Utente 213XXX
Salve,

5 giorni fa ho effettuato una ecografia a causa di un dolore e un adensamento al seno destro . La diagnosi dell'ecografia è stata: Mastopatia fibrocistica bilaterale più accentuata a destra ove la cisti più grande al quadrante I. cui 0,9 di diametro. Al Q.S.I si aprezza piccolo fibroma di cm 0,5 di diametro. Sull'ecografia sono queste le dimensioni del fibroadenoma:

+Lungh. 0,526 cm
x Lungh. 0,410
Profondità 0.986

Dato che avevo letto su internet che:
"Un aspetto caratteristico di carcinoma si riferisce al diametro massimo, quando il diametro longitudinale (di profondità della massa) è maggiore del diametro trasversale è sospetto di tumore"
E anche che "Quando lo spessore di una lesione è prossimo o superiore alla sua larghezza, questo potrebbe essere un segno di non benignità della lesione" ; vorrei capire se è il caso del mio fibroadenoma , dato che la profondità è maggiore alla lunghezza.

Grazie in anticipo per il vostro tempo.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Francesco Pellegrini

24% attività
12% attualità
12% socialità
OCCHIOBELLO (RO)
FERRARA (FE)
PORTO VIRO (RO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Come scrive lei i fibroadenomi hanno solitamente uno sviluppo prevalente lungo il piano orizzontale e non il verticale.
Alla sua età non si presentano quasi mai i "carcinomi", sarebbe però importante capire se nell'ambito della sua famiglia ci sono stati casi che hanno colpito madre, sorelle ed altri parenti. Molto importante è cioè approfondire attraverso alcune domande il rischio.
Non ho motivi per allarmarla ma è importante indagare oltre le dimensioni anche la familiarità e nel caso dovesse permanere il dubbio (soprattutto da parte del medico che le ha eseguito l'indagine) esiste un gesto semplice come l'agospirato che porta ulteriori informazioni.
Dr. Francesco Pellegrini
chirurgo senologo

[#2] dopo  
Utente 213XXX

Grazie per la risposta. Mi scusi ma non ho capito bene, secondo le dimensione il mio fibroadenoma e normale o sospetto? Cresce orizontale o verticalmente?
Si ho familiarità con cancro da parte di mia nonna paterna. Aspetto una suo risposta
Grazie in anticipo

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Ma perchè andarsi a complicare la vita andando a spaccare il capello su Internet a caccia di informazioni fuori controllo, mettendo in rilievo solo UNO dei parametri semiologici ecografici (^___^) ??

Quanto descrive Lei è verissimo, ma incostante ed è stato descritto da Fornage nel 1989, ma è stato contestato da altri e ritenuto parametro ingannevole perchè proprio per i piccolissimi carcinomi descrivono la forma rotondeggiante, caratteristica perchè i diametri tendono ad equivalersi.

Se l'ecografista parla di fibroadenoma, tra l'altro piccolo, vuol dire che ne ha riconosciuto i caratteri semiologici principali e cioè dal rilievo di una area ipoecogena a margini regolari e ben definiti , ecostruttura solida, omogenea, assenza di significativa attenuazione posteriore e di alterazione dei tessuti circostanti.

Le ho sparato una mitragliata di termini che magari Le saranno incomprensibili per farle comprendere di stare tranquilla se ci si fida dell'ecografista che ha eseguito l'esame.

E per poter parlare di familiarità la nonna dovrebbe avere scoperto il tumore prima dei 50 anni di età,
se no è da considerare il suo tumore "sporadico" e non familiare.

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 213XXX

Grazie so che ha ragione, non dovrei cercare su internet.
Chiedo scusa ma ancora non mi è chiaro se le dimensioni del mio fibroadenoma sono sospette o no, se questo cresce verticale o orizzontalmente?
Grazie per la vostra pazienza
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La sua preoccupazione è fuorviante per la sua attenzione : quel che conta è se si tratti o meno di un fibroadenoma. Se lo è e non ravvedo ragioni per dubitarne, ogni altra considerazione serve a creare solo ansia.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html

Non ce ne sarebbe bisogno, ma per tranquillizzarsi definitivamente faccia un controllo ecografico a breve (4 mesi) .
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 213XXX

Grazie di nuovo. In conclusione la profondità dovrebbe essere inferiore alla lunghezza, e nel mio caso è il contrario. Ma ci sono anche altri aspetti da valutare in una ecografia.
Mia nonna purtroppo ha scoperto di avere il carcinoma a 40 anni di età. In questo caso penso che si possa parlare di familiarità.
Avrei solo 2 ultime domande:
1) Secondo lei, dato che le dimensioni del mio fibroadenoma(altezza, lunghezza e profondità) non sono quelle tipiche di un fibroadenoma, per togliere ogni dubbio, mi consiglia di fare l'ago aspirato??
2) Il fibroadenoma non è palpabile, al tatto si sente solo un'addensamento della zona, forse perchè è piccolo?

