Utente cancellato
Da diversi mesi di notte avverto un senso di fauci secche, col passare del tempo l'ho controllato abbastanza e ormai la notte anche se sento la gola secca non bevo o bevo giusto un pò. Questo autocontrollo è causato dal fatto che ultimamente ho continui disturbi che poi si risolvono in somatizzazioni del mio disagio e della mia ansia. Un paio di anni fa, infatti, c'era il sospetto di diabete insipido (smentito dalle analisi del sangue e dall'ecografia dei reni) non tanto per le fauci secche, la sensazione era inferiore all'attuale, quanto per la minzione molto frequente soprattutto notturna. Anche quest'ultima l'ho controllata, ogni tanto ritorna ma non ci faccio più caso. Come non faccio più caso alle tachicardie, o qualche tempo fa alla sensazione di apnea notturna...Mi sento da tempo abbastanza depressa, vivo da sola e sono abbastanza preoccupata per via della mia "precarietà lavorativa" - adoro il mio lavoro ma lo prendo troppo sul serio e l'ansia di fare bene mi ossessiona - e per un senso di solitudine sostanziale pur avendo un compagno, in un certo qual modo.

Da molti anni sono afflitta da periodici dolori alle gambe, che si presentano a dx o sx, a livello del polpaccio, dietro il ginocchio o dentro il gluteo alternativamente; a volte vanno via da soli, spesso sono costretta a prendermi un antiinfiammatorio (solitamente il feldene) per stare bene fino alla successiva. Le visite ortopediche e neurochirurgiche, le risonanze non hanno indicato nulla di rilevante, tale da causare tali dolori, solo il consiglio: faccia sport. Cosa che la mia vita complicata e la mia indolenza non mi permettono più di fare.
Ultimo arrivato è un dolore al gomito destro e via via anche al sinistro, pare un'epicondilite, alla quale pure, dopo alcuni tentativi farmacologici e fisioterapeutici, mi son dovuta abituare.

L'ultima ipotesi dovuta alla fauci secche di notte, e anche alle mucose vaginali inspiegabilmente asciutte durante i rapporti e anche durante il giorno, causandomi spesso fastidio, era stata quella della sindrome di sjoberg.
Effettuate le analisi cliniche i risultati rivelanti sono i seguenti:
Ab ANTI NUCLEO: neg
Ab ANTI DNA: 6.25
ANTICORPI ANTI SSA, SSB, Sm, ANTI RNP, ANTI Scl-70, ANTI J01: tutti assenti
IMMUNOCOMPLESSI: 10.9
COMPLEMENTO (FRAZIONE C3): 70
COMPLEMENTO (FRAZIONE C4): 18.9

Con questi valori pare sia esclusa la sindrome ma pare che il valore ANTI DNA sia inspiegabile, e dunque da ripetere.
Vorrei far notare che il peso specifico delle urine è diminuito, è pari a 1008, e pure il pH è piuttosto acido, pari a 5.

Parlando con altri medici mi consigliavano di ripetere l'ecografia ai reni.
Voi cosa ne pensate?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Carlino

24% attività
0% attualità
0% socialità
MATINO (LE)
UGENTO (LE)
CASARANO (LE)
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Effettui una ecografia delle ghiandole salivari.
Dott. Giorgio Carlino
Specialista in Reumatologia

[#2] dopo  
15267

dal 2017
Dottore, ma anche secondo lei è da ripetere il test ab anti-dna? Perché secondo il mio reumatologo è l'unico valore che non quadra e che richiede una verifica.
Grazie.

[#3] dopo  
15267

dal 2017
Scrivo nuovamente per aggiungere che da qualche giorno avverto un dolore al fianco destro, un pò più in alto, sulla schiena; duole quando mi chino e anche quando sono a riposo, sempre. Sarà il rene? La minzione è frequente in questo periodo.
Inoltre ho cominciato a sentire fastidio alla gola stamattina appena sveglia, a letto, avevo la sensazione di avere del muco a livello della gola e degli orecchi. Il medico curante mi ha guardato e mi ha detto che la gola è appena arrossata ma mi ha prescritto velamox disp 1 g per il muco che sento. La temperatura è sui 37,2-37,5 anche se il "fastidio" a livello della gola e il mal di testa mi procura una sensazione di febbre.
Sono in attesa di un'ecografia dal nefrologo - e di una alle ghiandole salivari come consigliato dal dottor Carlino - ma temo che l'antibiotico possa peggiorare le cose e sono perplessa sulla sua assunzione senza sintomi gravi, veramente, a parte questa sensazione di muco in gola e orecchi, che si traduce in una voce un pò profonda. Niente tosse o altro.
Infine un cenno ultimamente al meteorismo persistente e alle feci di piccole dimensioni, secche, e stentate, cosa inusuale per me.
Ringrazio sentitamente per la risposta. Grazie.