Utente 331XXX
Buongiorno,vorrei gentilmente un consiglio perchè mi trovo in una situazione "ridicola"!!qualche tempo fa avevo già chiesto un vs consulto e di conseguenza ho cercato un chirurgo che potesse intervenire su questo nodulo. Già nel 2004 (quando mi fu scoperto) venne analizzato e risultò essere PRIVO DI ATIPIE/FIBROADENOMA,nel 2011 venne analizzato nuovamente perchè si era ingrandito in pochi mesi e risultò AVERE DELLE ATIPIE LIEVI/C3. A tutt'oggi nessuno vuole asportarlo perchè io ho la MIASTENIA GRAVIS e oltretutto sono allergica agli anestetici locali. Ma è giusto tenerlo e fare nuovamente un ago aspirato?Sicuramente non potrà essere migliorata la situazione!Io prendo cortisone da 13 anni e soffro di malattie autoimmuni, cosa devo fare? Chiudere la stalla quando i buoi sono usciti? A chi posso rivolgermi? Sono disposta anche a spostarmi da Roma pur di togliermi questa spada di Damocle dalla testa... Scusate ma sono davvero angosciata....Grazie per la vostra cortese risposta!!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le avevo già risposto tempo fa.

1) Mi sembra incredibile che con le opportune cautele non si riesca ad asportare un piccolo nodulo mammario.

2) Ribadisco che dopo 10 anni è improbabile che il nodulo giustifichi tante preoccupazioni. Ma in medicina, a meno di non volersi sostituire al Padre Eterno, poche cose sono certe in senso assoluto.

3) Ritengo che il suo problema sia prevalentemente psicologico e si potrebbe ovviare rispetto alla agobiopsia per esame citologico con una microbiopsia per esame ISTOLOGICO.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-mammella.html

Tanti saluti.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com