Grazie per la cortese attenzione
Carissimi saluti

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Guardi che Le ho appena scritto di lasciar perdere il parametro che ci ha riportato perchè incostante, contestato e nei tumori piccolissimi i diametri tendono ad equivalersi.

Riferendo un solo caso effettivamente familiare (< 50 anni) c'è un incremento del rischio (RR=2) non elevato ed in tal caso farei un ulteriore controllo ecografico a 3 mesi ed in quella circostanza se dubbi o incrementi del volume farei una agobiopsia ecoguidata.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 213XXX

Grazie Dr. Catania. Ripetero i controlli fra 3 mesi.
Scusi se la disturbo ancora, solo 2 cose non mi sono chiare.
1)I fibroadenomi devono essere per forza palpabili e mobili? Il mio non lo è. Al tatto si sente solo un addensamento in quella zona.
2)Cosa si intende per ecostruttura solida e omogenea? nella ecografia il fibroadenoma non sembra essere omogeneo internamente, nel centro appare una macchia molto più scura del resto. Potrebbe essere anche normale?
Grazie per la sua gentilezza
Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Il suo nodulo è di 5 mm e quindi non è palpabile.

Non lo posso sapere come sia "nel centro" il suo fibroadenoma perchè non ho visto la ecografia, ma quel che conta è la diagnosi di fibroadenoma oppure si vuole sostituire all'ecografista ?

Siamo all'ottava replica per spaccare il capello su un fibroadenoma di 5 mm, lesione presente in una quota significativa della popolazione femminile sana.

Ha una diagnosi di fib roadenoma cosa altro va cercando ?
L'accetti o se non si fida cambi ecografista.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 213XXX

Grazie Dr. Catania. So che sto sviluppando un atteggiamento patologico verso questo fibroadenoma, ma il fatto è che per alcuni motivi la ecografia è stata fatta molto superficialmente, e poi non è stata fatta da un senologo. Poi mi preoccupa anche molto il fatto della familiarità.
Mi è stato detto dal mio medico di base di farmela ripetere da un senologo che sicuramente mi saprà dare qualche dato in più rispetto alle caratteristiche del fibroadenoma. La ripeterò venerdi.
La ringrazio di cuore per il suo tempo e pazienza.
Cari saluti

[#11] dopo  
Utente 213XXX

Gentile Dr. Catania. Avrei un ulteriore dubbio, gradirei molto una sua risposta.
Mi è stato detto che data la mia familiarità con il carcinoma alla mammella da parte di nonna paterna, sarebbe indicato per la mia età (26 anni) la risonanza magnetica come esame di screening. Cosa ne pensa? Perche la risonanza magnetica è più indicata in caso di familiarità? Le ricordo che ho un fibroadenoma e diversi cisti, e qualche anno fa mi sono stati asportati 2 fibroadenomi.
La ringrazio anticipatamente per il suo tempo
Cari saluti

[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Risponda a tutti i dati di questa scheda che io faccio compilare prima della visita

http://www.senosalvo.com/pdf/scheda_visita.pdf

e Le scriverò con tutta franchezza se sia giustificata la Risonanza magnetica a 26 anni (!!!???)

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Si legga intanto il consulto più cliccato di questa settimana così si renderà conto che il suo caso sia del tutto diverso

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/317727/Familiarita-tumore-seno-e-pillola-anticoncezionale
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#13] dopo  
Utente 213XXX

Grazie per la risposta Dr. Catania. Ecco la scheda compilata:

ETA’... 26 anni...
FAMILIARITA’... Si...
-Un solo componente della famiglia ha avuto il carcinoma alla mammella,mia nonna paterna alla età di 45 anni. Il tumore ha colpito solo una mammella.Non è insorto in nessun maschio della famiglia. Tuttavia tra le parentele di primo grado ci sono stati dei casi di cisti al seno e alle ovaie (a mia madre e a mia zia hanno dovuto asportare le ovaie per emorragia).
ETA’ DI INSORGENZA DELLE PRIME MESTRUAZIONI ....13....
MENOPAUSA -
GRAVIDANZE... Nessuna... -ULTIMA GRAVIDANZA anno –
INTERRUZIONI DI GRAVIDANZE .... NO...
USO DI ORMONI (es.pillola) Si, ho preso anticoncezionali 3 volte con interruzioni (per 2 mesi ciascuna). Uso della pillola del giorno dopo più o meno 7 volte in 8 anni, l’ultima circa 4 mesi fa (prima di notare l’addensamento).
per quanti anni ?...................
TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA …per anni………. NO
RADIOTERAPIA in età< a 15 anni .... NO ....
DIETA PREVALENTE (*): elevato contenuto di grassi: Non tanto elevato, un 60%
Consumo di alcol SI
FUMO...NO, ho smesso da 1 anno, ho fumato per 7 anni 10 sigarette circa al giorno.
PRECEDENTI INTERVENTI SULLA MAMMELLA..SI, mi hanno asportato 2 fibroadenomi all'età di 15 anni circa. Mia madre non mi ha detto nulla sul risultato dell’esame istologico, dunque, a questo punto, penso sia stata confermata la diagnosi di fibroadenoma (ero piccola e non ero a conoscenza della sua importanza).
ATTIVITA’FISICA... moderata

