Utente 197XXX
Buon giorno, vi scrivo per mia moglie in merito ad un linfonodo ingrossato sotto l'orecchio comparso durante le vacanze di natale, si è recata dal suo dottore che ha prescritto, dopo aver diagnosticato una sospetta linfoadenopatia, le analisi del sangue + una ecografia. Premetto che si tratta di una donna di 40 anni asmatica, allergica agli acari della polvere e fieno.
Dalle analisi del sangue del 7 gennaio sono emersi i seguenti dati e volevo un vostro parere in merito. Aggiungo che circa una settimana prima delle analisi del sangue mia moglie ha avuto il ciclo mestruale e invece durante le suddette vacanze ha avuto per un paio di gg mal di gola. Di seguito vi riporto i valori in particolare della curva leucocitaria anomali, chiedendovi un consulto:
EMOCITOMETRIA
Leucociti 6,5 10^3/mm^3 [4,0 - 10,0] Ottica imped.
Eritrociti 5,06 10^6/mm^3 [4,20 - 5,40] Ottica imped.
Emoglobina 13,8 g/dL [12,0 - 16,0] Ottica imped.
Ematocrito 42,0 % [37,0 - 47,0] Ottica imped.
Volume medio emazie (MCV) 83,0 fL [82,0 - 95,0] Ottica imped.
Emoglobina media emazie (MCH) 27,2 pg/cell [27,0 - 32,0] Ottica imped.
Concentrazione emoglobina emazie (MCHC) 32,8 g Hb/dL [31,0 - 36,0] Ottica imped.
Indice di anisocitosi (RDW) 14,1 % [11,0 - 16,5] Ottica imped.
Piastrine 299 10^3/mm^3 [130 - 400] Ottica imped.
Volume medio piastrine (MPV) 8,6 fL [6,9 - 10,8] Ottica imped.
Neutrofili relativi 48 * % [50 - 75] Ottica imped.
Linfociti relativi 32 % [20 - 45] Ottica imped.
Monociti relativi 12 * % [2 - 10] Ottica imped.
Eosinofili relativi 7 ** % [0 - 6] Ottica imped.
Basofili relativi 1 % [0 - 1] Ottica imped.
Neutrofili assoluti 3,1 10^3/mm^3 [2,0 - 7,5] Ottica imped.
Linfociti assoluti 2,1 10^3/mm^3 [1,5 - 4,0] Ottica imped.
Monociti assoluti 0,8 10^3/mm^3 [0,2 - 0,8] Ottica imped.
Eosinofili assoluti 0,5 10^3/mm^3 [0,0 - 0,5] Ottica imped.
Basofili assoluti 0,0 10^3/mm^3 [0,0 - 0,1] Ottica imped.
SIEROLOGIA E VIROLOGIA
S-TOXOPLASMA ANTICORPI IgG <0,3 UI/mL [0,0 - 1,6] CMIA
S-TOXOPLASMA ANTICORPI IgM Negativo Negativo CMIA
S-VIRUS EPSTEIN BARR [EBV] ANTICORPI ETEROFILI Negativo Negativo Imm.cromatog.
BIOCHIMICA CLINICA E TOSSICOLOGIA
S-GLUCOSIO 74 mg/dL [60 - 110] Colorimetria
S-TRIGLICERIDI 180 * mg/dL [35 - 170] Colorimetria
S-COLESTEROLO TOTALE 201 mg/dL Colorimetria
Intervalli in termini di rischio cardiovascolare:
valori desiderabili < 200 mg/dL
valori di rischio moderato 200 - 240 mg/dL
valori di rischio elevato > 240 mg/dL
S-COLESTEROLO HDL
S-Colesterolo HDL 50 mg/dL [40 - 90] Colorimetria
Colesterolo totale / colesterolo HDL 4,0 [2,0 - 5,0] Colorimetria
S-Colesterolo LDL 115 mg/dL Calcolo
Intervalli in termini di rischio cardiovascolare:
Valori desiderabili < 130 mg/dL
Valori di rischio moderato 130 - 159 mg/dL
Valori di rischio elevato > = 160 mg/dL
Con valori di trigliceridi >400 mg/dL il calcolo del colesterolo LDL risulta inattendibile
S-ASPARTATO AMINOTRANSFERASI (AST) (GOT) 21 UI/L [5 - 30] Colorimetria
S-ALANINA AMINOTRANSFERASI (ALT) (GPT) 14 UI/L [5 - 35] Colorimetria
S-GAMMA GLUTAMMILTRANSPEPTIDASI (GAMMA GT) 15 UI/L [6 - 32] Colorimetria
S-UREA 31 mg/dL [10 - 50] Colorimetria
S-CREATININA 0,88 mg/dL [0,50 - 1,10] Colorimetria
Sg-VELOCITÀ DI SEDIMENTAZ. DELLE EMAZIE (VES) 10 mm/ora [1 - 20] Ottica
S-PROTEINA C REATTIVA ULTRASENSIBILE 0,25 mg/dL [0,01 - 1,00] Turbidimetria
Questo invece l’esito dell’ecografia del 14 gennaio 2014
Parotidi: integrità volumetrica (vn DAP<15mm) ecostrutturata francamente in omogenea. Si rinviene e bilateralmente, una presenza suggestiva di Sjogren (aspetto ad alveare, necessaria conferma dignostica in contesto specialista. Non chiare immagini di lesioni focali. Incrementata la vascolarizzazione parenchimale paratidea DX. Integrità di calibro e profilo delle vie escretrice, nonm alterazione del contenuto luminale.
Sottomandibolari: non rilievi ecografici patologici.
Linfatico, laterocervicali, stazioni sopraiodee, e sottoiodee e sopraclaveari: riscontro di elementi linfatici non ecograficamente sospetti in particolare in area retro mandibolare DX. ( criteria di benignità ratio asse min /max >2, ilo vascolare ben rappresentato, vascolarizzazione ilare, uniformità eco strutturale corticale, bassi indici di impedenza arteriosa <0,75 0,80)
In questi gg, secondo mia moglie i noduli si sono leggermente ridotti con un minore fastidio in fase di masticazione e sbadiglio.
Volevo chiedervi quale tipo di approfondimento e analisi dovrebbe fare per approfondire quanto emerso dalle analisi ed eco fatta.
Dopo l’ecografia, il dottore ci suggeriva di indirizzarci verso un consulto con un otorinolaringoiatra, invece il medico di famiglia ci ha prescitto una vista dal reaumatologo.
Vi chiedo cosa suggerite in cosniderazione di quanto analizzato e descritto, in particolare vi chiedo se quanto emerso è grave e richiede un urgenza di ulteriore approfondimento.
Grazie ancora per l'ottimo servizio e supporto

