Utente 145XXX
Salve a tutti e grazie in anticipo.
Premetto il mio quadro clinico generale. Ventotto anni - no parenti psoriasi o artrite – no a particolari patologie – da diversi mesi noto fluidità delle feci (non proprio diarrea, ma mancanza di durezza) – da Settembre a dieta volontaria.

Dopo un iniziale problema tendineo braccio dx, perdurante da Ottobre, ad Aprile effettuo visita di chirurgia della mano.

Diagnosi: Da circa 6 mesi dolore al pollice dx, fastidi alle prime tre dita con dolore, iniziale dolore come da tendinite t flessori 1,2,3 dito mano dx (dito a scatto iniziale). Secchezza cutanea faccia estensoria del gomito dx e sin (psoriasi?).

Prescrizione: Arnica montana x 2 settimane, controllo ergonomico, fkt antinfiammatoria, test reumatici (ves, pcr, ena, ana, anti ccp, emocromo). Ed eventualmente RMN mano dx.

18/04/2010 – 02/05/2010

Arnica montana: assunzione orale (posologia prima 5ch e poi 6ch) per due settimane di 3 pillole x 3 volte al giorno.

Controllo ergonomico: ok.

Fkt antinfiammatoria: mi rivolgo al fisioterapista indicato dallo specialista il quale non ritiene necessario effettuare un ciclo di sedute. Mi insegna un esercizio di stretching da ripetere durante il giorno.

Test reumatici: effettuati. In data 28/05/2010 saranno pronti i risultati.

Rmn mano dx: prenotata per il 18/05/2010. Ma è proprio utile farla?


30 Aprile nella fase terminale dell’assunzione dell’arnica (intorno al 30 aprile) inizio ad avvertire una sensazione a braccia/gambe che non è di vero dolore ma di atonia/torpore/diversa sensibilità.
4-5-6 Maggio La predetta “sensazione” nei giorni seguenti muta e diventa paragonabile a un accentuato senso di durezza muscolare interno ma senza che i muscoli siano effettivamente rigidi (è come se avvertissi dei “tubicini interni” di rigidità). A ciò si aggiunge un forte mal di schiena (base colonna vertebrale), irritabilità dei piedi, doloretti a caviglie, un po’ di fiacchezza alle ginocchia, intermittenti pulsioni di calore al petto e interno coscia, lievissimi segni di nausea.
7-8-9 Maggio il dolore alla schiena diminuisce, ma permante tutt'ora, così come il dolore muscolare a ginocchia ed agli arti superiori. Si riacutizza dolore alla fascia plantare e alle “nocchie” delle mani.

Effettuo visita dermatologia per vagliare la possibilità che sia psoriasi (artrite psoriasica). Visita negativa (rimane la però possibilità che sia psoriasi sine psoriasi).

Intanto il dolore tendineo al braccio destro ha avuto un significativo miglioramento.

Come posso procedere. Io aspetterei un pò per vedere se questi doloretti diffusi passino, intanto ritireti le analisi dei test reumatici e mi consulterei con il medico di famiglia.

E' utile fare una visita da un reumatologo?
E' utile fare altri esami del sangue?
E' utile fare la RMN alla mano dx?
Cosa ne pensate?

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio signore,
è spesso difficile inquadrare i casi simili al Suo anche visitando, si figuri via internet.
La cosa migliore è attendere l'esito di tutti gli accertamenti e poi, se i sintomi persistono, fare la visita specialistica (sarà il reumatologo in quella sede a richiedere eventuali altre analisi).
Saluti,

[#2] dopo  
Utente 145XXX

grazie,
in effetti era la soluzione che avevo adottato. Posterò comunque i risultati.