Utente 241XXX
Buonasera dottore!
Spero di ricevere presto una risposta, perché sono molto agitata...
Prendo la pillola anticoncezionale Loette da quasi 2 anni, avendo fatto una sola interruzione di un mese per cause di forze maggiori. Dopo questo episodio ho ripreso regolarmente l'assunzione, e il mio seno si è molto ingrossato e indolenzito, cosa che era un po' già successa al'inizio originario della pillola, ma non con questa entità .
Siccome un paio di anni fa per colpa di un farmaco i valori della prolattina mi si erano molto alzati, ho preso l'abitudine dell'autopalpazione.
Ieri sera ho stimolato entrambi i capezzoli: da quello di sinistra non è uscito nulla, da quello di destra invece ho notato delle piccolissime perdite trasparenti, pare non abbiano né sapore né odore, sembrano come acqua.
Preciso che queste perdite non formano nemmeno una vera e propria goccia, non colano e non si presentano spontaneamente, avvengono solo dal seno destro (che tra l'altro è notevolmente più piccolo del seno sinistro) e paiono provenire da un solo orefizio.
Quando avevo la prolattina alta le perdite avvenivano da entrambi i capezzoli, anche se in quantità diverse, ma erano lattiginose.
Queste sono scarsissime, trasparenti: più che gocce sembra che inumidiscano appena la pelle. Se accosto un solo strappo di carta igienica non si riesce nemmeno a vedere se si sia bagnato o no, soltanto con un velo si riconosce una piccola macchiolina bagnata. Ho anche dolore sotto l'ascella destra, ma non mi pare di sentire bozzi o noduli.
Ho letto nel foglietto illustrativo di Loette che le secrezioni e i dolori del seno sono riportati fra gli effetti indesiderati, ma sono comunque molto preoccupata.
Domani andrò dal mio dottore di base per farmi prescrivere degli accertamenti, ma se anche fosse di nuovo la prolattina alta potrò continuare l'assunzione dell'anticoncezionale?
Ho letto qui su Medicitalia un articolo molto interessante sulle secrezioni dei capezzoli,
e mi è parso di capire che quelle sierose e trasparenti siano fra le più sospette...
Ho molta paura, non ho casi di tumori al seno o alle ovaie in famiglia, ma ho dei piccoli nodulini alla tiroide, per ora benigni, mentre mia madre ha avuto alle stesse ghiandole un carcinoma...
Ho solo 22 anni...
Grazie mille per l'attenzione e il tempo che mi avete dedicato!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Poiché ha già letto l'articolo a questo faccio riferimento.

Quando si parla di secrezioni significative si intendono quelle SPONTANEE, ABBONDANTI, continue siero-ematiche o acqua di fonte.

Lei descrive tutt'altro e pertanto mi sento autorizzato a tranquillizzarla.

Tuttavia trattandosi di secrezione monorifiziale monolaterale una visita per conferma è indicata.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 241XXX

Grazie mille dottore per la sua risposta.
Stamattina, sempre stimolando il seno perché lo sentivo molto dolorante, ho notato che le perdite si sono fatte più abbondanti, e sono comparse anche nel capezzolo destro con estrema facilità questa volta.
Preciso che da venerdì non avevo più eseguito l'autopalpazione, quindi non credo di aver in qualche modo "favorito" queste perdite, che mantengono ancora lo stesso colore e la stessa consistenza.
Sono andata dalla dottoressa e anche lei non ha riscontrato bozzi o cose di questo tipo, ma mi ha comunque prescritto l'esame della prolattina nel sangue e un'eco al seno, facendomi anche sospendere la pillola poiché lei attribuirebbe il tutto ad uno scompenso ormonale.