Utente 406XXX
Buongiorno, un mese fa mi è stata disgnosticata una polimialgia reumatica, mi è stata prescritta una terapia di DELTACORTENE. basata sul''assunzione di 4 compresse da 5 mg giornaliere. Dopo queste 4 settimane il dolore si è attenuato, pero al mattino ( al risveglio ) accuso dei forti dolori ai polsi e alle dita delle mani e alle spalle. che si affievoliscono durante la giornata. La mia domanda è la seguente: quanto tempo dovrà passare prima che questi dolori scompaiano ? e un'eventuale riduzione di cortisone in che percentuale va diminuita?
Grazie per la vostra attenzione e aspettando un consiglio o una risposta porgo i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bardelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
CIVITELLA IN VAL DI CHIANA (AR)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Buongiorno,
solitamente la terapia cortisonica per Polimialgia dura diversi mesi, con una riduzione molto graduale del dosaggio del Deltacortene, la diminuzione varia da singolo caso.
I dolori si attuano nel giro di qualche settimana, ma poi il dosaggio cortisnonico va valutato passo passo nel tempo.

Cordiali saluti MB
Dr. Marco Bardelli

[#2] dopo  
Utente 406XXX

Grazie mille Dr. Bardelli, questa è la quinta settimana che assumo deltacortene ci sono stati molti benefici, pero da circa 10 giorni si è accentuato il dolore ai polsi e alle dita delle mano.
Ho fatto le rx ai piedi alle mani e alle anche, il risultato è che in tutte e tre c'è un principio di artrosi. Volevo chiederle, se si può correlare il dolore all'inizio di artrosi, o se questo rientra nella situazione polimialgica.
I valori delle analisi di laboratorio sono rientrati tutti nella norma, all'inizio erano altissimi.
Il problema sussiste ancora al dolore mattutino ai polsi e alla parte superiore delle braccia. Dalle analisi non risulta nessuna correlazione con artrite reumatoide. Si può ritenere quindi, che la diagnosi di polimialgia reumatica sia corretta?
La ringrazio moltissimo per la sua disponibilità.
Cordiali saluti.

M. T.

[#3] dopo  
Dr. Marco Bardelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
CIVITELLA IN VAL DI CHIANA (AR)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Salve,
la diagnoi di Polimialgia è corretta e i dolori articolari migranti posono essere in parte dovuti a questa patologia e in parte sicuramente al quaro artrosico presente.
Un consiglio è quello di scalalre molto lentamente il cortisone.

Cordiali saluti
MB
Dr. Marco Bardelli

[#4] dopo  
Utente 406XXX

Grazie Dott. Bardelli, le volevo chiedere se si possono abbinare dei farmaci per artrosi insieme alla terapia di cortisone che assumo attualmente. Prendo 3 pastiglie e mezzo giornaliere da 5 mg, di cortisone (deltacortene). Per quanto riguarda lo scalare le dosi cortisoniche, devo farlo in base allo stato di salute, o la riduzione deve essere metodica anche se c'è il dolore.
Volevo ringraziarla per la sua tempestiva risposta e per la sua chiarezza.
Cordiali saluti

M.T.

[#5] dopo  
Dr. Marco Bardelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
CIVITELLA IN VAL DI CHIANA (AR)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Il cortisone lo deve scalare in base alla sintomatologia dolorosa, comunque non può rimanere per lunghi periodi di tempo con un dosaggio alto di steroide, per quanto riguarda l'artrosi può abbinare farmaci che forniscono una condroprotezione di base alla cartilagine articolare che si assumono per via orale (farmaci a base di Glucosamina solfato, Condrotin solfato, Acido ialuronico e Bromelina.

Cordiali saluti
Dr. Marco Bardelli

[#6] dopo  
Utente 406XXX

La ringrazio Dottore, se per lei va bene ci sentiamo per un consulto durante il corso della terapia, sperando sia più breve possibile.
Grazie per il suo aiuto.
Cordiali Saluti.

M.T.

[#7] dopo  
Dr. Marco Bardelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
CIVITELLA IN VAL DI CHIANA (AR)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Certamente, senza nessun problema.

Cordiali saluti
MB
Dr. Marco Bardelli