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signore, è stata prescritta anche una ecografia: potrebbe riferire il risultato per esteso?
La ringrazio, cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 197XXX

buon giorno di seguito l’esito dell’ecografia del 14 gennaio 2014
Parotidi: integrità volumetrica (vn DAP<15mm) ecostrutturata francamente in omogenea. Si rinviene e bilateralmente, una presenza suggestiva di Sjogren (aspetto ad alveare, necessaria conferma dignostica in contesto specialista. Non chiare immagini di lesioni focali. Incrementata la vascolarizzazione parenchimale paratidea DX. Integrità di calibro e profilo delle vie escretrice, nonm alterazione del contenuto luminale.
Sottomandibolari: non rilievi ecografici patologici.
Linfatico, laterocervicali, stazioni sopraiodee, e sottoiodee e sopraclaveari: riscontro di elementi linfatici non ecograficamente sospetti in particolare in area retro mandibolare DX. ( criteria di benignità ratio asse min /max >2, ilo vascolare ben rappresentato, vascolarizzazione ilare, uniformità eco strutturale corticale, bassi indici di impedenza arteriosa <0,75 0,80)
In questi gg, secondo mia moglie i noduli si sono leggermente ridotti con un minore fastidio in fase di masticazione e sbadiglio.
Volevo chiedervi quale tipo di approfondimento e analisi dovrebbe fare per approfondire quanto emerso dalle analisi ed eco fatta.
Dopo l’ecografia, il dottore ci suggeriva di indirizzarci verso un consulto con un otorinolaringoiatra, invece il medico di famiglia ci ha prescitto una vista dal reaumatologo.
Vi chiedo cosa suggerite in cosniderazione di quanto analizzato e descritto, in particolare vi chiedo se quanto emerso è grave e richiede un urgenza di ulteriore approfondimento.
Grazie ancora per l'ottimo servizio e supporto

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, rilevo che una diagnosi non è stata ancora formulata con relativa sicurezza. Ritengo che entrambi gli specialisti indicati debbano essere consultati, fino ad avere una diagnosi di certezza, che di certo non può essere fatta via rete.
Sarò lieto di sapere i responsi.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 197XXX

grazie dott. Bernkopf la terrò aggiornata. buona domenica