Utente 129XXX
Ciao a tutti, sono un ragazzo di 28 anni e
vi chiedo di dedicarmi solo qualche minuto del vostro prezioso tempo.

Racconto brevemente la mia storia.

Da anni (10 Anni su per giù) soffro di "Ansia Panico", con tutte i sintomi più disparati del caso.

Quindi ho sempre sofferto di un pò di Gastrite, Colon Irritabile, di periodi di Astenia ecc ecc.

Due mesi fa i dolori allo stomaco sono aumentati, ed ho dovuto fare una gastroscopia digestiva, da cui è risultata una gastroduodenite, con presenza dell'Helicobacter pylori.

Mi hanno prescritto una cura antibiotica durata una settimana, circa 3gg di antibiotici al gg, associata ad una terapia con antiacidi durata 40gg (Mepral 20).

Dopo la cura antibiotica, mi si sono presentate delle macchie sul corpo, di durata giornaliera, pruriginose ma non molto.

Dopo una visita dermatologica è risultata essere Orticaria (Cura con Zirtec).

A questa Orticaria si sono associati anche alcuni sintomi strami, gonfiore alle articolazioni (sopra il ginocchio, vicino il polso, sul dorso del piede) anche essi di natura transitoria.

Un gonfiore della sera sparisce ed il dolore scompare in circa 24 ore.

Il Dermatologo allora mi ha consigliato di fare degli esami del sangue per escludere patologie di altra natura.

Ho eseguito Emocromo,Immunoglobuline,Ra Test,ANA,TAS,VES,PCR,Esame Urine.

Questi esami sono risultati tutti nella norma ad eccezione della VES (Indice di Katz 20) e della PCR (18,80 mg/l).

Il Dermatolo mi ha consigliato di rivolgermi ad un Reumatologo, ma visto i tempi di attesa elevatissimi, volevo sapere da voi se devo preoccuparmi, e in che direzione devo andare.

Sintomi che avverto in questi ultimi giorni:

- Astenia
- Minzione a periodi frequente e impellente senza dolore
- Orticaria con ponfi non numerosissimi che interessano varie parti del corso, non so se considerarli ponfi, ma alcuni gonfiori, tipo bitorzoli mi fanno sul capo e sulla nuca, di durata giornaliera
- Dolori muscolari
- Ogni tanto capita che un'articolazione ma non solo (Anche dorso e parte laterale del piede) mi si gonfia.
Se il gonfiore è vicino un'articolazione per la durata del gonfiore faccio difficoltà a muovermi, altrimenti quasi non me ne accorgo che c'è.

-Febbricola serale, non tutte le sere, con temperature tra 37,1 e 37,4


So di essere stato un pò contorto, ma cercato di distinguere i sintomi legati forse all'ansia, con cui convivo da anni, dai sintomi di quest'ultimo periodo.

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
La cosa migliore e farsi visitare. Occorre che i sintomi descritti e in particolare se tumefazioni articolari siano definite da un medico. Le cause possono essere molteplici. In prima ipotesi potrebbe anche trattarsi di una forma artritica transitoria correlata ad una qualche forma infettiva virale. Ma ripeto è necessaria la visita di un medico.
Giuseppe Germanò

[#2] dopo  
Utente 129XXX

Grazie Dr. Giuseppe Germanò per la risposta, indubbiamente la cosa migliore sarà quella di passare un'accurata visita reumatologica.

Il mio consulto era solo finalizzato, a capire se valori di VES e PCR con quei valori, i sintomi descritti potevano far pensare ad un patologia preoccupante, visto che nel campo Reumatologico si può passare da una cosa transitoria e di minima importanza a cosa abbastanza gravi e croniche.

Maurizio.


[#3] dopo  
Utente 129XXX

Scusate se scoccio troppo, ma oggi ho ricevuto i risultati degli esami sugli ANA, risultato 9 u/ML con valori normali 1-10 u/ML.

Cosa indicano questi valori ??

Sono troppo al limite??

Grazie.

[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
non significativi
Giuseppe Germanò

[#5] dopo  
Utente 129XXX

Grazie per la disponibilità Dr. Germanò,
in che senso non significativi??

Sugli esami c'è solo scritto Anticorpi Antinucle (Metodo EIA) U/ml 9

Con limite fino a U/ml 10

[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
negativi. Ad ogni modo la diagnosi si deve basare su criteri clinici ben definiti che lei al momento non ha.
Giuseppe Germanò

[#7] dopo  
Utente 129XXX

si risente dopo 3 Mesi circa,
in questo periodo ho fatto un sacco di controlli e di esami e sono in cura presso un reumatologo il Dr. Olivieri di Potenza.

Mi è stata diagnosticata una Orticaria Vasculitica, confermata anche dall'esame Istologico fatto su un ponfo della mano (Infiammazione epidermico e perivasale).

I Sintomi iniziali erano:

- Febbricola serale (37 - 37,4 - Sporadicamente 37,8 )
Artalgia

- Gonfiori in corrispondenza di un ponfo con dolore articolare e muscolare in quella parte Mani,Piedi,Ginocchia)

- Orticaria Fissusa
- Astenia

Ora sono in cura da circa un 2 mesi con il Metrol 16 (Primi 15 Giorni Intero, 30 Giorni 1 e 1/2 a giorni alterni)

Con questa cura a tutt'oggi mi sento un pò meglio, le manifestazioni dell'orticaria ci sono ancora, ma in maniera molto più contenuta,(Concentrate la mattina lontano forse dall'effetto del cortisone) i gonfiori che erano la cosa più dolorosa non si sono più presentati, la febbre serale è sparita, resta una certa astenia e malessere generale intermittente.

Arrivo alla mia domanda, visto che tra un pò devo interrompere con il cortisone, passare prima a mezza compressa al gg e poi interrompere del tutto, ho paura di non aver risolto nulla e che tutto si ripresenterà come prima.

La terapia è stata giusta??

Cosa si dovrà fare se il problema all'interruzione del cortisono si ripresenta??

Grazie.