semplice attrazione, o la noia, la spingeva a iniziare una relazione intima con qualcuno di cui non le importava nulla, fino al punto di tradirlo e tenere in piedi delle storie parallele?
Lei dice di non comprendere quali siano i suoi tratti da correggere. Eppure, se ci scrive, si accorge che qualcosa non va. Dichiara di sentirsi insoddisfatta perché lui non le parla di futuro e di progetti. Lei gliene parla, invece?
I "tratti da correggere" dipendono dal tipo di relazione che lei vuole costruire. Se cercava solo un compagno di letto, o più d'uno, perché parla di fidanzamento? Se aveva scopi diversi dall'amore, perché pretende che questa relazione si trasformi in un legame stabile?
Si chieda dunque cosa vuole davvero da quest'uomo e verifichi se lui cerca qualcosa di diverso da una ragazza sessualmente disponibile con cui trascorrere le ore vuote.
In base alle risposte che vi darete potrete dare un nome alla vostra relazione e potrete stabilire se e che cosa volete costruire insieme.
Se invece lei continuerà ad aspettare che il legame su cui si fonda una famiglia nasca dall'incontro su una chat e da una serie di tradimenti, si prepari ad una delusione.
Buone cose.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it