Queste sono le informazioni che ho potuto ricavare in quanto alla familiarità
Mi dica se è il caso di fare dei controlli con Risonanza Magnetica.
Grazie di nuovo per il suo tempo.
Cordiali saluti

[#14] dopo  
Utente 213XXX

PS: Ho la mastopatia fibrocistica, quindi un seno denso.

[#15] dopo  
Dr. Andrea Annoni

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Lascio rispondere al dr. Catania con cui sta dialogando, ma per mia curiosità

>>Mi è stato detto che data la mia familiarità con il carcinoma alla mammella da parte di nonna paterna, sarebbe indicato per la mia età (26 anni) la risonanza magnetica come esame di screening>>

Detto da chi ? Da medici ?
Annoni Andrea, MD

[#16] dopo  
Utente 213XXX

Salve Dr. Annoni

Si è stato detto da un medico, che data la mia familiarità, la mia giovane età, il seno fibrocistico e la tendenza ai fibroadenomi, l'esame più indicato da fare per lo screening anuale è proprio la RM.

[#17] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Andiamo in ordine

1) >> la mia giovane età, il seno fibrocistico e la tendenza ai fibroadenomi, l'esame più indicato da fare per lo screening anuale è proprio la RM. >>

Verissimo

2) E da quando il seno fibrocistico e la tendenza ai fibroadenomi è stato incluso nella lista dei fattori di rischio ???????????ù

Solo i cosiddetti fibroadenomi complessi ( http://www.senosalvo.com/approfondimenti/fibroadenoma.htm ), contenenti cisti, adenosi sclerosante, calcificazioni epiteliali o alterazioni di tipo apocrino e papillare, presentano un rischio superiore (RR=3) rispetto ai comuni fibroadenomi. Nulla a che vedere con il suo


3) Calcolandolo il suo rischio che è basso, anche in relazione alla sua età (crescerà come in tutte le donne con l'aumentare della stessa perchè l'età è un fattore di rischio.)

Rischio totale =5,5 (RR 2,5+ 2,5+0,5)

4) La Risonanza quando c'è in ballo uno o più casi di tumore al seno si fa :

a)le pazienti con test genetico positivo per mutazione patogenica dei geni BRCA1,

b)le pazienti con test genetico positivo BRCA2 o TP53 (sindrome di Li-Fraumeni),

c) le pazienti in cui le stesse mutazioni sono state accertate in un parente di primo grado senza che loro stesse abbiano eseguito test genetico

d) le donne con importante storia familiare di tumore mammario valutata da un genetista oncologo.

In queste pazienti si esegue addirittura annualmente la RM MAMMARIA.

Ma Lei cosa ha da spartire con queste categorie di pazienti ?? Quasi nulla

Conclusioni : Le avevo già scritto il 30 ottobre che
>>Riferendo un solo caso effettivamente familiare (< 50 anni) c'è un incremento del rischio (RR=2) non elevato ed in tal caso farei un ulteriore controllo ecografico a 3 mesi ed in quella circostanza se dubbi o incrementi del volume farei una agobiopsia ecoguidata. >>
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#18] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

Stiamo "sparlando" (^___^) di Lei e di Rimini su

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/255545/Lettera-per-il-Dott-Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#19] dopo  
Utente 213XXX

Grazie Dr. Catania per la risposta ma avrei bisogno di chiarire questi 3 punti:

>> la mia giovane età, il seno fibrocistico e la tendenza ai fibroadenomi, l'esame più indicato da fare per lo screening anuale è proprio la RM.

Verissimo>>

1)Se non dovrei fare la RM perché mi ha risposto: "verissimo" ?

2)Quali fattori ha utilizzato per valutare il rischio totale di 5,5?

>>Si legga intanto il consulto più cliccato di questa settimana così si renderà conto che il suo caso sia del tutto diverso>>

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/317727/Familiarita-tumore-

3) La ragazza del consulto ha un rischio di 2,5 io di 5,5. A questo punto non capisco perché secondo lei io abbia un rischio inferiore al suo.

La prego di darmi delucidazioni.
Distinti saluti

[#20] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1) Verissimo che alla sua età lo screening efficace si può fare solo con la RM, ma si fa solo se c'è l'indicazione.
E per Lei non c'è indicazione
E lo screening a 26 non serve ( si fa con la mammografia non prima dei 40 anni) salvo che per le donne ad alto rischio e Lei non lo è ad alto rischio.


2) Li ho ricavati dai dati che mi ha inviato. Non li consideri se non per una valutazione di 3 categorie di rischi
(basso-medio-alto)

3) La ragazza ha quasi lo stesso rischio totale suo che non ho scritto nel consulto, mentre ho precisato con 2,5 un numero che si riferisce al Rischio Relativo per un solo caso di tumore familiare scoperto prima dei 50 anni. Esattamente come Lei, anche se la ragazza da Lei ha citata presenta un rischio modesto aggiuntivo per l'assunzione di estro-progestinici.


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#21] dopo  
Utente 213XXX

Grazie Dr. Catania

Se non è un disturbo potrebbe indicarmi con esattezza i miei fattori di rischio? so che sono poco importanti ma vorrei venirne a conoscenza.

In quanto al rischio relativo per casi di tumore in famiglia mi viene da chiedere: la ragazza da lei citata ha un caso di parentela di primo grado, la madre. Mentre io c'è l'ho di secondo grado, mia nonna paterna. Abbiamo comunque lo stesso rischio relativo?
Quindi dovrei iniziare a fare anch'io la mammografia annuale?

Grazie infinite per la sua gentilezza e sopratutto per la sua pazienza.
Cari saluti

[#22] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
ASSOLUTAMENTE NO !

Ha 26 anni e non è ad alto rischio.
Allla sua età è cancerogena ed inutile per la densità ghiandolare fisiologica (=non si vede nulla).

Continui a fare la ecografia ed in caso di nodi dubbi l'agobiopsia ecoguidata e
solo in caso di dubbio-SOSPETTI , da caso a caso la mammografia e/o la Risonanza Magnetica.

I suoi fattori di rischio sono l'età (basso), familiare (medio: un solo caso < 50 anni) e bassissimo per gli estroprogestinici.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#23] dopo  
Utente 213XXX

Grazie Dr. Catania. Scusi se approfitto della sua gentilezza ma avrei solo solo 3 ultime domande:

1)Sulla ultima ecografia mammaria c'è scritto
"Corpi mammari a regolare conformazione ghiandolo-stromale" Cosa vuol dire ghiandolo stromale? Nelle altre 2 ecografie dell'anno scorso c'è scritto "seni fibroghiandolari" . E cambiato qualcosa o sono solo termini diversi?
C'entra qualcosa con la mastopatia fibrocistica?

2)Gli estroprogestinici non li prendo più,se pur basso possono ancora essere un fattore di rischio?

3)In quanto al rischio relativo per casi di tumore in famiglia mi viene da chiedere: la ragazza da lei citata ha un caso di parentela di primo grado, la madre. Mentre io c'è l'ho di secondo grado, mia nonna paterna. Abbiamo comunque lo stesso rischio relativo per la familiarità?

Grazie di nuovo per il suo tempo
Cari saluti

[#24] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1) Non è cambiato nulla

2) Entro dieci anni dalla sospensione il rischio modesto si azzera

3) C'è differenza ovviamente tra nonna e mamma, ma la variazione del rischio relativo è modesta. Per semplificare quindi avevo scritto "presentate lo stesso rischio ".
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#25] dopo  
Utente 213XXX

Grazie di cuore Dr. Catania. per la sua pazienza e dedizione, vorrei che ci fossero più medici come lei.

Cari saluti

[#26] dopo  
Utente 213XXX

Chiedo scusa Dr. Catania mi era sfuggito. Prendo da qualche anno, con intervalli, antidepressivi e ansiolitici. Come antidepressivo Sereupin(paroxetina) e ansiolitico Prazene(Prazepam). Attualmente ne faccio uso.
Sono medicinali che aumentano il rischio di carcinoma mammario o nessun problema?

Grazie di nuovo!
Saluti

[#27] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Conoscono bene i colleghi che prescrivono questi farmaci quali sono le correlazioni eventuali e starei tranquilla.

Meno note quelle della paroxetina in caso di terapia con tamoxifene, ma Lei non assume tamoxifene e non ha avuto un tumore....e quindi la mia risposta vale solo per informare ALTRI UTENTI

http://www.senosalvo.com/attualita_intro2010.htm#12
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#28] dopo  
Utente 213XXX

Capisco. Grazie di nuovo Dr. Catania.
Cordiali saluti