Utente 146XXX
Spetabile dottore cerco di inquadrare velocemente il caso di mia madre (donna di 52 anni) che risulta un po' complesso. Un anno fa' viene riscontrato un espanso cerebrale di circa 3 cm nella zona del ponte. A seguito di parecchie indagini si passa dall'ascesso al tumore primitivo fino a concledere, dopo il riscontro di un piccolo adenoca polmonare che si tratta di una metastasi appunto da ca polmonare. Valutando i controlli nel tempo e a segutio di angiografie spect con tallio e quant'altro siccome la lesione risulta poco vascolarizzata, negativa alla pet e soprattutto non modificata nelle dimensioni si procede con una biopsia stereotassica. Dalla stessa emerge che non ci sono segni di positivita' tumorale ma non si riesce a fare una precisa diagnosi se non inquadrandola come una gliosi cerebrale. Dopo altri consulti neurochirurgici un medico ha messo li l'ipotesi di sindrome di sjogren, io ho provato a cercare su internet ma ho trovato solo notizie su una sindrome autoimmune legata alle ghiandole salivari e lacrimali...nessun accenno a espansi cerebrali. Sono a chiedere qualche spiegazione in piu' ed eventualmente qualche centro di riferimento per approfondire questo aspetto.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
In effetti non vedo alcuna attinenza con tale diagnosi.
Del resto la biopsia ha escluso forme tumorali, quindi non darei peso soprattutto se Sua madre non ha sintomi neurologici(cui tra l'altro Lei non fa cenno).
Credo che l'attenzione maggiore vada rivolta alla patologia polmonare per valutare se e come trattarla.
Cordialità ed auguri
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 146XXX

ringrazio per la risposta....purtroppo ho omesso di dire che mia madre ha un sacco di problemi legati all'espanso e praticamente nulla per il ca polmonare. Chiaramente un rallentamento e una iniziale emiparesi sinistra pur assumendo quantita' industraiali di cortisone( ...di qui diABETE) e mannitolo. Il nostro intento sarebbe quello appunto di limitare tutta questa sntomatologia coscienti del grosso problema del polmone.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Scusi, quale espanso?
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano