Utente 154XXX
Egregi Dottori,
sono una studentessa di 24 anni.Premetto che da un anno abbondante ho una vita piuttosto sedentaria davanti a libri e computer,mentre precedentemente ho sempre svolto attività fisica almeno un paio di volte la settimana.

A fine Agosto 2009 ho cominciato a lamentare dolori notturni e diurni alle articolazioni della spalla e del braccio sx.Inizialmente ho pensato che questi dolori fossero dovuti ad un uso eccessivo dell'aria condizionata,che durante il viaggio di ritorno in auto dalle vacanze(una decina di ore),ho avuto puntata proprio sulla spalla e sul braccio sx.
Andando avanti con i gg però questi dolori,sopratutto notturni,erano aumentati ed erano comparsi anche alle articolazioni di spalla e braccio dx.
La mattina mi alzavo distrutta,come se avessi fatto ginnastica la notte,con gli arti superiori doloranti e alle volte anche gli arti inferiori.Pian pianino nell'arco della giornata,con il normale movimento diurno,il dolore diminuiva.

Nel tempo il dolore alle articolazioni di spalle e braccia si è alleviato fino a sparire,lasciando però spazio a dolori ai polsi ed un accennato dolore alla mano sx.Portando la mano dalla posizione del pugno a quella aperta,il dito mediano a livello,suppongo,tendineo aveva uno "scatto" fastidioso.Questo disturbo dopo qualche gg,sempre a livello del dito mediano,si è presentato anche alla mano dx.Il dolore ai polsi è scomparso lasciando posto esclusivamente a quello delle mani.
Ad oggi ho dolori a entrambe le mani accentuati durante la notte,in particolare aprendo e distendendo le mani a livello della fascia articolare e tendinea alla base di tutte le dita.E'come se mi si "incricasse" la mano(passatemi questo termine così da farmi capire meglio).Cerco di addormentarmi con le mani aperte in modo da evitare questo fastidio,ma non sempre funziona poichè mi muovo la notte e tendo a "rilassare" le mani(che però non si chiudono mai a pugno).Alcune mattine ho le dita leggermente gonfie e ho l'impressione che siano un pò "rigide".
Da anni ho alla volte formicolii diurni o notturni a mani,braccia e gambe.

Faccio presente che nell'ultimo anno ho avuto un'eccessiva perdita di capelli,problemi di concentrazione,stanchezza e un aumento di peso di 5 kg. Fiale,shampoo e integratori non hanno fatto effetto.Il Dermatologo ha deciso di farmi fare analisi del sangue per Tiroide, Reumatismi e Malattie autoimmuni. Nessun valore per queste analisi è fuori dalla norma,a parte una positività agli ANA(con titolazione 1:160 e fluorescenza speckled)che il mio Medico di famiglia ha considerato poco rilevante.Mi ha inoltre invitato a iscrivermi in palestra,consiglio seguito prontamente.E'da quasi 1 mese che costantemente frequento la palestra almeno bisettimanalmente,ma non noto miglioramenti alle mani.
E' possibile che questi disturbi siano dovuti ad eccessivo stress?(Spesso ho il sonno agitato da preoccupazioni varie.)
Vorrei gentilmente chiedervi un parere in merito a ciò che vi ho esposto.

Vi ringrazio, Distinti Saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Priano

24% attività
0% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)
COGOLETO (GE)
SAVONA (SV)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Cara Studentessa, Le rispondo per quanto attiene le mie competenze, anche se la sintomatologia che lamenta potrebbe essere di interesse reumatologico o internistico.I problemi che lamenta alle mani, sono dovuti all'instaurarsi di una tendinopatia stenosante dei flessori e ad una iniziale sindrome del tunnel carpale, entrambe, vista la sua giovane età, potrebbero essere riconducibili ad una patologia sistemica, vedi reumatologica, vedi endocrinologica o altro. Il suo medico ha fatto bene a prescriverle gli esami valutando questo indirizzo,in quanto sia la tiroide, sia una eventuale malattia reumatica (la positività ANA, pur non dirimente, potrebbe essere una spia) possono essere la causa dei suoi sintomi. Come specialista di patologie della mano Le consiglio di eseguire un esame elettromiografico e rx standard mani e polsi , esami che potrebbero suggerirci altri elementi di diagnosi. Nel frattempo non si tenga il male e inizi su prescrizione del suo medico un ciclo di terapia antiinfiammatoria, che da sola potrebbe risolvere il suo problema che potrebbe essere anche legato ad una patologia distrettuale e non sistemica e sarebbe indicata in ogni caso. Vedrà che senza dolori si dorme e si vive meglio e si affrontano meglio le preoccupazioni della vita. Mi faccia sapere. Priano Giovanni
Dr. Giovanni Priano
Medico Chirurgo Specialista in Chirurgia della Mano e in Chirurgia Generale.

[#2] dopo  
Utente 154XXX

Gentile Dottor Priano,
La ringrazio per l'attenzione mostratami e per la Sua chiara risposta.
Appena possibile parlerò al mio Medico di famiglia affinchè mi prescriva una terapia antiinfiammatoria, così da vedere come evolve la situazione.
Sicuramente, come da consiglio, effettuerò un esame elettromiografico e un rx standard mani e polsi, sperando possano darmi maggiori indicazioni in merito a questi fastidi che accuso.
Le farò sapere certamente.
La ringrazio ancora,
Distinti Saluti.