Utente 387XXX
Salve,
vorrei segnalarle uno spiacevole episodio avvenuto circa 2 anni fa ed, accaduto nuovamente un mese fa (di entità più lieve). Parestesia improvvisa della mano dx, posizione ad artiglio per alcuni giorni, colore livido dell'arto, insensibilità al calore ed al dolore. A seguito di questo episodio attualmente l'anulare dx non si distende più nonostante i cicli di fisioterapia. È emerso dagli esami clinici una trombofilia in eterozigosi (fattore V di Leiden ed MTHF), carenza di vitamina D e C3 leggermente basso (valore 85). Esami strumentali negativi (RM, elettromiografiA, capillaroscopia, potenziali evocati visivi e somatosensoriali). Attualmente non si è ancora giunti ad una diagnosi nonostante abbia contattato numerosi specialisti. In ospedale, circa un mese fa, mi è stato prescritto il plavix, sospeso, però, dopo una settimana, per sanguinamento gastrico. Potrebbe essersi trattato di un Leggero TIA come sospettato ma non confermato dagli esami eseguiti?
La ringrazio.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

ha eseguito una elettromiografia (EMG) ed elettroneurografia (ENG)?

Si è fatta visitare anche da un chirurgo della mano?

Buona giornata.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale