Utente 156XXX
Buongiorno,

sono una donna di 34 anni, circa due mesi fa sono comparsi sulle gambe dei ponfi rossi con dolori che mi impedivano di camminare e mi e' stato diagnosticato l'eritema nodoso. Ho effettuato i seguenti esami : ecodopler, antitrombina,esame x l'antimmunita',reuma test,tampone faringeo,feci,vitamina c reattiva,glicemia,gamma gt urea,strafilococco aureus presente e streptococco alfa emolitico ; il reumatologo ha detto che gli esami erano tutti a posto, solo la ves era alterata. Ora dopo due mesi sto migliorando ,anche se i piedi sono rimasti delicati, devo stare attenta a non affaticarmi altrimenti ne risento e ho sempre un senso di stanchezza; le eruzioni sono durate circa 10 gg.
Anche se sono in via di guarigione, la paura di un ritorno e' molta, da circa 15
anni assumo la pillola mercilon, vorrei cortesemente sapere se conviene sospenderla o sostituirla con una piu' blanda come la yasminelle (anche se ho problemi di dismenorrea)....se sapessi che la causa di cio' e' stata la pillola smetterei di assumerla.
Grazie in anticipo per il consiglio che potrete darmi.

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera,
le condizioni associate all'eritema nodoso sono molte, e tra di esse ci sono anche le infezioni così come l'assunzione di alcuni farmaci (estroprogestinici in particolare). Non si può però evidenziare in alcun modo la relazione nel caso specifico. Riguardo l'uso della "pillola" deve essere valutato il rapporto tra beneficio e rischio (il reumatologo e il ginecologo dovranno consigliarLa).
Saluti