Utente 385XXX
Buonasera. Sono una ragazza fi 21 anni. A 5 mi è stata diagnosticata la sindrome di Sjogren, con la comparsa di una tiroidite di hashimoto a 14. Ultimamente soffro di due situazioni ricorrenti: il continuo ripresentarsi di un mal di gola, localizzato a destra, con catarro e gola gonfia e arrossata, ingrossamento dei linfonodi e della parotide destra (che è sempre gonfia a causa della sjogren, ma che peggiora durante il mal di gola) fino ad impedire quasi la deglutizione. Questo è stato curato due volte con antibiotico a distanza di 3 settimane. Sembra passare, ma anche dopo la seconda volta si ripresenta. La terza volta impossibilitata ad andare dal mio medico ho chiesto al farmacista che mi ha consigliato il locabiotal. Passato un'altra volta, ma tornato di nuovo!
Inoltre ultimamente, di punto in bianco arrivano dei dolori alla schiena nella zona lombo-sacrale, alle ginocchia, alle cosce e a collo e spalle che continuano per delle ore. Tutto accompagnato da una sorta di "blocco" muscolare, una rigidità che non avevi mai avuto. Oki e volfast non hanno sortito effetto, così come la tachipirina. Ed il froben (che prendo all'occorrenza per la parotide, ma che evito quasi del tutto a causa dei lividi misteriosi che mi ritrovo durante la sua assunzione) non sortisce effetto in nessuno dei due casi. Avverto inoltre spesso un senso di vertigine/svenimento, accompaganto da formicolii in tutto il corpo, dopo i cambiamenti di posizione anche se lenti e graduali. Ogni tanto succedeva anche prima, ma adesso mi succede anche 10- 15 volte al giorno, ogni volta che mi alzo. Attualmente non seguo nessuna terapia, ho sospeso da anni l'eutirox perché TSH T3 e T4 sono nella norma, e molto molto raramente uso antidolorifici. Idee o consigli?? Vi ringrazio per la pazienza e per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Si, un'idea: se la diagnosi di Sjogren è confermata (come?), alla sintomatologia riferita potrebbe fornire quantomeno una quota di spiegazione anche la co-presenza di un altro fattore.
In particolare mi incuriosisce la monolateralità della sintomatologia a carico della parotide
Personalmente ritengo che la parotite cronica trovi un'indispensabile e determinante elemento patogenetico nel terreno piuttosto che nell'agente eziologico. Per terreno intendo una struttura sfavorevole, che in questo caso é costituita dall'ipertono del massetere legato alla sfavorevole occlusione dentaria. Il massetere comprime il dotto di Stenone, cioé quel tubicino che che porta la saliva dalla ghiandole Parotide al vestibolo della bocca, all'altezza del primo molare superiore. La compressione causa ristagno salivare e quindi il gonfiore a molte dell'ostruzione: potrebbe spiegare il gonfiore da lei descritto.Per questo le suggerisco di consultare anche un dentista-gnatologo , esperto in malocclusioni con disfunzioni cranio mandibolari., cioé di quella problematica che ruota attorno all'articolazione temporo mandibolare (ATM).
Sottolineo che la situazione sopra esposta potrebbe contribuire anche all'insorgenza delle vertigini e dei dolori alla colonna cervicale.
Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-calcoli-salivari-colpa-denti.html
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 385XXX

Caro dottore, la ringrazio molto per la risposta.
La Sjogren non è stata provata tramite biopsia delle ghiandole salivari... perché i medici hanno ritenuto, dopo la positività di Ana ed Ena e test di Shirmer Positivo, che si potessero aspettare i 18 anni per la biopsia, cosa che adesso il mio reumatologo mi ha consigliato di fare per avere la certezza assoluta. Però a causa appunto di questa parotide gonfia, faccio due ecografie all'anno, ed una per la tiroide. se il massetere e il dotto di Stenone fossero in qualche modo anomali si noterebbe qualcosa all"ecografia?? Sicuramente provvederó a riferire i sintomi al mio dentista.

La ringrazio molto per la sua disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
potrebbe riportare per intero i referti delle ecografie?
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
La sindrome di Sjogren va trattata in prima battuta da un reumatologo per escludere possibili malattie concomitanti. male ha fatto a non sottoporsi a controlli reumatologici. POI in SECONDA BATTUTA può indagare tutto quello che vuole, tenga presente che va fatta diagnosi differenziale tra artrite ed artrosi.
https://www.medicitalia.it/minforma/reumatologia/523-sindrome-sjogren-ss.html?refresh_ce
saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum