Utente 244XXX
Buonasera ,
mia madre soffre da 13 anni di atrite reumatoide , da un anno è in cura con humira la cura biologica poichè tutte le altre non bloccavano le infiammazioni.
Tre settimane fà ha interrotto la cura per un mal di gola ..ha preso degli antibiotici e da li non è più riuscita a ricomnciare la cura perchè per una lombo sciatalgia ( cosi' l'hanno definita la pronto soccorso ) ha dovuto assumere diversi antiinfiammatori .
Poi per ultimo Le uscita una candida ( cosi' la definita la dermatologa che l'ha vista) sotto il seno e nella pancia.
Prima domanda : la candida e il mal di schiena che non la abbandona potrebbero essere collegate?
La candida potrebbe essersi propagato anche all'interno?
E'' la malattia l'atrite che le porta tutti questi disturbi?

Humira quando si potra' ricomnciare?

Grazie

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Tamburello

24% attività
0% attualità
0% socialità
LEGNANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Gentile Utente,
Purtroppo le terapie con farmaci biologici, in presenza di uno stato infettivo, necessitano di un sospensione temporanea, poiché avendo una azione immunomodulatrice potrebbero ritardare il processo di guarigione dell' infezione stessa, o ancora favorirla.
Una candidiasi è un evento non raro in soggetti affetti da artrite reumatoide in terapia con biologici; non è da trascurare peró una eventuale terapia cronica con cortisonici ( cui questi pazienti sono sovente sottoposti), di frequente, causa di infezioni da funghi. in genere, una mirata terapia antimicotica con risoluzione della candidiasi, consente di riprendere la terapia con il biologico senza grossi problemi.
Riguardo alla lombosciatalgia, ne parli con il Reumatologo che segue sua madre e di certo saprà aiutarla.
Cordialità
Dr. Antonio Tamburello